Posts Tagged ‘illustratori’

PREMIO ILLUSTRAZIONE FANTASCIENTIFICA

È in corso il Premio MAURIZIO CARITÀ per la migliore illustrazione a tema fantascientifico col patrocinio della World SF Italia e del Comune di Castelnuovo di Berardenga.

Il Premio riguarda le illustrazioni (copertine o tavole interne di romanzi, di saggi, di riviste, di graphic novel, e di pubblicazioni in genere) sia a colori che in B/N.

Trovate il bando qui.

Le illustrazioni dovranno essere a firma di un autore con cittadinanza italiana. Possono riguardare opere edite per la prima volta tanto in Italia che all’estero nel biennio 2018-2019.

Le illustrazioni dovranno comparire su opere pubblicate da una casa editrice. È ammessa tanto la forma cartacea che l’e-book.

A segnalare le illustrazioni saranno i Soci della World SF Italia in regola con l’iscrizione.

Ciascun Socio potrà segnalare tre illustrazioni. Ogni segnalazione avverrà indicando l’autore, il titolo della pubblicazione, l’editore e il riferimento (specificando se l’illustrazione è di copertina o interna indicandone il numero di pagina).

Si può votare per tutto il mese di febbraio.

Mi piacerebbe segnalare e far segnalare le illustrazioni dell’antologia di racconti distopici “Apocalissi fiorentine”.

Il volume è corredato da 48 illustrazioni realizzate dal Professor Marcello Scalzo della Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze e dai suoi studenti, eseguite dall’A.A. 2008 al 2012, che le ha messe a disposizione per questo libro. L’immagine di copertina, realizzata da Vincenzo Bosica, è a cura dell’editore Tabula Fati.

Le immagini presentano una Firenze desertificata, sommersa dalle acque, congelata, aggredita dalla vegetazione, trasformata da nuovi sviluppi urbani.

Sono, secondo me, tutte molto belle e interessanti. Sono state selezionate tra varie centinaia realizzate in vari anni dagli studenti di architettura.

Forse ce ne sono altre che meritano di più, ma credo che sia giusto premiare soprattutto Marcello Scalzo, che ha guidato i ragazzi in questo vasto e ambizioso progetto, facendo relizzare splendide immagini, di cui solo alcune sono in questo volume. Sono illustrazioni, oltrettutto, piuttosto differenti da quella che di solito si associano alla fantascienza.

Propongo quindi di votare:

  • Vincenzo Bosica – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – copertina
  • Marcello Scalzo – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – interna, pag.12
  • Marcello Scalzo – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – interna, pag.176

 

Si ricorda, infine, che i Soci possono segnalare anche illustrazioni dello stesso autore due o tre volte, ma in finale andrà una sola illustrazione per autore, quella più votata e se sono a pari segnalazioni, andrà in finale quella votata per prima. Non è concesso l’autovoto, per cui saranno escluse le segnalazioni di illustrazioni appartenenti al Socio che le ha segnalate. L’autore di un’opera può segnalare l’autore dell’illustrazione della sua opera (purché, come detto, siano diversi).

Le segnalazioni vanno inviate alla segretaria del Premio, Francesca Carità, all’indirizzo mail premiocarita@gmail.com e alla segretaria della World SF Italia, Manuela Menci, all’indirizzo mail manuelamenci@gmail.com.

Il mancato invio a uno dei due indirizzi mail comporterà l’annullamento della segnalazione.

Vincenzo Bosica – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – copertina

Marcello Scalzo – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – interna, pag.12

Marcello Scalzo – Apocalissi fiorentine (Carlo Menzinger – Edizioni Tabula Fati, 2019) – interna, pag.176

POETA NONOSTANTE TUTTO

Guido De Marchi dichiara nel titolo della sua recente silloge di versi “Non voglio essere poeta” e prosegue nel sottotitolo “ma voce/ voce dell’individuo / che vive in me / nella scomposta scorza / della mia pelle”, eppure c’è poesia in queste pagine. Poesia che non vuole “usare parole / adorne di sete orientali / e scintillanti broccati / ornati di perle / e pietre preziose” ma che uso un linguaggio quotidiano e diretto, nel descrivere una realtà non meno quotidiana e umana, in cui persino la “banalità / di un pomeriggio / al mare” può essere occasione per osservare e scrutare un mondo fatto di persone vive che si perde nelle proprie attività e pare ignorare “lo stormire / di fronde senza nome, / il gorgogliare delle fonti / e il canto … il canto allegro / degli ignoti / abitanti dell’aria / e i mille colori / della loro livrea”. Tutto ciò non sfugge, invece, ai sensi del poeta, che sembra amare più la compagnia della natura o nel paesaggio, che sia la sua amata Liguria, Lisbona, la Bretagna o una misteriosa “city”, al vano chiacchiericcio della gente “tra distratte / strette di mano / e stampati sorrisi / da orecchio a orecchio / (chiusi all’ascolto) /”.

Guido De Marchi oltre che poeta e persona sensibile è pittore e lo sguardo attento al dettaglio si nota anche in questi versi. Sguardo attento che però non traduce l’immagine in pedante descrizione, ma la coglie con veloci linee, rapidi tratteggi, come nella sua pittura, che predilige l’astratto.

Image result for guido de marchi

Guido De Marchi

Il volume è illustrato da numerosi disegni di non meno numerosi artisti, quasi una trentina, direi. Se fosse un romanzo, direi che potrebbe quasi essere una “gallery novel” sulla scorta delle due da me curate cui Guido De Marchi partecipò. Chissà se gli ha dato una definizione. “Poetic gallery”? Strano che con tante immagini all’interno, la copertina non ne abbia alcuna.

Conosco, infatti, De Marchi ormai da quasi vent’anni, da quando frequentavo Liberodiscrivere, e ci si leggeva reciprocamente in rete. Ricordo in particolare la sua partecipazione all’opera collettiva “Tr@mare” nata nel Laboratorio di Liberodiscrivere assieme ad altri 11 autori. Nel 2007 fu tra gli illustratori de “Il Settimo Plenilunio” e nel 2013 tra quelli della gallery novel “Jacopo Flammer nella terra dei suricati”.

Nel 2008 lessi la sua antologia di foto e poesie “L’ombra del verso”, scritta con Francesco Brunetti. Sempre ricevo con piacere le copie della sua rivista “Banchina”. L’introduzione del suo volumetto “Haiku per un mese” la scrissi io e la prima versione di “Cybernetic love”, che scrissi con Simonetta Bumbi e che poi Liberodiscrivere pubblicò nella raccolta “Parole nel web”, ce la stampò in casa lo stesso De Marchi, che anche questo volumetto lo ha prodotto in proprio. Un poeta, un artista, una persona gentile e un amico, seppure virtuale (rarissime le occasioni in cui ci siamo incontrati di persona).

 

Carlo Menzinger con il volume di De Marchi

JACOPO FLAMMER RADDOPPIA!

Copertina di Niccolò Pizzorno per JACOPO FLAMMER E IL POPOLO DELLE AMIGDALE

Copertina di Niccolò Pizzorno per JACOPO FLAMMER E IL POPOLO DELLE AMIGDALE

L’idea di scrivere una serie di romanzi per ragazzi mi venne nel 2005 quando mia figlia aveva otto anni (ora ne ha quasi il doppio). Avevo già pubblicato alcuni romanzi per adulti e mi sarebbe piaciuto poter scrivere qualcosa che potesse leggere anche lei. Scrissi così il primo volume della saga “I Guardiani dell’Ucronia”, intitolandolo “Jacopo Flammer e il Popolo delle Amigdale”. Il protagonista all’inizio aveva otto anni, poi, per adattarlo all’età di mia figlia che era cresciuta, aumentai la sua età a nove. Trattandosi di romanzi per ragazzi, mi parve giusto farlo illustrare. Cominciai così la ricerca in rete di un disegnatore. Alla fine mi convertii su una coppia: Niccolò Pizzorno e Ludwig Brunetti che realizzarono tutte le immagini del primo volume. Riuscii ad andare in stampa solo nel 2010, pubblicandolo con il mio solito editore Liberodiscrivere.

Nel frattempo avevo già scritto il secondo volume e abbozzato il terzo (che ancora non ho finito).

Copertina di Niccolò Pizzorno per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI

Copertina di Niccolò Pizzorno per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI

Avendo sviluppato due interessanti esperienze di collaborazione in rete per i miei romanzi “La Bambina dei Sogni” e “Il Settimo Plenilunio” decisi per il secondo volume (“”), di seguire entrambe le strade già provate.

La Bambina dei Sogni” l’avevo sottoposta a un processo di revisione in rete (lo chiamo “web-editing”), volto a eliminare errori e refusi e migliorare il testo. “Il Settimo Plenilunio”, scritto a sei mani con Simonetta Bumbi e la collaborazione “esterna” di Sergio Calamandrei, fu illustrato da ben 17 artisti. Ne venne fuori quella che chiamo una “gallery novel” con ben 117 immagini.

Replicare i due processi per “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati” ha notevolmente rallentato i tempi della sua uscita. Avevo completato la prima stesura del romanzo tra il 16.12.05 e il 30.10.06. Il web-editing si è prolungato dal 6.5.2012-02 al  gennaio 2013, mentre l’illustrazione e trasformazione in gallery novel, pur iniziata prima del web-editing, si è svolta soprattutto dalla fine di questo alla data di pubblicazione, il 31.07.2013. Il romanzo è, alla fine, stato illustrato da 13 artisti (Fabio BalboniRaffaella BertoliniCamilla BianchiLiliana CapraroCinzia DamonteGuido De MarchiGiuseppe Di Bernardo, DivazRoberta LositoAlessio PiliaAntonio MorgiaNiccolò Pizzorno ed Evelyn Storm) con 43 immagini.

Come per “La Bambina dei Sogni” anche questa volta ho deciso di pubblicare in doppia forma: un cartaceo autoprodotto con Lulu (http://www.lulu.com/shop/carlo-menzinger-di-preussenthal/jacopo-flammer-nella-terra-dei-suricati/paperback/product-21137824.html) e un e-book distribuito gratuitamente in vari formati (http://sites.google.com/site/menzingerbooks/home/download-jacopo-flammer-nella-terra-dei-suricati).

Illustrazione di Ludwig Brunetti per JACOPO FLAMMER E IL POPOLO DELLE AMIGDALE

Jacopo Flammer e il Popolo delle Amigdale” racconta di come Jacopo, accompagnando il nonno (un Guardiano dell’Ucronia, solito viaggiare nel tempo) in una misteriosa gita nella preistoria, vi rimanga intrappolato assieme ad altri due bambini, affrontando mille pericoli e, soprattutto, la minaccia di una pericolosa creatura, evoluzione alternativa di un velociraptor, la feroce razza che ha creato le Porte del Tempo. Il raprtor Gruhum marchia Jacopo (per poterlo ritrovare e vendicarsi della morte del figlio) dotandolo di poteri di lettura del pensiero. Jacopo, Elisa e Marco, separati dai loro nonni, saranno aiutati nella loro fuga da altri Guardiani dell’Ucronia di natura non umana (discendenti diversamente evoluti di orsi e suricati).

Lontra (illustrazione di Cinzia Damonte per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI)

Lontra (illustrazione di Cinzia Damonte per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI)

In “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati” i tre bambini sono riusciti a fuggire dalla preistoria umana, ma si ritrovano nella preistoria di un universo divergente in cui le razze evolute sono suricati, lontre e castori, in guerra tra loro. I bambini saranno costretti ad aiutare i suricati nelle loro battaglie, fino all’arrivo del feroce raptor Gruhum che è riuscito a rintracciarli. Nuove avventure e nuovi personaggi accompagneranno Jacopo e i suoi amici in questo volume, in cui faremo anche la conoscenza con Govinia, la sede dei Guardiani dell’Ucronia, dove tutti i tempi possibili convivono: un’incredibile città dalle più folli architetture, abitate da esseri provenienti da ogni linea evolutiva possibile.

Pensato per bambini dagli otto anni in su, spero che questo romanzo possa essere una lettura piacevole anche per ogni adulto che ami l’avventura, la fantasia, i viaggi nel tempo e i mondi fantastici.

Firenze, 18/08/2013

L'orso Ortuz (illustrazione di Camilla Bianchi per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI)

L’orso Ortuz (illustrazione di Camilla Bianchi per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI)

ILLUSTRARE IL SESTO CAPITOLO DI JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI

Sto cercando illustratori per JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI, il secondo volume della serie I GUARDIANI DELL’UCRONIA, che segue JACOPO FLAMMER E IL POPOLO DELLE AMIGDALE.

Ho completato un primo giro di revisioni grazie ai lettori di Liberodiscrivere e del Gruppo di anobii per il web-editing, ma le revisioni non finiscono mai e chiunque vuole può dare suggerimenti per migliorare il romanzo, dalla correzione di errori a consigli per la trama.

Chi volesse contribuire alla revisione on-line può farlo qui.

Ora, soprattutto,

CERCO ILLUSTRATORI!

JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI è un romanzo di fantascienza per ragazzi, percui vorrei che, come il precedente, possa avere dei disegni.

JACOPO FLAMMER E IL POPOLO DELLE AMIGDALE è stato illustrato da Niccolò Pizzorno e Ludwig Brunetti.

Questa volta vorrei fare un lavoro simile a quello de Il Settimo Plenilunio, cioè trasformarlo in una “gallery novel“, ovvero in un romanzo illustrato da numerosi artisti.

Credo possa essere un’occasione soprattutto per giovani illustratori che vogliono cominciare a farsi un curriculum.

Chiedo a chi ha voglia di partecipare un impegno ridotto eventualmente anche a un solo disegno. Se ne volete fare di più, questo però non può che farmi piacere. Vorrei solo una certa coerenza con le immagini già realizzate sia per questo romanzo, sia per il precedente (prima parteseconda parteterza parte). Trovate i disegni ai link precedenti.

Parlo di questo libro anche nel mio sito.

I personaggi da disegnare saranno oltre ai tre ragazzini, numerosi animali nati da evoluzioni alternative dei suricati, degli orsi, dei velociraptor, dei maiali, dei pappagalli. Inoltre, alcuni capitoli si svolgono nella terra di Govinia, dove ogni passato e ogni futuro possibili si incontrano, dove è, quindi possibile incontrare gli esseri più strani, le architetture più misteriose, gli ambienti più irreali che possiate immaginare. Insomma dei paesaggi su cui sbizzarrire tutta la vostra fantasia! Se ne avete realizzati già o ne avete in mente di specifici, posso provare ad adattare il romanzo per descriverli.

Penso che un disegnatore potrà divertirsi a reinventare tutto ciò!

Finora hanno inviato i loro disegni:

Niccolò Pizzorno

Fabio Balboni

Marco Divaz

Guido De Marchi

Evelyn Storm

Si è ora aggiunta la giovanissima

Cinzia Damonte

Ecco il suo primo disegno (i suricati che fissano Jacopo nel quinto capitolo):

Cinzia Damonte Cap.5

e altri hanno già promesso di contribuire (ma aspetto di vedere i loro disegni prima di citarli).

Ecco l’inizio del SESTO CAPITOLO:

 

IN UN ALTRO UNIVERSO

Solo pochi giorni prima, in un altro universo spazio-temporale, non molto lontano da lì eppure quasi irraggiungibile, separato da secoli di storia, Erasmo, il nonno di Jacopo, e Marta, la nonna di Elisa e Marco, dopo aver scoperto l’arrivo dei raptor, avevano fatto ritorno di corsa all’accampamento, temendo il peggio, e avevano scoperto che i loro nipoti erano scomparsi.

Dopo averli cercato invano attorno al campo e aver lasciato un messaggio per i bambini, erano partiti alla ricerca di aiuto.

 

CONTINUA QUI:

http://www.liberodiscrivere.it/biblio/scheda.asp?OpereID=161585

Ecco alcune immagini che ho trovato e adattato per questo capitolo in attesa dei vostri contributi (sarò lieto di poterle sostituire con i vostri disegni):

Hummer H1 - elaborazione grafica di Carlo Menzinger

Hummer H1 – elaborazione grafica di Carlo Menzinger

Scoiattolo-tigre di Govinia

Scoiattolo-tigre di Govinia – immagine web rielaborata dall’autore

Lo scimpanzé Sapur - immagine web rielaborata dall'autore

Lo scimpanzé Sapur – immagine web rielaborata dall’autore

Leggi anche:

– Tutti i post su Jacopo Flammer

– Tutti i post su “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”

– Cerco illustratori per Jacopo Flammer

– Il primo capitolo di ”Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”

– Il secondo capitolo di ”Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”

– Il terzo capitolo di ”Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”

– Il quarto capitolo di ”Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”

– Il quinto capitolo di “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati

 Jacopo Flammer su Liberodiscrivere

– “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati” su “I Libri di Carlo Menzinger”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: