Posts Tagged ‘elenco’

TUTTI I LIBRI DEL 2016

Anche questa volta, ecco l’elenco dei libri letti nell’anno. Ho continuato a censire regolarmente le mie letture su anobii e questo mi semplifica il compito, dato che per ognuno ho riportato, di volta in volta, varie informazioni, compreso la da di inizio e fine lettura.

  1. Agota Kristof – Ieri – (e-book) – romanzo mainstream – ungherese/svizzeroRisultati immagini per isaac asimov
  2. Michael Cunningham – Le ore – (e-book) – romanzo mainstream – statunitense
  3. Joe R. Lansdale (1) – Deadman’s road – (e-book) – romanzo gotico breve – statunitense
  4. Ivan Turgenev – Terre Vergini – (e-book) – romanzo storico – russo
  5. Christa Wolf – Nessun luogo. Da nessuna parte – (e-book) – romanzo biografico – tedesco
  6. Joe R. Lansdale (2) – In fondo alla palude – (e-book) – romanzo sociologico/thriller – statunitense
  7. José Saramago – Oggetto quasi – (e-book) romanzo surreale – portoghese
  8. Scuola Holden – Saper scrivere Vol. 8 – (cartaceo) – manuale – italiano
  9. Charles Dickens – Il nostro comune amico – (e-book) – romanzo d’appendice – inglese
  10. Giuseppe Morrocchi – Scrittura visuale – (cartaceo) – saggio – italiano
  11. William Burroughs – La città della notte rossa – (e-book) – romanzo destrutturato – statunitense
  12. Kurt Vonnegut – Cronosisma – (e-book) – romanzo di fantascienza – statunitense
  13. Mo Yan – Grande seno, fianchi larghi – (e-book) – romanzo sociologico – cinese
  14. Harry Turtledove – Invasione – Fase 2 – (e-book) – romanzo ucronico/ fantascientifico – statunitense
  15. David Grossman – Che tu sia per me il coltello – (e-book) – romanzo epistolare – israeliano
  16. Jennifer Egan – Il tempo è un bastardo – (e-book) – romanzo sperimentale – statunitense
  17. Isaac Asimov (1) – Fondazione anno zero – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  18. Isaac Asimov (2) – Cronache della galassia – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  19. Isaac Asimov (3) – Fondazione e Impero – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  20. Isaac Asimov (4) – L’altra faccia della spirale – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  21. Isaac Asimov (5) – L’orlo della Fondazione – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  22. Isaac Asimov (6) – Fondazione e Terra – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense

    Risultati immagini per Dan simmons

    Dan Simmons

  23. Isaac Asimov (7) – Neanche gli Dei – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  24. Isaac Asimov (8) – Asimov Story 4 – (e-book) – racconti fantascientifici – statunitense
  25. John Green – Cercando Alaska – (e-book) – romanzo di iniziazione – statunitense
  26. Lisa Randal – Passaggi curvi – (e-book) – saggio di fisica – statunitense
  27. Christopher Paolini – Eragon – (cartaceo) – romanzo fantasy- statunitense
  28. Stefano Gatti – Manuale del project finance – (cartaceo) – saggio di economia – italiano
  29. Robert J. Sawyer – La genesi della specie – (e-book) – romanzo ucronico fantascientifico – statunitense
  30. Stephen King (1) – La zona morta – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  31. Jack Vance (1) – Naufragio sul pianeta Tschai – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  32. Carla Maria Russo – Il cavaliere del giglio – (cartaceo) – romanzo storico – italiano
  33. Adamo, Pietro, Giacomo, Paolo – Le Apocalissi gnostiche – (cartaceo) – testo storico religioso – copto (egiziano)
  34. Vanna Gentili – la recita della follia – (cartaceo) – saggio teatrale – italiano
  35. Arthur Schopenauer – Saggio sulla visione degli spiriti – (cartaceo) – saggio filosofico paranormale – tedesco
  36. Tomaso, Maria, Verità, Filippo – I Vangeli gnostici – (cartaceo) – testo storico religioso – copto (egiziano)
  37. L’incanto dei macchiaioli nelle collezioni di Ida e Jacopo Jucker – (cartaceo) – saggio sulla pittura – italiano
  38. Bertolt Brecht (1) – I capolavori di Brecht – Vita di Galileo – (cartaceo) – opera teatrale – tedesco
  39. Bertolt Brecht (2) – I capolavori di Brecht – L’anima buona del Sezuan – (cartaceo) – opera teatrale – tedesco
  40. Bertolt Brecht (3) – I capolavori di Brecht – Il signor Puntilla e il suo servo Matti – (cartaceo) – opera teatrale – tedesco
  41. Bertolt Brecht (4) – I capolavori di Brecht – Il cerchio di gesso del Caucaso – (cartaceo) – opera teatrale – tedesco
  42. Philip K. Dick – Noi marziani – (e-book) – Romanzo fantascientifico – statunitense
  43. Tom Godwin – I superstiti di Ragnarok – (e-book) – Romanzo fantascientifico – statunitense
  44. Alfred Bester – L’uomo disintegrato – (e-book) – Romanzo fantascientifico – statunitense
  45. Alberto Manzi – Orzowei – (cartaceo) – Romanzo d’avventura, storico e d’iniziazione – italiano
  46. Dan Simmons (1) – Hyperion – (e-book) – Romanzo fantascientifico – statunitense
  47. John Keats – Iperione. La caduta di Iperione – (e-book) – poema in versi – inglese
  48. Dan Simmons (2) – La caduta di Hyperion – (e-book) – Romanzo fantascientifico – statunitense
  49. Jack Thorne, J. K. Rowling, John Tiffany – Harry Potter e la maledizione dell’erede – (e-book) – opera teatrale fantasy – inglese
  50. Ransom Riggs – La casa per bambini speciali di Miss Peregrine – (e-book) – romanzo fantastico – americano
  51. Doris Lessing (1) – Memorie di una sopravvissuta – (e-book) – romanzo fantascientifico – inglese
  52. Robert Sheckley – La decima vittima – (e-book) – racconti fantascientifici – statunitense
  53. Corrado Augias – Inchiesta su Gesù – (e-book) – saggio storico – italiano
  54. Daniel Keyes – Fiori per Algernon – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  55. John Wyndham – Il risveglio dell’abisso – (e-book) – romanzo fantascientifico – inglese
  56. Doris Lessing (2) – Shikasta – (e-book) – romanzo fantascientifico – inglese
  57. Stephen King (2) – La lunga marcia – (e-book) – romanzo fantascientifico – inglese
  58. Jack Vance (2) – Le insidie di Tschai – (e-book) – romanzo fantascientifico – statunitense
  59. Bernardo Fallani, Sergio Calamandrei, Andrea Gamannossi, Stefano Rossi, Paolo Piani, Mirko Tondi, Arianna Niccolai, Simone Innocenti, Paolo Romboni, Vario Cambi – Nelle fauci del mostro – (cartaceo) – racconti di cronaca – italiano
  60. Luciano Canfora- La democrazia – Storia di un’ideologia – (e-book) – saggio storico-politico – italiano
  61. Harry Turtledove – Invasione Atto Terzo – (e-book) – romanzo ucronico-fantascientifico – americano (in lettura)
  62. William Makepeace Thackeray – La fiera della vanità – romanzo satirico sociologico – inglese (in lettura)
  63. Luigi Calisi, Mike Resnick, Susanna Raule, Domenico Gallo, Lorenzo Crescentini, Sarah Pinsker – Robot 78 – (e-book) – Rivista di fantascienza – italiano (in lettura)

 

Risultati immagini per e reader pocket bookAnalizzando la lista dei libri letti nel 2012 avevo notato una prevalenza (per la prima volta nella mia vita di lettore) degli ebook sui cartacei (43 contro 21). Nel 2013 l’elettronico ha aumenta il distacco: i volumi in ebook sono stati 49 contro 23. Nel 2014 gli e-book sono stati 44 contro 12. Nel 2015 conto solo 12 cartacei su 61 letture. Nel 2016 su 60 libri completati (non conto i tre ancora in lettura), i cartacei sono stati 16, anche se, a rigore le 4 opere di Brecht erano riunite in un unico volume). Occorre poi notare che, anche questa volta, la maggior parte dei cartacei li ho letti nel periodo estivo, durante le ferie. Normalmente leggo in contemporanea un e-book e due cartacei (uno che tengo sul comodino e uno che mi porto appresso). Il libro da comodino è “La fiera delle vanità” e stenta a procedere, come al solito. Quest’anno sto anche leggendo una rivista (Robot 78) in pdf che devo leggere al PC, perché si legge male sull’e-reader, essendo impaginato su due colonne e con immagini. Insomma, come già evidenziato in passato, tolto i periodi di vacanza, per me ormai il solo modo di leggere è in e-book, grazie a quell’invenzione geniale che è il TTS (Text-To-Speech) con cui riesco a leggere durante i miei spostamenti a piedi o in auto o in palestra, con le auricolari. Occorre dire che ogni volta che scrivo di aver letto un e-book, intendo (quasi totalmente) che l’ho ascoltato con il TTS. Evviva allora la tecnologia, evviva gli e-book ed evviva il TTS, senza dei quali quest’anno avrei letto molto meno!

Quest’anno ho, colpevolmente, letto solo in italiano e bisognerà che l’anno prossimo rimedi a questa mancanza.

Quest’anno ho letto un solo volume di autori “poco noti” (esordienti o comunque editi di recente da case editrici minori o autoprodotti): “Nelle fauci del mostro”, contro i 7  del 2015, i 9 del 2014 e del 2013, i 12 del 2012, i 10 del 2011 e ben 30 del 2010) .

 

Gli autori che ho letto di più quest’anno sono stati:Risultati immagini per isaac asimov neanche gli dei

  • Isaac Asimov: 8 (3 nel 2015  e 2 nel 2014 e molti altri prima)
  • Bertolt Brecht: 4
  • Stephen King: 2 (4 nel 2015 e 5 nel 2014, altri prima e altri di sicuro in futuro)
  • Joe Lansdale: 2 (1 nel 2015 e 1 nel 2014)
  • Doris Lessing: 2 (1 nel 2013 – non penso che la leggerò più)
  • Dan Simmons: 2 (ne vorrei leggere almeno altri 2 nel 2017)
  • Jack Vance: 2

Nel 2013 avevo letto 7 libri di premi nobel, nel 2014 ne ho letti 4 e nel 2015 solo 3 (Italo Calvino, Saul Below e Svetlana Aleksievic) e nel 2016 ne ho letti 4 (1 Mo Yan, 1 Saramago e 2 Doris Lessing).

Nel 2016 le letture non di narrativa sono state 11, compresi due testi storici e un manuale, gli altri essendo  saggi di vario argomento, rispetto ai 18 volumi del 2014, e ai 15 del 2014.

Quest’anno, oltre ad aver voluto completare la rilettura dei cicli asimoviani, ho aderito a un gruppo di lettura denominato “Fratellanza della Fantascienza”, per il quale ho letto alcuni volumi di questo genere, che è dunque molto lievitato rispetto ai miei standard precedenti di lettura.  Se i libri espressamente fantascientifici sono 24 (9 nel 2015), comprese le ucronie, questi, assieme a opere di carattere variamente fantastico, arrivano a 28 (16 nel 2015).

Risultati immagini per Bertolt Brecht

Bertolt Brecht

Le opere di narrativa a carattere storico quest’anno sono 8 (2 nel 2015 e 8 nel 2014), cui si aggiungono un saggio storico e i due testi storico religiosi copti.

Gli italiani sono stati solo 8 (erano 12 nel 2015 e 25 nel 2014), sia per effetto della lettura di un minor numero di esordienti, sia per la prevalenza della fantascienza, per lo più statunitense.

Quest’anno, poi, si notano 5 opere teatrali, una sola opera poetica e 2 sole antologie di racconti.

E ora la domanda più difficile: quali letture mi sono piaciute, di più, senza limiti di genere?

Sulla Mia Libreria di anobii, ho assegnato 5 stellette (il massimo) a dieci libri.

Devo dire che sono tutte opere che porrei sullo stesso piano, senza nessuna che spicchi particolarmente. La più geniale, considerato anche quando fu scritta, è “Neanche gli Dei”, la più intrigante è “Hyperion”, la più curiosa “La casa dei bambini speciali di Miss Peregrine”, il più inquietante “La lunga marcia”, la formula letteraria che amo meno sono i racconti, quali sono quelli de “La decima vittima”, il più scontato è l’ennesimo volume di Harry Potter.

Ne segue la seguente classifica, dove la distanza tra il primo e l’ultimo volume si misura in decimi di punto in una scala da 1 a 10.

  1. Isaac Asimov – Neanche gli DeiRisultati immagini per hyperion simmons
  2. Dan Simmons- Hyperion
  3. Ransom Riggs – La casa per bambini speciali di Miss Peregrine
  4. Stephen King – La lunga Marcia
  5. Robert J. Sawyer – La genesi della specie
  6. Daniel Keyes – Fiori per Algernon
  7. Tom Godwin – I superstiti di Ragnarok
  8. Harry Turtledove – Invasione Fase Seconda
  9. Robert Sheckley – La decima vittima
  10. Jack Thorne, J. K. Rowling, John Tiffany – Harry Potter e la maledizione dell’erede

 

Molti di quelli cui ho assegnato 4 stellette sono comunque interessanti, anche se, per qualche motivo, non mi hanno convinto a pieno.

Quale libro mi ha deluso di più? Certamente i libri di Doris Lessing. Sebbene ne avessi già letto un altro suo, quest’anno ho voluto provare a leggerne due di tipo fantascientifico, considerato che si tratta di un premio nobel, ma ne sono rimasto profondamente deluso.

Anche i due romanzi di Jack Vance, soprattutto il secondo del ciclo di Tschai, si sono rivelati molto deludenti e lo stesso dicasi per  “L’uomo disintegrato” e “la città della morte rossa”. Poco entusiasmanti anche “Nessun luogo. Da nessuna parte” e “Le ore”.

E quanto a scrivere? Ho completato “Via da Sparta“, dunque quest’anno l’ho riletto più volte, e ho iniziato un’antologia di racconti che potrebbe chiamarsi “Apocalissi fiorentine”, nonché un romanzo sullo stesso tema, che devo decidere se inserire nella raccolta o trattare separatamente.

I libri che ho letto gli anni precedenti li trovate qui:

Nella mia Libreria su anobii trovate i commenti da me fatti a ciascuno. I link invece rimandano ai commenti sul mio blog.

Risultati immagini per Buon 2017

Buon 2017, ricco di nuove letture!

TUTTI I LIBRI DEL 2015

Anche questa volta, ecco l’elenco dei libri letti nell’anno. Ho continuato a censire regolarmente le mie letture su anobii e questo mi semplifica il compito, dato che per ognuno ho riportato, di volta in volta, varie informazioni, compreso la da di inizio e fine lettura.

 

  1. Haruki Murakami – 1Q84 – Libri 1 e 2: Aprile – Settembre – (ebook) – romanzo surreale
  2. Tahar Ben Jelloun – Il razzismo spiegato a mia figlia – (ebook) – saggio sociologico
  3. Ernst Jünger – Il libro dell’orologio a polvere – (ebook) – saggio storico
  4. VV. – IF – Insolito & Fantastico n.16 – Protofantascienza – (cartaceo) – rivista letteraria
  5. Giovanni Agnoloni – Sentieri di notte – (ebook) – romanzo
  6. James Dashner – Maze Runner n. 2 – La via di fuga – (ebook) – romanzo fantascientifico
  7. Delphine de Vigan – Gli effetti secondari dei sogni – (ebook) – romanzo
  8. Veronica Roth – Divergent – (ebook) – romanzo fantascientifico
  9. Amélie Nothomb – Antichrista – (ebook) – romanzo
  10. Haruki Murakami – 1Q84 – Libro 3: Ottobre – Dicembre – (ebook) – romanzo surreale
  11. Isaac Asimov – Il libro di fisica– (ebook) – saggio
  12. Aleksandr Solgenitsing – Una giornata di Ivan Denissovic – (cartaceo) – romanzo
  13. Stephen King – La Torre Nera n. 6 – La canzone di Susanna – (ebook) – romanzo fantastico
  14. Sergio Atzeni – Passavamo sulla terra leggeri – (ebook) – romanzo
  15. James Dashner – Maze Runner n. 3 – La rivelazione – (ebook) – romanzo fantascientifico
  16. Tiffany Baker – La ragazza gigante di Aberdeen – (ebook) – romanzo
  17. Platone- Simposio – (cartaceo) – filosofia
  18. Isaac Asimov – Paria dei cieli – (ebook) – romanzo fantascientifico
  19. Arthur C. Clarke – 2001 odissea nello spazio – (ebook) – romanzo fantascientifico
  20. Natalie Goldberg – Scrivere zen – manuale di scrittura creativa – (cartaceo) – saggio letterario
  21. Amélie Nothomb – Barbablù – (ebook) – romanzo
  22. Haruki Murakami – Nel segno della pecora – (ebook) – romanzo surreale
  23. Louis-Ferdinand Céline – Viaggio al termine della notte – (ebook) – romanzo
  24. Stephen KingLa Torre Nera n. 7La Torre Nera – (ebook) – romanzo fantastico
  25. Saul Below – Herzog – (cartaceo) – romanzo
  26. Valerio Massimo Manfredi – Il mio nome è nessuno – Il giuramento – (ebook) – romanzo storico
  27. Irving Stone – Il tormento e l’estasi – (ebook) – romanzo storico
  28. Italo Calvino – Lezioni americane – Sei proposte per il prossimo millennio – (ebook) – saggio letterario
  29. Malgorzata Omilanowska, Johanna Egert Romanowska – Le guide Mondadori – Germania – (cartaceo) – guide
  30. Victor Hugo – Notre Dame de Paris – (cartaceo) – romanzo storico
  31. Philip Roth – Pastorale americana – (ebook) – romanzo
  32. Christopher Hibbert – Ascesa e caduta di casa Medici – (cartaceo) – saggio storico
  33. VV. – IF – Insolito & Fantastico n. 17 – Fantapolitica – (cartaceo) – rivista letteraria
  34. Franz Werfel – Una scrittura femminile azzurro pallido – (cartaceo) – romanzo
  35. Barbara Radcliffe – Monaco – (cartaceo) – guide
  36. Vincent Grandferry, Giullaume Girard, Diane Gilly, ecc. – Monaco – Cartonville – (cartaceo) – guide
  37. Joe R. Lansdale – La foresta – (ebook) – romanzo
  38. Robert Galbraith (alias J.K. Rowlings) – Il richiamo del cuculo – (ebook) – romanzo giallo
  39. Roberto Baricco – Mr Gwyn – (ebook) – romanzo
  40. Mikhail Bulgakov – I racconti di un giovane medico (ebook) – romanzo autobiografico
  41. Oliver Sacks – L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello – (ebook) – saggio medico
  42. Nadia Mogni – La bambina surgelata – (ebook) – racconti
  43. Silvia Ronchey – Ipazia – La storia vera – (ebook) – saggio storico
  44. Vittorio Bacelli – La filosofia dei viaggi nel tempo – (ebook) – saggio filosofico
  45. Jules Verne – Cinque settimane in pallone – (ebook) – romanzo d’avventura
  46. Nadia Mogni – Storie senza mutande – (ebook) – racconti
  47. Michael Suk-Young Chwe – Rational ritual – Culture, Coordination, and Common Knowledge – (ebook) – saggio sociologico – In inglese.
  48. Andy Weir – The Martian – (ebook) – romanzo fantascientifico – In inglese
  49. Stephen King – On Writing – Autobiografia di un mestiere – (ebook) – saggio letterario
  50. Mark Rowlands – Il lupo e il filosofo – Lezioni di vita dalla natura selvaggia – (ebook) – saggio filosofico
  51. Don De Lillo – Punto Omega – (ebook) – romanzo
  52. Jonatham Lethem – Concerto per archi e canguro (ebook) – romanzo giallo surreale
  53. Michael Crichton – L’isola dei pirati – (cartaceo) – romanzo d’avventura
  54. Iain M. Banks – L’Impero di Azad – (ebook) – romanzo fantascientifico
  55. Simon Beckett – La chimica della morte – (ebook) – romanzo
  56. Svetlana Aleksievic – Tempo di seconda mano – La vita in Russia dopo il crollo del comunismo – (ebook) – saggio politico
  57. Isaac Asimov – Preludio alla Fondazione – (ebook) – romanzo fantascientifico
  58. Jack London – Il vagabondo delle stelle – (ebook) – romanzo fantastico d’avventura
  59. Stephen King – La Torre Nera n. 8 – La leggenda del vento – (ebook) – romanzo fantastico
  60. VV. – IF – Insolito & Fantastico – Star Trek – (cartaceo) – rivista letteraria
  61. Iain M. Banks – Volgi lo sguardo al vento – (ebook) – romanzo fantascientifico
  62. Ubaldo Nicola, Enzo Ruffaldi, Piero Carelli – Il nuovo pensiero plurale –Vol. 1A, 1 B – (cartaceo) – saggio filosofico – in lettura

 

Analizzando la lista dei libri letti nel 2012 avevo notato una prevalenza (per la prima volta nella mia vita di lettore) degli ebook sui cartacei (43 contro 21). Nel 2013 l’elettronico ha aumenta il distacco: i volumi in ebook sono stati 49 contro 23. Nel 2014 gli e-book sono stati 44 contro 12. Nel 2015 conto solo 12 cartacei su 61 letture (la 62esima, essendo incompleta non la considero in queste statistiche). Stesso valore assoluto dell’anno precedente, ma meno ancora in percentuale. Occorre poi notare che, anche questa volta, la maggior parte dei cartacei li ho letti nel periodo estivo, durante le ferie. Normalmente leggo in contemporanea un e-book e due cartacei (uno che tengo sul comodino e uno che mi porto appresso). Il libro che avevo sul comodino a inizio anno (“Il nuovo pensiero plurale”) è ancora lì e non per colpa sua. Se fosse stato un e-book l’avrei finito in un paio di settimane. Insomma, tolto i periodi di vacanza, per me ormai il solo modo di leggere è in e-book, grazie a quell’invenzione geniale che è il TTS (Text-To-Speech) con cui riesco a leggere durante i miei spostamenti a piedi o in auto, con le auricolari. Occorre dire che ogni volta che scrivo di aver letto un e-book, intendo (quasi totalmente) che l’ho ascoltato con il TTS. Evviva allora la tecnologia, evviva gli e-book ed evviva il TTS, senza dei quali quest’anno avrei letto meno di 15 libri; una vera tristezza!

Per la prima volta ho usato, con soddisfazione, il TTS anche con due libri in inglese.

 

Alessandro Baricco

Anche quest’anno ho letto alcuni autori “poco noti” (esordienti o comunque editi di recente da case editrici minori o autoprodotti). Sono stati 7 (contro i 9 del 2014 e del 2013, nel 2012, invece, ne avevo letti 12, nel 2011 altri 10 e nel 2010 ben 30) . Conto però anche 3 volumi di “IF – Insolito & Fantastico” che riuniscono, accanto altri famosi, autori meno noti.

 

Gli autori che ho letto di più quest’anno sono stati:

Stephen King: 4 (5 nel 2014)

Isaac Asimov: 3 (2 nel 2014)

Haruki Murakami: 3 (1 nel 2014)

Nadia Mogni: 2

James Dashner: 2 (1 nel 2014)

Amélie Nothomb: 2

 

King e Asimov erano presenti anche nella lista dei libri più letti nel 2013 con 2 volumi ciascuno.

 

Nel 2013 avevo letto 7 libri di premi nobel, nel 2014 ne ho letti 4 e nel 2015 solo 3 (Italo Calvino, Saul Below e Svetlana Aleksievic), forse per effetto delle delusioni che spesso gli autori premiati mi hanno dato.

 

Nel 2015 le letture non di narrativa sono state più abbondanti, con 11 saggi di vario argomento, 3 riviste letterarie, 1 classico della filosofia e 3 guide, per un totale di 18 volumi, 3 più che nel 2014.

Stephen King

Se i romanzi espressamente fantascientifici sono 9, questi, assieme a opere di carattere variamente fantastico (da Murakami a King), arrivano a 16. Le opere di narrativa a carattere storico quest’anno sono solo 2, senza contare “L’isola dei pirati”, a sfondo storico (erano  8 nel 2014).

 

Gli italiani sono stati solo 12 (erano 25 nel 2014), anche per effetto della lettura di un minor numero di esordienti.

 

E ora la domanda più difficile: quali letture mi sono piaciute, di più, senza limiti di genere?

 

Sulla Mia Libreria di anobii, ho assegnato 5 stellette (il massimo) a:

  1. Mr Gwyn – Alessandro Baricco
  2. La Torre Nera- Vol. 7 – Stephen King
  3. L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello – Oliver Sacks
  4. La chimica della morte – Simon Beckett
  5. Una giornata di Ivan Denissovic – Aleksandr Solgenitsing
  6. Antichrista – Amélie Nothomb
  7. Una scrittura femminile azzurro pallido – Franz Werfel
  8. Il libro dell’orologio a polvere – Ernst Jünger
  9. 1Q84 – Libri 1 e 2 – Haruki Murakami
  10. L’isola dei pirati – Michael Crichton
  11. La ragazza gigante della Contea di Aberdeen – Tiffany Baker

    Oliver Sacks

  12. Gli effetti secondari dei sogni – Delphine De Vigan

 

Ho provato a ordinarli da quello che mi è piaciuto di più a quello che mi è piaciuto di meno, ma la classifica è molto “fragile”. Domani potrei anche rovesciarla! Per ora diciamo che la palma di miglior lettura del 2015 va a Baricco.

Molti di quelli cui ho assegnato 4 stellette sono comunque interessanti, anche se, per qualche motivo, non mi hanno convinto a pieno.

Quale libro mi ha deluso di più? A differenza di altri anni, nel 2015 nessuna lettura mi è parsa del tutto inutile o negativa.

 

I libri che ho letto gli anni precedenti li trovate qui:

Nella mia Libreria su anobii trovate i commenti da me fatti a ciascuno. I link invece rimandano ai commenti sul mio blog.

 

Buon 2016 ricco di nuove letture!

 

 

TUTTI I LIBRI DEL 2014

Tiziano Terzani

Anche quest’anno voglio provare a fare un elenco dei libri letti da gennaio a dicembre. Ho continuato a censire regolarmente le mie letture su anobii e questo mi semplifica il compito, dato che per ognuno ho riportato varie informazioni, compreso la da di inizio e fine lettura.

Considererò come letture del 2014, quelle finite nell’anno.

Ecco, dunque, l’elenco, in ordine cronologico, dalla prima all’ultima lettura.

 

20) Avventura nell’iperspazio- John W. Campbell – (e-book) – romanzo fantascientifico.

 

Analizzando la lista dei libri letti nel 2012 avevo notato una prevalenza (per la prima volta nella mia vita di lettore) degli ebook sui cartacei (43 contro 21). Nel 2013 l’elettronico ha aumenta il distacco: i volumi in ebook sono stati 49 contro 23. Nel 2014 gli e-book sono stati 44 contro 12. Occorre poi notare che la maggior parte dei cartacei li ho letti nel periodo estivo, durante le ferie. Normalmente leggo in contemporanea un e-book e due cartacei (uno che tengo sul comodino e uno che mi porto appresso). Il libro che avevo sul comodino a fine agosto è rimasto lì fino alla fine dell’anno e non per colpa sua. Se fosse stato un e-book sono certo che in una settimana l’avrei finito. Tra i cartacei che mi porto appresso, da agosto a fine dicembre, ce ne sono stati solo due, entrambi di modeste dimensioni. Insomma, tolto i periodi di vacanza, per me ormai il solo modo di leggere è in e-book, grazie a quell’invenzione geniale che è il TTS (Text-To-Speech) con cui riesco a leggere durante i miei spostamenti a piedi o in auto, con le auricolari. Evviva allora la tecnologia, evviva gli e-book ed evviva il TTS, senza dei quali quest’anno avrei letto meno di 15 libri, una vera tristezza!

 

Tra le letture c’è un solo libro mio, “Ansia assassina”, che ho riletto per predisporre una possibile nuova edizione. Se il 2013 era stato piuttosto denso di pubblicazioni (un nuovo romanzo, la riedizione di un altro e sei raccolte di poesie più cose minori), quest’anno, invece, non ho pubblicato nulla e anche l’attività di scrittura procede a rilento, per mancanza di tempo, concentrata solo su un romanzo ucronico, ancora lontano da una possibile pubblicazione.

 

Anche quest’anno ho letto alcuni autori “poco noti” (esordienti o comunque editi di recente da case editrici minori o autoprodotti). Senza contare i miei sono stati 9 (come nel 2013, nel 2012, invece, ne avevo letti 12, nel 2011 altri 10 e nel 2010 ben 30) Non conto quello di Elisabetta Cametti, che sebbene esordiente ha pubblicato con Giunti con una discreta promozione. Ben tre sono di Sergio Calamandrei e fanno parte del progetto Sesso Motore.

 

Gli autori che ho letto di più quest’anno sono stati:

  • Stephen King: 5
  • Sergio Calamandrei: 3
  • Jeremy Rifkin: 2
  • Alessandro Baricco: 2
  • Joe R. Lansdale: 2
  • Isaac Asimov: 2
  • Andrea Frediani: 2
  • Haruki Murakami: 2 (uno in lettura)

King e Asimov erano presenti anche nella lista dei libri più letti nel 2013 con 2 volumi ciascuno.

 

Nel 2013 avevo letto 7 libri di premi nobel, quest’anno solo 4: Panuk, Hemingway, Modiano e Grass.

 

Nel 2014 le letture non di narrativa sono state più abbondanti, con 4 manuali, 1 volume illustrato e ben 8 saggi di vario argomento e 2 riviste letterarie, per un totale di 15 volumi.

Se i romanzi espressamente fantascientifici sono solo 4, questi, assieme a opere di carattere variamente fantastico, arrivano a 15. Le opere di narrativa a carattere storico, comprese le ucronie, sono 8.

Gli italiani sono stati 25.

 

Quali letture mi sono piaciute, di più, senza limiti di genere?

Direi:

 

Il migliore tra questi? Davvero difficile dirlo. Ai romanzi di King mi sono ormai appassionato e rischio di essere poco obiettivo, la grandezza di Hugo è incontestata, l’interesse dei saggi di Rifkin e Diamond è notevole, “Il labirinto”, pur opera leggera, è molto coinvolgente, Lansdale ha un bel piglio ma forse è un po’ ripetitivo, Grass è una bella scoperta, il saggio autobiografico di Terzani, non solo è interessante ma riesce a essere istruttivo e emozionante. Di tutti, forse, quello che mi ha stupito di più è stato proprio Terzani. Sebbene in un altro momento avrei potuto scegliere come miglior libro uno qualunque degli altri, voglio dare la palma per quest’anno  (sembra anche un buon auspicio per questo capodanno) a:

La fine è il mio inizio di Tiziano Terzani.

 

Quale libro mi ha deluso di più? A parte gli autori poco noti, che non possono che stupirmi in positivo, tra i libri famosi, “Sonno profondo” mi ha lasciato indifferente per la sua piattezza e “Romanitas” mi ha indispettito per la mancanza di fantasia. “Avventure nell’iperspazio” può essere letto come un esempio di letteratura “vintage”, ma è davvero ingenuo. Sebbene abbia ormai capito che aver vinto un premio nobel non voglia dire per forza che i libri di questi autori mi debbano piacere, ma sia Modiano che Panuk mi hanno profondamente deluso, considerata la loro importanza (peraltro ho molto apprezzato Grass).

 

I libri che ho letto gli anni precedenti li trovate qui:

–          2013

–          2012,

–          2011,

–          2010,

–          2009,

–          2008,

–          2007.

Nella mia Libreria su anobii trovate i commenti da me fatti a ciascuno. I link invece rimandano ai commenti sul mio blog.

 

Buon 2015 ricco di nuove letture!

 

L’IMPOSSIBILE IMPRESA DI FARE UN ELENCO DI LIBRI PREFERITI

Ovvero la differenza tra libri e frutta

 

D’estate ci si lascia andare un po’ di più a pensieri oziosi. Mentre camminavo, mi chiedevo quale fosse il mio frutto preferito, da lì sono passato a stilarne una sorta di peraclassifica. Mi sono quindi chiesto cosa ne potessi fare? Pubblicarla su Facebook o sul blog? Il mio blog si occupa di libri, dunque mi è parso poco coerente oltre che, genericamente, inutile pubblicarla lì. Farlo su Facebook mi è parso, alla pari, quanto meno idiota. Mi sono però detto che avrei, invece potuto predisporre una lista di romanzi. Anche una simile lista è piuttosto fine a se stessa e di scarso interesse per i frequentatori dei social network, anche se non ne mancano esempi in giro.

Ho però cominciato a ragionare su come farla e pensato che forse di (leggermente) maggior interesse potrebbe essere una riflessione sul metodo per arrivare a una simile classifica.

Apparentemente scrivere le due liste (i frutti e i libri preferiti) sembrerebbe comportare un processo simile, ma ritengo che non sia così.

Se voglio indicare i miei frutti preferiti, posso agevolmente farlo con riferimento a un momento temporale preciso, per esempio (è sicuramente la scelta più facile) a oggi.

Sebbene per alcuni frutti siano passati mesi dall’ultima volta che li ho mangiati, ho ben chiaro quali siano i loro sapori e le sensazioni che ho provato. Di ciascuno, nel tempo, ho potuto provare diversi esemplari. Da ciascuna degustazione, ho tratto una percezione e un concetto preciso del singolo frutto (potremmo quasi dire “l’idea platonica del frutto”). È cioè facile risalire dalle particolari esperienze del passato a un’idea generale che posso ritenere attuale. Presumibilmente da bambino amavo frutti diversi da oggi, ma, a mia memoria, non ci sono state grosse variazioni.

Posso allora stilare la seguente lista, riportando tra parentesi una veloce motivazione:

1-      pere (amo soprattutto quelle succose, ma sono quasi sempre buone);

2-      mele (difficile trovarne una cattiva, ma quelle buone sono inferiori a una buona pera);

3-      banane (non ne mangerei in continuazione):

4-      manghi (sapore un po’ particolare e scomodi da mangiare);

5-      albicocche (devono essere mature);

6-      susine (se sono dure, non le sopporto);

7-      uva (peccato per i semi);

8-      ciliegie (purché non siano sfatte);

9-      ananas (purché non sia aspro);

10-   fragole (senza zucchero, spesso, non le riesco a mangiare).

libro anticoMi fermo ai primi dieci. Chiaramente non ho considerato frutti esotici non commercializzati che non conosco, ma se mi limito all’insieme dei frutti che comunemente si trovano in circolazione, predisporre l’elenco è piuttosto semplice. Ho dato la preferenza a frutta che consumo senza alcun trattamento. Le fragole sono finite a fondo lista, per esempio, perché mi piacciono con zucchero e panna, assai meno senza. Le pesche le tollero solo con aggiunta di zucchero. Lo stesso i mirtilli. Dunque non sono in lista. Anche gli elementi per decidere la posizione in classifica sono pochi e chiari (dolcezza, morbidezza, succosità, consistenza, asprezza, comodità).

Con i libri è tutto un altro discorso. Innanzitutto sono del tutto consapevole di avere una conoscenza limitatissima di tutti i libri pubblicati.

Solo su anobii sono censiti milioni di libri. Non è possibile neanche lontanamente ricordare o conoscere i nomi di tutti gli autori che abbiano pubblicato qualcosa. Anche per la frutta posso dire che ci sono in natura frutti che non consideriamo neppure, ma posso fidarmi abbastanza dell’esperienza delle generazioni che mi hanno preceduto e del fatto che la frutta commestibile e divenuta tale per effetto di opera di selezione umana. Posso dare per scontato che la frutta non consumata abitualmente sia meno buona dell’altra. Le eccezioni ritengo siano davvero limitate o, più probabilmente inesistenti. La mia selezione riguarda dunque quasi per intero l’universo “frutta commestibile commercializzata”.

Con i libri non è affatto così. Posso accedere a milioni di titoli. L’universo “libri leggibili commercializzati” è sterminato e inconoscibile per un singolo lettore. Non posso limitarmi a leggere i titoli consigliati da qualcuno, sia questo il comitato che assegna il Premio Nobel (ho letto pessimi romanzi di autoripremiati), la scuola italiana o di un’altra nazione, la critica letteraria (quali critici?), gli amici, i social network. Comunque sia, sono certo che non verranno considerati titoli ottimi e saranno invece suggeriti titoli che non apprezzerò come mi sarei potuto aspettare fidandomi del consiglio di lettura.

Come posso fare la mia lista? Chiaramente dovrò avere l’onesta di dire: “questi sono i libri che mi sono piaciuti di più, tra quelli che ho letto”, analogamente a quanto faccio per la frutta, ma mentre il campione di frutta da me esaminato in cinquant’anni di vita lo considero esaustivo, pur essendo un “grande lettore” (leggendo circa un libro a settimana), nella mia vita ho letto solo una parte infinitesimale della produzione letteraria mondiale e persino di quella nazionale. Non so quanti libri ho letto, ma posso fare una stima (per eccesso), immaginando di aver letto circa 50 libri all’anno per 43 anni (dal mio settimo anno al mio cinquantesimo). La semplice moltiplicazione mi dà 2.150 libri. Immaginiamo di considerare solo 1 milione di libri “importanti” (stima decisamente modesta): vuol dire che ne ho letti appena lo 0,215%! E tra questi ci sono molti libri “inessenziali” e senza alcuna speranza di finire in classifica.

Le differenze tra libri e frutta non finiscono qui.

Il problema con i libri, è che la mia valutazione dipende da numerosissimi fattori. Diciamo che, in linea di massima, mi aspetto che un libro eccella, almeno come trama, personaggi, stile, originalità generale, sensazioni trasmesse, struttura, ambientazione, spettacolarità, suspance, avventura, linguaggio e che abbia, magari, anche alcuni elementi che gli danno sostanza come magia, amicizia, amore, competizione, conflitto, ritualità, crescita, morte (insomma quelli che ho chiamato gli “ingredienti magici” commentando i romanzi di Harry Potter).

La mia valutazione di ciascuno di questi elementi differisce di anno in anno, se non di momento in momento.

Leggere un libro in un giorno o in un altro mi dà diverse sensazioni. Se leggo un bel romanzo di un autore mai letto prima, posso esserne affascinato, ma quando poi ne leggo un secondo, sebbene esattamente pari al primo, le mie sensazioni sono molto meno favorevoli, anche se i pregi dei due libri sono gli stessi. Questo perché la nuova lettura non ha aggiunta nulla alla prima. Dunque valuterò meno il secondo romanzo. Il giudizio avrebbe potuto essere invertito se la lettura fosse avvenuta in ordine inverso. Due autori che mi hanno dato questa sensazione sono Dan Brown e Joe R. Lansdale. Leggere “Il codice Da Vinci” mi è piaciuto molto. Ripetere l’esperienza con “Angeli e Demoni” ha rinnovato il piacere (con in più un’ambientazione in luoghi a me ben noti che mi incuriosiva). La lettura de “Il simbolo perduto” mi ha dato una sensazione di inutilità, ripetendosi esattamente gli stessi schemi. Al punto che ancora non oso leggere “Inferno”, sebbene l’ambientazione fiorentina mi stimoli. Ritengo che se avessi letto i tre libri in ordine inverso, sarei stato deluso da “Il Codice Da Vinci” almeno quanto lo sono stato da “Il simbolo perduto”.

Indubbiamente poi si attraversano nella vita diverse fasi, in ciascuna delle quali amiamo di più o di meno certi libri. Nel fare questo elenco dobbiamo tenere conto solo dei nostri gusti attuali?

Se da bambino amavo Emilio Salgari, da ragazzino Isaac Asimov, da adolescente Herman Hesse e Milan Kundera li dovrei porre ai primi posti del mio elenco o, considerando che oggi non li considero così interessanti come allora, dovrei escluderli? Per poter valutare una lettura del passato dovrei rifarla oggi, ma questo è difficile, avendo ancora migliaia, se  non milioni di libri mai letti da esplorare. Non posso ricominciare da capo solo per fare una graduatoria. Di recente sto rileggendo i cicli di Isaac Asimov e, chiaramente, le sensazioni sono ben diverse da quelle di 30-40 anni fa, sia perché sono cambiato io, sia perché sono cambiate la letteratura e il mondo.

Come conciliare dunque i gusti degli infiniti Carlo Menzinger che si sono succeduti negli ultimi cinquant’anni? Una soluzione potrebbe essere quella di concentrarsi solo su autori e romanzi che oggi mi danno le sensazioni più positive. Un’altra potrebbe essere di ponderare di più le letture recenti, ma non escludere quelle vecchie. Un’ulteriore soluzione potrebbe essere di cercare di dare pari peso alle letture più amate, cercando di ricordare quali siano stati i libri che mi sono di volta in volta piaciuti di più. Nessuno degli elenchi che potrei ottenere con questi metodi sarebbe soddisfacente, perché sarei consapevole della sua imperfezione. C’è poi il limite della memoria. Riuscirei a ricordarmi veramente tutte le sensazioni positive e negative lasciatemi da tutti i libri che ho letto e confrontarle tra loro?

Insomma, se una lista di frutta può essere fatta e, ugualmente lascia insoddisfatti, perché sappiamo di aver escluso forse ingiustamente, per esempio noci e castagne, una lista dei libri preferiti è pressoché impossibile da fare in modo soddisfacente.

Eppure a un lettore e a un autore tocca spesso dover rispondere all’apparente banale (ma insidiosissima) domanda: quali sono i tuoi libri preferiti? Occorre dunque trovare un compromesso.

 

Proviamo allora a costruire assieme un possibile elenco.

Ultimamente ho segnalato sul mio blog i libri migliori tra quelli letti nell’anno.

 

Per il 2013 avevo segnalato:

1)      Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

2)      Il giardino segreto

3)      Il vecchio e il mare

4)      Il signore delle mosche

5)      Caino

6)      Middlesex

7)      Le vergini suicide

8)      Lo scudo di Talos

9)      Il complotto contro l’America

10)  Intervista con il vampiro

11)  Il seggio vacante

12)  David Copperfield

13)  La cattedrale del mare

 

Per il 2012, in ordine sparso, citavo come migliori letture:

 

Per il 2011 scrivevo:

“Al primo posto segnalerei La Strada di McCarthy, il miglior libro tra quelli letti quest’anno e forse anche in passato. In classifica lo farei seguire subito da altri romanzi di qualità, come Trilogia della città di K., La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempoCecitàNon Lasciarmi e Io sono Leggenda.

Appena un gradino più sotto segnalarei ItL’indagine del Tenente GregoryLa solitudine dei numeri primi, Esercizi di stileMille e una luna, L’uomo greco, Il ProfetaIl Trono di Spade, Uomini che odiano le Donne, Alexandros, Io sono Dio e Accabadora.

Tra gli esordienti mi hanno colpito soprattutto Massimiliano PrandiniSilvio Donà Alessandro Bastasi.”

 

Per gli anni precedenti non ho classifiche ma ho gli elenchi dei libri letti e ricostruirei così quella del 2010:

1-      Il donatore – Lois Lowry – Giunti

2-      It – Stephen King – Sperling & Kupfer (letto nel 2010 e finito all’inizio del 2011)

3-      Incubi – Dean R. Koontz – Sperling & Kupfer

4-      Amabili resti – Alice Sebold – e/o

 

E così il 2009:

1-      Il Vangelo secondo Gesù Cristo – Josè Saramago

2-      L’Alchimista – Paul Coelho

3-      Solaris – Stanislaw Lem

4-      La fine dell’eternità – Isaac Asimov

E il 2008:

1-      Harry Potter e i doni della Morte – Joanne K. Rowling – Edizioni Salani

2-      Finzioni – Jorge Luis Borge –Einaudi

3-      Il Libro degli Yilané – Harry Harrison – Editrice Nord.

4-      La steppa – Anton Cechov – La Nuova Italia

5-      Il mondo nuovo – Aldous Huxley – Oscar Mondadori

6-      Roma Eterna – Robert Silverberg

7-      Il cacciatore di aquiloni – Khaled Hosseini – Piemme

 

L’ultimo anno per il quale ho un censimento sistematico delle letture è il 2007, ne estrarrei i seguenti titoli:

1-      Come dio comanda – Niccolò Ammaniti

2-      L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafón – Mondadori

3-      Lolita – Vladimir Nabokov – La Biblioteca di Repubblica

4-      I pilastri della terra – Ken Follett – Oscar Mondadori.

5-      Fuori da un evidente destino – Giorgio Faletti – Baldini, Castaldi Dalai Editore

6-      Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon – Einaudi

7-      Harry Potter e il Principe Mezzosangue – J. K. Rowling – Salani Editore

8-      La verità del ghiaccio – Dan Brown – Mondadori

9-      Do androids dream of electric ship – Philip K. Dick – Ballantine Books

10-   Imperium – Robert Harris – Arrow Books

 

Per questi primi sei mesi del 2014 segnalerei, più o meno alla pari, ma in ordine sparso:

–          La chiamata dei tre di Stephen King

–          Terre desolate di Stephen King

–          Acqua buia di Joe R. Lansdale

–          Cielo di sabbia di Joe R. Lansdale

–          Norwegian Wood – Tokyo Blues di Haruki Murakami

 

Vediamo allora di fare una classifica delle letture dal 2007 a fine giugno 2014. Alcuni libri appartengono a dei cicli che costituiscono di fatto una storia unitaria, accorperei dunque i sette romanzi della Rowlings su Harry Potter e il ciclo della Torre Nera di King.

 

1-      La Strada – Cormac McCarthy

2-      Harry Potter (ciclo) – Joanne K. Rowling

3-      La Torre Nera (ciclo) – Stephen King

4-      Il Supplizio del Legno di Sandalo – Mo Yan

5-      Il Vangelo secondo Gesù Cristo – Josè Saramago

6-      Kafka sulla Spiaggia – Haruki Murakami

7-      Armi, Acciaio e Malattie – Jared Diamond

8-      Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve – Jonas Jonasson

9-      La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo – Audrey Niffenegger

10-    Se Niente Importa – Jonathan Safran Foer

11-   Trilogia della città di K. – Agota Kristof

12-   22/11/’63 – Stephen King

13-    Finzioni – Jorge Luis Borges

14-   Il vecchio e il mare – Hernest Hemingway

15-   It – Stephen King

16-   Cecità – José Saramago

17-   Che ne è stato di Te, Buzz Aldrin? – Johan Hasrtad

18-   Io sono Leggenda – Richard Matheson

19-   L’Alchimista – Paul Coelho

20-   Il donatore – Lois Lowry

21-   Il Libro degli Yilané – Harry Harrison

22-   L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafón

23-   Non Lasciarmi – Kazuo Ishiguro

24-   Il giardino segreto – Francis Hodgson Burnett

25-    Lolita – Vladimir Nabokov

26-   Solaris – Stanislaw Lem

27-   Caino – José Saramago

28-   Cielo di sabbia – Joe R. Lansdale

29-   I pilastri della terra – Ken Follett

30-   La fine dell’eternità – Isaac Asimov

31-   Il signore delle mosche – William Golding

 

Un simile elenco, per quanto impreciso, rappresenta però un quadro abbastanza corretto delle letture più interessanti che ho fatto negli ultimi anni. Indubbiamente, però lascia fuori moltissimi libri che ho letto negli anni precedenti. Mi parrebbe ingiusto tralasciare tanti titoli che hanno avuto un discreto peso nella mia formazione. Per aggiungerli alla classifica, dovrei però affidarmi solo alla memoria. Penso, innanzitutto, a tutte le letture fatte da bambino (già allora leggevo molto, forse persino un libro al giorno). E cosa dire dei fumetti?

Alla classifica andrebbero dunque aggiunti almeno i seguenti (in ordine sparso):

–          Il lupo della steppa – Herman Hesse

–          L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera

–          I Pirati della Malesia (ciclo) – Emilio Salgari

–          I Corsari delle Bermude (ciclo) – Emilio Salgari

–          I Viaggi Straordinari (ciclo) – Jules Verne

–          Cento anni di solitudine – Gabriel Garcia Marquez

–          Così parlò Zarathustra – Friedrich Nietzsche

–          Uno, nessuno e centomila – Luigi Pirandello

–          Il castello – Franz Kafka

–          La metamorfosi – Franz Kafka

–          L’interpretazione dei sogni – Sigmund Freud

–          Il ritratto di Dorian Gray – Oscar Wilde

–          Doctor Faustus – Thomas Mann

–          Memorie di un cacciatore – Ivan Turgenev

–          Sogno di una notte di mezza estate – William Shakespeare

–          Candide – Voltaire

–          Il principe – Niccolò Macchiavelli

–          Le tragedie – Sofocle

–          Odissea – Omero

–          Iliade – Omero

–          Guerra e Pace – Lev Tolstoj

–          Il maestro e Margherita – Michail Afanas’evič Bulgakov

–          Cuore di cane – Michail Afanas’evič Bulgakov

–          Il processo – Franz Kafka

–          L’arte di amare- Erich Fromm

–          Ipotesi su Gesù – Vittorio Messori

–          Il complesso dell’imperatore- Carolus L. Cergoly

–          I figli della terra (ciclo) – Jean M. Auel

–          La collina dei conigli – Richard Adams

–          I nostri antenati (ciclo) – Italo Calvino

–          Il deserto dei tartari – Dino Buzzati

–          I cicli Robot, Impero e Fondazione (cicli) – Isaac Asimov

–          Il nome della Rosa – Umbero Eco

–          Il codice Da Vinci – Dan Brown

–          Narciso e Boccadoro – Herman Hesse

–          Siddharta – Herman Hesse

–          Ti con Zero – Italo Calvino

–          1984 – George Orwell

–          La fattoria degli animali – George Orwell

–          Il piccolo principe – Antoine de Saint- Exupéry

–          Vita e avventure di Robinson Crusoe – Daniel Defoe

–          La peste – Albert Camus

–          Il male oscuro – Giuseppe Berto

–          Il popolo dell’autunno – Ray Bradbury

–          Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carroll

–          Il pianeta delle scimmie – Pierre Boulle

–          Trilogia di Topolino – Walt Disney

–          Viaggio allucinante – Isaac Asimov

–          Oblomov – Ivan Goncharov

–          Avere o essere – Erich Fromm

–          Ulisse – James Joyce

–          Moby Dick – Herman Melville

–          Al Dio sconosciuto – John Steinbeck

–          Furore – John Steinbeck

–          Visioni – William Blake

–          O Capitano! Mio capitano! – Walt Whitman

–          La Divina Commedia – Dante Alighieri

–          Paradiso Perduto – John Milton

–          La fabbrica di cioccolato – Roald Dahl

–          La collina dei conigli – Richard Adams

–          I fiori del male – Charles Baudelaire

–          Il gabbiano Jonathan Livingstone – Richard Bach

–          I viaggi di Gulliver – Jonathan Swift

–          Orlando – Virginia Wolf

 

Sicuramente ne ho dimenticati molti importanti (per me). Volutamente non ho riportato alcuni titoli che mi stanno ancora più a cuore: quelli che ho scritto io. Se avessi inserito in lista almeno questi:

–          Il Colombo divergente – Carlo Menzinger

–          Giovanna e l’angelo – Carlo Menzinger

–          La bambina dei sogni – Carlo Menzinger

considerato il numero di volte che li ho letti e la rispondenza ai miei gusti, dovrebbero di sicuro occupare le primissime posizioni.

 

Mescolare le due liste (quella del passato più antico e quella delle ultime letture) non sarebbe corretto, ma in conclusione di questa lunga riflessione, vorrei almeno tirar fuori una lista di libri (che sono stati) fondamentali per me. Quello che cercherò di fare è di immedesimarmi nell’epoca in cui li ho letti. Darò dunque pari peso alle letture infantili, giovanili e dell’epoca adulta. Questo porterà la lista a essere sbilanciata dal peso delle opere lette nei primi anni, quando l’emozione della lettura era ancora intatta e più forte.

 

1-      I pirati della Malesia (ciclo) – Emilio SalgariFoto: seguiteci su www.caffeinamagazine.it

2-      I viaggi straordinari (ciclo) – Jules Verne

3-      Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carroll

4-      I viaggi di Gulliver – Jonathan Swift

5-      Iliade e Odissea – Omero

6-      Trilogia di Topolino – Walt Disney

7-      Harry Potter (ciclo) – Joanne K. Rowling

8-      Cento anni di solitudine – Gabriel Garcia Marquez

9-      Vita e avventure di Robinson Crusoe – Daniel Defoe

10-   Il lupo della steppa – Herman Hesse

11-   L’insostenibile leggerezza dell’essere – Milan Kundera

12-   Il maestro e Margherita – Michail Afanas’evič Bulgakov

13-   La metamorfosi – Franz Kafka

14-   Gli antenati (ciclo) – Italo Calvino

15-   Il deserto dei tartari – Dino Buzzati

16-   La strada – Cormac McCarthy

17-   Robot, Impero e Fondazione (cicli) – Isaac Asimov

18-   Il Vangelo secondo Gesù Cristo – Josè Saramago

19-   Il piccolo principe – Antoine de Saint- Exupéry

20-   1984 – George Orwell

21-   La fabbrica di cioccolato – Roald Dahl

TUTTI I LIBRI DEL 2013

Ecco, anche quest’anno, l’elenco, dei libri che ho letto nel 2013, dal primo al più recente:

1)      Jacopo Flammer nella terra dei suricati – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo – rilettura);

2)      Tutto è fatidico – Stephen King (e-book – iniziato nel 2012);

3)      IF – Insolito & Fantastico n. 11 – Mainstream, quando la letteratura italiana incontra la fantascienza – AA.VV. (cartaceo);

4)      Il seggio vacante – J.K. Rowling (ebook);

5)      Le fiabe di Beda Il Bardo – J.K. Rowling (cartaceo);

6)      Le notti bianche – Fedor Dostoevskij (ebook);

7)      Le vergini suicide – Jeffrey Eugenides (ebook);

8)      Il cielo cade – Lorenza Mazzetti (ebook);

9)      Angelology – Danielle Trussoni (ebook);

10)  Il peso della farfalla – Erri De Luca (ebook);

11)  Il terzultimo pianeta – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

12)  La casa stregata – H.P. Lovecraft (cartaceo);

13)  Figlio di Dio – Cormac McCarthy (ebook);

14)  Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve – Jonas Jonasson (ebook);

15)  La società degli spiriti – Federica Soprani e Vittoria Corella (ebook);

16)  Itaca per sempre – Luigi Malerba (ebook);

17)  Il giardino segreto – Frances Hodgson Burnett (ebook);

18)  L’uomo che allevava i gatti – Mo Yan (ebook);

19)  Spada di inchiostro – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

20)  Angeli e insetti – Antonia S. Byatt (ebook);

21)  Noi – Evgenij Zamjatin (ebook);

22)  Scuola Holden – Saper scrivere – Vol. 6 (cartaceo);

23)  Le notti di Salem – Stephen King (ebook);

24)  Arrivederci, mondoGraziano Braschi (ebook e cartaceo);

25)  Sangue gratis – Sergio Calamandrei (ebook e cartaceo);

26)  Caino – José Saramago (ebook);

27)  La crociata dei Bambini/ Il mare e il tramonto – Yukio Mishima / Marcel Schwob (ebook);

28)  Deserto d’acqua – J.G. Ballard (ebook);

29)  Rossi di sangue sono dell’uomo l’alba e il tramonto – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

30)  L’anima – Enrico Annibale Butti (cartaceo);

31)  La cattedrale del mare – Ildefonso Falcones (ebook);

32)  Nelle terre estreme – Jon Kakauer (ebook);

33)  Tartarughe divine  – Terry Pratchet (ebook);

34)  Senza mani – Anna Disanza (ebook);

35)  Guida Steampunk all’Apocalisse – Margaret Kiljoy (cartaceo);

36)  Sono nata con cento anni di anticipo – Cristina Contilli (cartaceo);

37)  Memoriale del conventoJosé Saramago (cartaceo);

38)  Undici Minuti – Paulo Coelho (cartaceo);

39)  Sotto un sole nero – Ivano Mingotti (ebook);

40)  Il sole nudo – Isaac Asimov (ebook);

41)  La casa senza tempo – Alfred Elton Van Vogt (ebook);

42)  Il vecchio e il mare – Ernest Hemingway (ebook);

43)  IF – Insolito & Fantastico n. 12 – SF Sociologica – AA.VV. (cartaceo);

44)  I diari dell’angelo custode – Carolyn Jess-Cooke (cartaceo);

45)  Middlesex – Jeffrey Eugenides (ebook);

46)  Libri da ardere – Amélie Nothomb (ebook);

47)  L’evoluzione del lavoro femminile nella Francia della Bella Epoque – Cristina Contilli (ebook);

48)  Intervista con il vampiro – Anne Rice (cartaceo);

49)  Il signore delle mosche – William Golding (cartaceo);

50)  Portogallo – Fiorenza Frigoni (cartaceo);

51)  I guardiani del tempo – Poul Anderson (cartaceo);

52)  Stoner – John Williams (ebook);

53)  La bambina dei sogni – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

54)  Schiavi part-time – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

55)  Colpire al cuore– Valeria Marzoli Clemente (cartaceo);

56)  I robot e l’impero – Isaac Asimov (ebook);

57)  I misteri della jungla nera – Emilio Salgari (ebook);

58)  Il complotto contro l’America – Philip Roth (ebook);

59)  IF – Insolito & Fantastico n. 13 – Ottocento fantastico – Carlo Menzinger e AA.VV. (cartaceo);

60)  L’arte della guerra – Sun Tzu (cartaceo);

61)  Haiku – AAVV (cartaceo);

62)  Michele e il soldatino – Michele Ciardelli (cartaceo);

63)  Ogni cosa è illuminata – Jonathan Safran Foer (ebook);

64)  Sangue blues – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

65)  David Copperfield – Charles Dickens (ebook);

66)  Il percorso dell’amore – Alice Munro (ebook);

67)  Martha Quest – Doris Lessing (ebook);

68)  Rimando rido – Carlo Menzinger (ebook e cartaceo);

69)  La zia Julia e lo scribacchino – Mario Vargas Llosa (cartaceo);

70)  Lo scudo di Talos – Valerio Massimo Manfredi (ebook);

Sono ancora in lettura i seguenti volumi:

71)  300 guerrieri – Andrea Frediani (ebook – quasi finito);

72)  IF – Insolito & Fantastico n. 14 – Fuera del mundo – AA.VV. (cartaceo);

73)  I miserabili – Victor Hugo (cartaceo – appena iniziato).

Analizzando la lista dei libri letti nel 2012 avevo notato una prevalenza (per il primo anno) degli ebook sui cartacei (43 contro 21). Quest’anno l’elettronico aumenta il distacco: i volumi in ebook sono stati 49 contro 23. Bisogna però dire che tra questi ebook ci sono vari volumi di cui ho anche una versione cartacea (dove indicato “ebook e cartaceo”), ma la lettura l’ho fatta in digitale.

Inoltre, quest’anno ho pubblicato un nuovo romanzo (JACOPO FLAMMER NELLA TERRA DEI SURICATI), ne ho ripubblicato in nuova edizione corretta un altro (LA BAMBINA DEI SOGNI) e ho pubblicato ben 6 raccolte di poesie (IL TERZULTIMO PIANETA, ROSSI DI SANGUE SONO DELL’UOMO L’ALBA E IL TRAMONTO, SPADA DI INCHIOSTRO, SCHIAVI PART-TIME, SANGUE BLUES, RIMANDO RIDO), tutti testi pubblicati anche in cartaceo, ma che ho letto e riletto varie volte a computer.

Se a questi 8 volumi si aggiunge la mia partecipazione al numero 13 di IF con l’articolo “L’evoluzione del vampiro ottocentesco”, le mie pubblicazioni nel 2013 sono state 9 (ma solo 7 volumi da “solista” e in prima edizione). Ho contato una volta ciascuno di questi volumi, ma chiaramente ognuno è stato da me letto svariate volte sia nel corso di quest’anno, sia in precedenza.

Saramago

Anche quest’anno ho letto alcuni autori “poco noti” (esordienti o comunque editi di recente da case editrici minori o autoprodotti). Senza contare i miei sono stati 9 (meno del solito, dato che nel 2012 ne avevo letti 12, nel 2011 altri 10 e nel 2010 ben 30).

Quest’anno, un po’ per caso, un po’ per esplicita volontà, ho letto 7 libri di premi Nobel (2 Saramago, Lessing, Munro, Mo Yan, Golding, Llosa).

Gli autori più rappresentati in questo elenco, dopo di me (8 più una partecipazione), sono stati Asimov (2), di cui sto rileggendo in ordine cronologico i cicli, Saramago (2), King (2), Eugenides (2), Rowling (2) e Contilli (2).

Ernest Hemingway

Ernest Hemingway

Il mainstream, in varie forme, mi pare domini questo elenco con circa 21 titoli. Tra questi i classici sono stati solo 3 (Dickens, Dostojevkij, Hemingway). Uno dei generi che ho letto di più è la fantascienza con 7 romanzi (compresa una distopia e 1 ucronia fantascientifica), cui si potrebbero aggiungere l’ucronia di Roth e la guida steampunk, arrivando così a 9. Il paranormale/ gotico /fiaba è presente con 9 titoli. Altri 3 sono di tipo fantastico seppur difficili da collocare in un genere. Dunque il fantastico domina con 19 testi a pari merito con le opere “fuori genere”. I romanzi storici sono 8. Di libri di poesie, a parte in miei 6, ne ho letto solo un altro, per un totale di 7. Noto solo due antologie di racconti (Munro e King), 1 sola guida (Portogallo) e 2 manuali (Tzu Sun e Saper scrivere). Tra la saggistica ci sono 4 volumi di IF e un volumetto della Contilli.

Quale libro mi è piaciuto di più? Non è facile fare una graduatoria, anche perché le belle letture non sono mancate.

Direi che tra i migliori ci sono senz’altro (a parte i mei, che non hanno confronto!!!):

1)      Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

2)      Il giardino segreto

3)      Il vecchio e il mare

4)      Il signore delle mosche

5)      Caino

6)      Middlesex

7)      Le vergini suicide

8)      Lo scudo di Talos

9)      Il complotto contro l’America

10)  Intervista con il vampiro

11)  Il seggio vacante

12)  David Copperfield

13)  La cattedrale del mare

Comunque tra il primo e l’ultimo di questa lista non c’è poi grande distanza e l’ordine potrebbe anche cambiare senza per questo essere meno corretto.

Quello che mi è piaciuto di meno?

Purtroppo ancora una volta Dostojevskji (Le notti bianche) ha dimostrato di non essere assolutamente nelle mie corde.

Mi ha anche deluso “Nelle terre estreme”, essendo molto meglio il film (“In the wild”).

I libri che ho letto gli anni precedenti li trovate qui:

–          2012,

–          2011,

–          2010,

–          2009,

–          2008,

–          2007.

Nella mia Libreria su anobii trovate i commenti da me fatti a ciascuno. I link invece rimandano ai commenti sul mio blog.

 

 

TUTTI I PREMI NOBEL CHE HO LETTO

Nobel

Nobel

In prossimità dell’assegnazione del Premio Nobel mi stavo chiedendo quanti fossero gli autori insigniti di tale premio di cui ho letto qualcosa.

Il Premio Nobel per la letteratura è stato previsto nel testamento di Alfred Nobel del 1895 ed è stato assegnato per la prima volta nel 1901 (come gli altri premi previsti da Nobel stesso).

Il premio viene assegnato dall’Accademia Svedese consegnato all’autore o all’autrice dell’opera letteraria più considerevole d’ispirazione idealista. Il premio Nobel per la letteratura non è stato assegnato sette volte (1914191819351940194119421943) ed è stato rifiutato due volte nel 1958 e nel 1964. Si tratta, insomma, di oltre cento autori!

Eccoli dunque, uno dietro l’altro:

 

Anno

Premiati

Nazionalità

Lingua

Opere da me lette

1901 Sully Prudhomme  Francia Francese  
1902 Christian Matthias Theodor Mommsen  Germania /  Danimarca Tedesco  
1903 Bjørnstjerne Bjørnson  Norvegia Norvegese  
1904[1] Frédéric Mistral  Francia Occitano  
1904[1] José Echegaray y Eizaguirre  Spagna Spagnolo  
1905 Henryk Sienkiewicz  Polonia Polacco  
1906 Giosuè Carducci  Regno d’Italia Italiano Poesie
1907 Rudyard Kipling  India britannica /  Regno Unito Inglese Il libro della giungla, Capitani coraggiosi, Kim
1908 Rudolf Christoph Eucken  Germania Tedesco  
1909 Selma Lagerlöf  Svezia Svedese  
1910 Paul Johann Ludwig Heyse  Germania Tedesco  
1911 Maurice Polidore Marie Bernhard Maeterlinck  Belgio Francese  
1912 Gerhart Johann Robert Hauptmann  Germania Tedesco  
1913 Rabindranath Tagore  India britannica Bengalese  
1914 non è stato assegnato      
1915 Romain Rolland  Francia Francese  
1916 Carl Gustaf Verner Von Heidenstam  Svezia Svedese  
1917[1] Karl Adolph Gjellerup  Danimarca Danese  
1917[1] Henrik Pontoppidan  Danimarca Danese  
1918 non è stato assegnato      
1919 Carl Friedrich Georg Spitteler  Svizzera Tedesco  
1920 Knut Pedersen Hamsun  Norvegia Norvegese  
1921 Anatole France  Francia Francese La rivolta degli angeli
1922 Jacinto Benavente  Spagna Spagnolo  
1923 William Butler Yeats  Irlanda Inglese Poesie
1924 Władysław Stanisław Reymont  Polonia Polacco  
1925 George Bernard Shaw  Irlanda /  Regno Unito Inglese  
1926 Grazia Deledda  Regno d’Italia Italiano  
1927 Henri Bergson  Francia Francese  
1928 Sigrid Undset  Danimarca /  Norvegia Norvegese  
1929 Thomas Mann  Germania Tedesco Doctor Fausuts, Morte a Venezia, I Buddenbrook, La montagna incantata
1930 Sinclair Lewis  Stati Uniti Inglese  
1931 Erik Axel Karlfeldt (postumo)  Svezia Svedese  
1932 John Galsworthy  Regno Unito Inglese  
1933 Ivan Alekseevič Bunin  Impero russo (in esilio) Russo  
1934 Luigi Pirandello  Regno d’Italia Italiano Il fu Matttia Pascal, Uno, nessuno e Centomila, Sei personaggi in cerca d’autore, Enrico IV, Liolà e altro.
1935 non è stato assegnato      
1936 Eugene Gladstone O’Neill  Stati Uniti Inglese  
1937 Roger Martin du Gard  Francia Francese  
1938 Pearl Sydenstricker Buck  Stati Uniti Inglese  
1939 Frans Eemil Sillanpää  Finlandia Finlandese  
1940 non è stato assegnato      
1941 non è stato assegnato      
1942 non è stato assegnato      
1943 non è stato assegnato      
1944 Johannes Vilhelm Jensen  Danimarca Danese  
1945 Gabriela Mistral  Cile Spagnolo  
1946 Hermann Hesse  Germania alleata /  Svizzera Tedesco Knulp, Demian, Siddharta, Il lupo della steppa, Narciso e Boccadoro, Il pellegrinaggio in Oriente, Il giuoco delle perle di vetro e altro.
1947 André Gide  Francia Francese La sinfonia pastorale
1948 Thomas Stearns Eliot  Stati Uniti /  Regno Unito Inglese Poesie
1949 William Faulkner  Stati Uniti Inglese Racconti
1950 Bertrand Arthur William Russell  Regno Unito Inglese Socialismo, sindacalismo e anarchismo
1951 Pär Fabian Lagerkvist  Svezia Svedese  
1952 François Mauriac  Francia Francese  
1953 Winston Leonard Spencer Churchill  Regno Unito Inglese  
1954 Ernest Miller Hemingway  Stati Uniti Inglese Il Vecchio e il Mare, Verdi colline d’Africa, I 49 racconti
1955 Halldór Laxness  Islanda Islandese  
1956 Juan Ramón Jiménez  Spagna Spagnolo  
1957 Albert Camus  Algeria /  Francia Francese Lo straniero, La peste
1958 Boris Leonidovič Pasternak (premio rifiutato)  URSS Russo Il dottor Zivago (solo film)
1959 Salvatore Quasimodo  Italia Italiano Poesie
1960 Saint-John Perse  Guadalupa /  Francia Francese  
1961 Ivo Andrić  Jugoslavia Serbo-croato  
1962 John Steinbeck  Stati Uniti Inglese Al Dio sconosciuto, Uomini e topi, Furore, La valle dell’Eden
1963 Giorgos Seferis  Grecia Greco  
1964 Jean-Paul Sartre (premio rifiutato)  Francia Francese La nausea
1965 Michail Aleksandrovič Šolochov  URSS Russo  
1966[1] Shmuel Yosef Agnon  Ucraina /  Israele Ebraico  
1966[1] Nelly Sachs  Germania Ovest /  Svezia Tedesco  
1967 Miguel Ángel Asturias  Guatemala Spagnolo  
1968 Yasunari Kawabata  Giappone Giapponese  
1969 Samuel Beckett  Irlanda Inglese /Francese Aspettando Godot
1970 Aleksandr Isaevič Solženicyn  URSS Russo  
1971 Pablo Neruda  Cile Spagnolo Poesie
1972 Heinrich Böll  Germania Ovest Tedesco Il treno era in orario, Opinioni di un clown
1973 Patrick White  Regno Unito /  Australia Inglese  
1974[1] Eyvind Johnson  Svezia Svedese  
1974[1] Harry Martinson  Svezia Svedese  
1975 Eugenio Montale  Italia Italiano Poesie
1976 Saul Bellow  Canada /  Stati Uniti Inglese  Herzog (letto giugno 2015)
1977 Vicente Aleixandre  Spagna Spagnolo  
1978 Isaac Bashevis Singer  Polonia /  Stati Uniti Yiddish  
1979 Odysseus Elytis  Grecia Greco  
1980 Czesław Miłosz  Lituania /  Polonia /  Stati Uniti Polacco  
1981 Elias Canetti  Bulgaria /  Regno Unito Tedesco  
1982 Gabriel García Márquez  Colombia Spagnolo Cent’anni di solitudine, L’autunno del patriarca, Cronache di una morte annunciata, L’amore ai tempi del colera, Il generale nel suo labirinto, L’incredibile e triste storia della candida Erendira e della sua nonna snaturata,
1983 William Golding  Regno Unito Inglese Il signore delle mosche
1984 Jaroslav Seifert  Cecoslovacchia Ceco  
1985 Claude Simon  Madagascar /  Francia Francese  
1986 Akinwande Oluwole Soyinka  Nigeria Inglese  
1987 Joseph Brodsky  URSS /  Stati Uniti Russo / Inglese  
1988 Naguib Mahfouz  Egitto Arabo  
1989 Camilo José Cela  Spagna Spagnolo  
1990 Octavio Paz  Messico Spagnolo  
1991 Nadine Gordimer  Sudafrica Inglese  
1992 Derek Walcott  Santa Lucia Inglese  
1993 Toni Morrison  Stati Uniti Inglese Canto di Salomone, Amatissima
1994 Kenzaburo Oe  Giappone Giapponese  
1995 Seamus Heaney  Irlanda Inglese  
1996 Wisława Szymborska  Polonia Polacco  
1997 Dario Fo  Italia Italiano Il mistero buffo e varie opere teatrali
1998 José Saramago  Portogallo Portoghese Il vangelo secondo Gesù Cristo, Cecità, Caino, La zattera di Pietra, Le intermittenze della morte, Memoriale del convento
1999 Günter Grass  Polonia /  Germania Tedesco  Il tamburo di latta
2000 Gao Xingjian  Cina /  Francia Cinese  
2001 Vidiadhar Surajprasad Naipaul  Trinidad e Tobago /  Regno Unito Inglese  
2002 Imre Kertész  Ungheria Ungherese  
2003 John Maxwell Coetzee  Sudafrica Inglese  
2004 Elfriede Jelinek  Austria Tedesco  
2005 Harold Pinter  Regno Unito Inglese  
2006 Orhan Pamuk  Turchia Turco  La nuova vita
2007 Doris Lessing  Regno Unito Inglese  Martha Quest
2008 Jean-Marie Gustave Le Clézio  Francia /  Mauritius Francese  
2009 Herta Müller  Romania /  Germania Tedesco  
2010 Mario Vargas Llosa  Perù /  Spagna Spagnolo Avventure della ragazza cattiva, La ziaJulia e lo scribacchino
2011 Tomas Tranströmer  Svezia Svedese  
2012 Mo Yan  Cina Cinese Il supplizio del legno di sandalo, L’uomo che allevava i gatti, Sorgo rosso (solo film)

Aggiornamento: nel 2013 il premio è stato vinto da Alice Munro, di cui ho letto “Il percorso dell’amore” e nel 2014 da Patrick Modiano, di cui ho letto “L’orizzonte“).

Insomma, ho letto qualcosa solo di 34 di loro (aggiornato il 21 giugno 2015, quando ho pubblicato il post erano 28), ne conosco quindi circa un terzo.

Penso che dovrò cercare di leggerne ancora molti!

E voi quali avete letto?

 

Tutti i libri del 2012

Ecco l’elenco, in ordine di lettura, dei libri letti nel 2012:

Haruki Murakami - Kafka sulla Spiaggia

Haruki Murakami – Kafka sulla Spiaggia

1)      Amore nel Sangue – Vanessa Vescera, Fabiana Andreozzi – Edizioni Zeroundici (cartaceo)

2)      La Bambina che salvava i Libri – Markus Zusak  (ebook)

3)      La Manomissione delle parole – Gianrico Carofiglio (ebook)

4)      Le Voci di Nike – Silvia M. Damiani – ExCogita Editore (cartaceo)

5)      Il Bambino che sognava la Fine del Mondo – Antonio Scurati (ebook)

6)      Il libro della Vita – Luca Ventura-  Edizioni Zeroundici (cartaceo)

7)      Ubik – Philip K. Dick (ebook)

8)      Tempo Fuori Luogo – Philip K. Dick (ebook)

9)      Il Giardino Nascosto di Lilith – Ciro Comini – Edizioni Zeroundici (cartaceo)

10)  Tutti i Miei Robot – Isaac Asimov (ebook)

11)  Il Cane del Santo – Lele Lampione (ebook)

12)  Gilles e Jeanne – Michel Tournier (ebook)

13)  Le Sorgenti del Dumrak – Massimiliano Prandini e altri (ebook)

14)  Guida Galattica per gli Autostoppisti – Douglas Adams (ebook)

15)  Le Meraviglie del Duemila – Emilio Salgari (ebook)

16)  La Figlia del Capitano – Aleksandr Puskin (ebook)

17)  Antologia di Spoon River – Edgard Lee Master (ebook)

18)  Grecia – Ivanna Rossi, Vittorio Casagrande – Editore Clup (cartaceo)

19)  Fumetti – IF – Insolito & Fantastico n.8 – A.A.V.V. – Tabula Fati Edizioni (cartaceo)

20)  Ansia Assassina – Carlo Menzinger – Liberodiscrivere Edizioni (ebook)

21)  22/11/’63 – Stephen King (ebook)

22)  Alieni – IF – Insolito & Fantastico n. 9 – A.A.V.V. – Tabula Fati Edizioni (cartaceo)

23)  Vampiriana – Emilio Salgari e A.A.V.V., a cura di Antonio Daniele – Keres Edizioni (cartaceo)

24)  Indietro nel Tempo – Jack Finney (ebook)

25)  I Figli non crescono più – Paolo Crepet – Edizioni Einaudi (cartaceo)

26)  Hunger Games – Suzanne Collins (ebook)

27)  La ragazza di Fuoco – Suzanne Collins (ebook)

28)  Mockinjai – Il Canto della Rivolta – Suzanne Collins (ebook)

29)  Kafka sulla Spiaggia – Haruki Murakami (ebook)

30)  L’Inventore di Sogni – Ian McEwan (ebook)

31)  Nemesis – Isaac Asimov (ebook)

32)  I Cani e i Lupi – Irene Nemirovski (ebook)

33)  La Bambina dei Sogni – Carlo Menzinger (ebook)

34)  Fight Club – Chuck Palahniuk (ebook)

35)  Avventure della Ragazza Cattiva – Mario Vargas Llosa (ebook)

36)  La Rivolta degli Angeli – Anatole France (ebook)

37)  Tre Cavalli – Erri De Luca – Edizioni Feltrinelli (cartaceo)

38)  Ombra di Luce – Luca Ventura – L’Autore Libri Firenze (cartaceo)

39)  Armi, Acciaio e Malattie – Jared Diamond (ebook)

40)  I Draghi dei Visconti – Francesca Romano D’Amato – Compagnia della Rocca Edizioni (cartaceo)

41)  Non è un Paese per Vecchi – Cormac McCarthy (ebook)

42)  Fahrenheit 451 – Ray Bradbury (ebook)

43)  La Notte del Drive-in – Joe R. Landsdale (ebook)

44)  Le Intermittenze della Morte – Jose Saramago (ebook)

45)  Apocalisse, il Mito della Fine del Mondo – IF – Insolito & Fantastico n. 10 – Edizioni Tabula Fati (cartaceo)

46)  Giulio Cesare – William Shakespeare (ebook)

47)  Abissi d’Acciaio – I Mondi di Asimov – Isaac Asimov – Edizioni Mondadori (cartaceo)

48)  Massime – Confucio (Maestro Kong) – Newton & Compton Edizioni (cartaceo)

49)  Se Niente Importa (Perché mangiamo gli Animali?) – Jonhatan Safran Foer (ebook)

50)  Novecento – Alessandro Baricco – Edizioni Feltrinelli (cartaceo)

51)  Venivamo Tutte per Mare – Julie Otsuka (ebook)

52)  Che ne è stato di Te, Buzz Aldrin? – Johan Harstad (ebook)

53)  L’Arte di Correre – Haruki Murakami (ebook)

54)  Le Braci – Sàndor Màrai – Edizioni Adelphi (cartaceo)

55)  Everlost – Neal Shusterman (ebook)

56)  Testimone Inconsapevole – Gianrico Carofiglio (ebook)

57)  Buon Apocalisse a Tutti! – Terry Prachet, Neil Gaiman (ebook)

58)  Monterosa Blues – Lorenzo Arco – Edizioni Interlinea (cartaceo)

59)  Libero Arbitrio – Caterina Armentano – Edizioni Zeroundici (cartaceo)

60)  Il Supplizio del Legno di Sandalo – Mo Yan (ebook)

61)  Occhi Grigi – Irene Zanetti – Edizioni Lulu (cartaceo)

62)  I Robot dell’Alba – Isaac Asimov (ebook)

63)  In Nome del Padre – Carlo Bordoni – Keres Edizioni (cartaceo) (in lettura)

64)  Tutto è Fatidico – Stephen King (ebook)

Ho, inoltre, iniziato e abbandonato i seguenti:

1)      Donne che corrono con i lupi – Clarissa Pinkola Estés (ebook) – Abbandonato

2)      Neuromancer – William Gibson –Editore Voyager –  rimandato

The Hunger Games

The Hunger Games

Il mio lettore di ebooks: Leggo di IBS - InternetBookShop

Il mio lettore di ebooks: Leggo di IBS – InternetBookShop

Scorrendo questa lista, noto innanzitutto che sono ormai diventato prevalentemente un lettore di ebook (43 su 64), inoltre, la quasi totalità dei cartacei riguarda autori moderni minori, mentre gli ebook sono soprattutto romanzi famosi in vario modo. 14 romanzi sono di autori “poco noti” italiani contemporanei (2 di questi, a dir il vero, li ho scritti io e La bambina dei Sogni l’ho letto svariate volte durante l’anno per farne la revisione). Dei libri di autori poco noti solo 3 li ho letti in formato cartaceo (ma 2 sono i mei di prima). Tra i cartacei ci sono anche i numeri 8, 9 e 10 della rivista IF (che esce in formato libro e quindi considero tale).

Inoltre, conto solo 4 libri che possono essere considerati dei classici della letteratura (Confucio, Puskin e Shakeaspeare, Lee Master), mentre i bestseller da record sono stati 4 (il ciclo di Hunger Games, e 22/11/’63), seguiti da una decina di libri di buon successo.

Su 66 libri (compresi quelli abbandonati), 41 non erano italiani.

C’è poi il quesito più complicato: quale di questi libri mi è piaciuto di più? Credo che quest’anno non ci sia nessun titolo che svetti nettamente sugli altri, ma molte di queste letture sono state ottime.

Mo Yan - Il Supplizio del Legno di Sandalo

Mo Yan – Il Supplizio del Legno di Sandalo

Trai primi metterei, in ordine sparso:

Tralasciando “La Bambina dei Sogni”, che resta per me il più importante (ma è un fatto soggettivo, essendone io l’autore), credo che di tre libri serverò a lungo il ricordo, seguiti forse a ruota da “22/11/’63” “Kafka sulla Spiaggia”:

Sono tutti e tre romanzi che hanno cambiato qualcosa dentro di me, che mi hanno arricchito in modo importante.

I primi due però sono dei saggi. Il terzo è affascinante non solo per i contenuti, ma anche per lo stile narrativo.

Come stile narrativo e per come sono scritti i primi tre sono invece:

Direi dunque, che quest’anno la mia Palma d’Oro, va al romanzo del premio Nobel Cinese Mo Yan: “Il Supplizio del Legno di Sandalo”.

Il più brutto? Senza nessun dubbio, il ripetitivo, noioso, mal scritto e inutile “Donne che corrono con i Lupi” (che però non ho finito di leggere, percui magari la seconda parte potrebbe avermi rivelato incredibili sorprese, cosa di cui dubito fortemente).

Isaac Asimov

Isaac Asimov

Ancora un quesito: quale è stato l’autore che ho letto di più quest’anno? Di solito tendo a non fossilizzarmi su un solo autore o un solo genere letterario, però, ho deciso di rileggermi in ordine cronologico tutti i Cicli asimoviani e così, quest’anno, ne ho letti 4 suoi. Il ciclo di Hunger Games, sebbene diviso in tre romanzi, di fatto è un libro solo, così della Collins ne ho letti 3.

Ho scoperto solo tardivamente e di recente uno scrittore eccezionale con un’ampia produzione: Stephen King. Sto dunque cercando di rimediare al mio ritardo. Ne ho letti 2 nel 2012.

Sto anche approfondendo, con minor entusiasmo, la lettura di Dick (2 nell’anno).

Devo ancora capire quanto sia geniale Murakami (2 in questi mesi).

Di Carofiglio ne ho letti due per caso.

Di mio, oltre ai due libri in elenco già pubblicati, ho letto varie volte, per farne la revisione, l’inedito “Jacopo Flammer nella Terra dei Suricati”, sto scrivendo altri tre romanzi e ho cominciato a rileggere le mie vecchie poesie, con l’idea di farne forse 3 o 4 antologie.

I libri che ho letto gli anni precedenti li trovate qui:

–          2011

–          2010,

–          2009,

–          2008,

–          2007.

Nella mia Libreria su anobii trovate i commenti da me fatti a ciascuno. I link invece rimandano ai commenti sul mio blog.

 Finito il 2012 inizia il 2013

TANTI AUGURI A TUTTI

PER UN

2013

RICCO DI SODDISFAZIONI E DI

BUONE LETTURE!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: