Posts Tagged ‘associazioni’

LETTERA AGLI AUTORI CHE NON LEGGONO

Scrivere e leggere sono due azioni strettamente connesse. Questo vale per il semplice atto, quello che impariamo a scuola, ma anche per le relative attività di scrittore e lettore.

Diffido fortemente dagli autori che pubblicano libri e non leggono. Magari lo dichiarano persino, spavaldamente.

Scrivere oggi presume far seguito a tutto ciò che altri hanno scritto prima di noi. I libri scritti nella storia dell’umanità sono milioni, forse miliardi, non possiamo certo leggerli tutti, ma dovremmo sforzarci, se vogliamo dirci scrittori, di leggerne almeno alcuni. Quanti ne leggete in un anno? Dieci, cento? Non esiste un numero minimo, ma più scriviamo, più questo dovrebbe essere alto.

Non basta leggere i classici. Per essere attuali, dobbiamo leggere i nostri contemporanei. Se facciamo letteratura diRisultato immagini per gruppo di lettori genere, dobbiamo conoscere le principali opere di questo e le ultime scritte.

Non solo. Uno scrittore per essere tale, salvo casi rari, deve far parte di una comunità. Uno scrittore sarà letto, salvo i pochi fortunati nati famosi, solo se vi entrerà. Non si può avere l’arroganza e la presunzione di parteciparvi, se non leggiamo ciò che gli altri scrivono. Non mi riferisco ai libri di chi è già famoso, che un autore poco noto dovrà leggere ma dovrà dare spazio prevalentemente a chi è al suo medesimo livello. Se siamo neofiti della scrittura o se siamo comunque autori da poche copie, è nostro dovere morale leggere chi è nella nostra stessa condizione. Se non leggiamo gli altri autori, nessuno di noi avrà mai la possibilità di raggiungere un pubblico più ampio. Gli autori devono essere i nostri primi lettori. Farsi leggere da amici e parenti serve solo a far vivere le piccole case editrici.

Se non leggiamo quello che scrivono i nostri colleghi, perché loro dovrebbero leggere noi? Questo non vuol dire che dovrò leggere un libro di qualcun altro per ogni mio libro che questo legge, ma che dovrò dare il mio contributo alla comunità, sforzandomi, per quel che posso.

Non solo. Dopo aver letto, che l’esperienza ci sia piaciuta o meno, dobbiamo parlarne, ovvero dobbiamo lasciare commenti in rete. Ci sono miriadi di spazi web per farlo. Usiamoli. Non lasciamo la nostra lettura fine a se stessa. Condividiamola. Siamo nell’era della condivisione? Allora condividiamo il più possibile le nostre impressioni. Nessun testo è senza valore. Ogni volume ha qualcosa di buono. Impariamo a trovarlo e parliamone in rete. Alcuni saranno migliori di altri: parliamone meglio e di più.

Lo so che tutto questo è faticoso e che i risultati sono modesti, ma diamo a ogni autore i lettori che si merita. Spesso saranno pochi, ma senza quei pochi, nessuno si accorgerà di loro. Se saranno validi, forse, avranno qualche possibilità in più per farsi vedere.

Non dite a un autore: “non ho tempo per leggerti”. Se lo fate, lui vi risponderà lo stesso. Non dite “non sono in grado di scrivere una recensione”. Non siete autori? Qualche parola saprete trovarla. In rete bastano due righe o quattro parole per aiutare un romanzo o un’antologia. Questa non è la ricetta per il successo, sono solo suggerimenti per regole di convivenza.

Se siete d’accordo, fate girare questo messaggio. Se non siete d’accordo, parliamone, magari avete scoperto qualcosa che mi sfugge. Non sono nessuno e sono qui per migliorare.

…E20DICULTURA, IL NUOVO BLOG DEL GRUPPO SCRITTORI FIRENZE

Oggi (martedì 04/02/2020) si è tenuto l’undicesimo incontro in ASD Laurenziana del GSF Gruppo Scrittori Firenze sul tema “UN BLOG E UNA NEWSLETTER PER IL GSF – Incontro per la definizione di nuovi strumenti di comunicazione per l’associazione”.

Trattandosi di una riunione operativa, la discussione è stata complessa e vivace.

I partecipanti si sono trovati d’accordo sui seguenti punti:

  • È utile dotare il GSF di un blog e di una newsletter;
  • Blog e newsletter dovranno lavorare in sinergia e la newsletter servirà a portare in evidenza i post più significativi;
  • La frequenza della newsletter dovrà essere almeno mensile, se non con intervalli maggiori;
  • La forma della newsletter sarà quella di un’e-mail articolata in capitoli tematici, contenenti brevissimi articoli di 1-3 righe che rimandano con un link al relativo post;
  • Il blog utilizzerà “categorie” e tag per evidenziare la diversità dei contenuti;
  • Come piattaforma per il blog utilizzeremo WordPress, che consente di configurare diversi ruoli per gli utenti (Amministratore, Editore, Autore, Collaboratore e Sottoscrittore);
  • Valuteremo come e quando attivare una presenza anche su instagram.

Abbiamo discusso anche a lungo sul nome da dare al blog e alla fine ci siamo trovati d’accordo su “…E20DICULTURA”, da sottoporre al Comitato Direttivo per l’approvazione. Marco Cibecchini si è offerto di realizzare alcune prove grafiche per rendere il nome in modo da inserirlo, assieme al logo del GSF, in testa al blog.

Restano ancora moltissimi aspetti da definire, dunque abbiamo deciso di rivederci quanto prima (probabilmente martedì 18 Febbraio) per approfondirli.

Dovremo, per esempio, definire le sessioni della newsletter, i ruoli ricoperti da ciascuno nella gestione del blog, la frequenza della newsletter (mensile, trimestrale o superiore), il tipo di contenuti ammessi nel blog, la data di avvio del blog.

Si ricorda che il prossimo martedì 11 ci incontreremo sempre presso l’ASD Laurenziana (via Magellano 13 rosso, Firenze) per concordare come realizzare l’antologia su Firenze Capitale e per ascoltare le indicazioni di Sergio Calamandrei che, con il supporto di foto d’epoca, ci fornirà indicazioni su storia, usi, costumi e geografia di Firenze dal 1865 al 1871, periodo in cui dovranno essere ambientati i racconti. L’ingresso, come sempre, è libero per chiunque voglia ascoltare o partecipare.

ANNO NUOVO, TEMPO DI ASSOCIARSI

Inizia un nuovo decennio, con datazioni che mi ricordano troppo la fantascienza di quando ero giovane per sembrarmi reali.

L’inizio d’anno è il momento per iscriversi alle associazioni o per rinnovarle.

In particolare, vorrei segnalare che sono aperte quelle all’associazione degli operatori della fantascienza e del fantastico World SF Italia.Associazione World SF Italia

In questi giorni fervono attività attorno a due eventi: il “Premio al Lettore”, con il quale saranno valutate le migliori recensioni di opere di fantascienza o di altri generi fantastici, e le candidature effettuate dai soci per le migliori opere di fantascienza del biennio 2018-19 per il “Premio Vegetti”.

Quest’ultimo prevede quattro sessioni: miglior romanzo (o antologia personale), miglior saggio, miglior antologia collettiva e miglior racconto.

Io avrei opere candidabili per tutte le sessioni: il romanzo “La figlia del ragno”, l’antologia “Apocalissi fiorentine”, il saggio “Il narratore di Rifredi” e vari racconti che trovate elencati qui. Suggerirei il racconto “Lezioni di creatività”.

 

Consiglio poi agli autori toscani l’iscrizione (nuovo IBAN qui) al GSF Gruppo Scrittori Firenze, associazione assai presente sul territorio con premi, presentazioni, incontri letterari e non, antologie, teatro e arte varia. Personalmente curo con Barbara Carraresi gli incontri letterari del martedì pomeriggio presso l’ASD Laurenziana (Firenze Nova).

Sono aperte fino al 15 Febbraio 2020 le iscrizioni per il premio letterario “La città sul ponte”.

 

Infine, gli amanti del territorio, della natura e del nostro pianeta, possono aderire alla più antica associazione ambientalista italianaPro Natura Firenze”, con cui collaboro scrivendo sulla rivista “L’Italia, l’Uomo, l’Ambiente”.

Raduno nazionale degli operatori di fantascienza

Sabato 25 dalla mattina sino a oltre mezzanotte si è tenuto all’Antico Borgo Inalbi, via delle Terre Bianche, 32, Impruneta (Firenze) il raduno annuale nazionale dell’associazione degli autori di fantascienza “World SF”.

Alle ore 16,30, dopo l’assembela dei soci, c’è stato l’incontro con il socio astronauta Umberto Guidoni che ci ha parlato delle sue esperienze nello spazio.

Alle ore 18,00 è iniziata la tavola rotonda con i finalisti del prestigioso Premio Vegetti per le migliori opere di fantascienza italiane, cui ho partecipato con il mio romanzo finalista “Via da Sparta – Il regno del ragno”.

Alle 20,30 è seguita la cena con l’assegnazione dei Trofei “50 e oltre” e la proclamazione dei vincitori del Premio Vegetti.

Sul sito di World SF la descrizione dell’evento.

Opere vincitrici, finaliste e giuria Premio E. Vegetti 2019

Per la categoria Romanzo di Fantascienza

LA GIURIA
Presidente: Matteo Vegetti.
Giurati: V. Barbera, L. De Pascalis, L. OrtinoStormachine di Franci Conforti

OPERE FINALISTE (In stretto ordine alfabetico)
Il Potere di Alessandro Vietti (Ed. Zona 42 2018)
Il processo n°13 di Pierfrancesco Prosperi (Edizioni Della Vigna 2018)
Il regno del ragno di Carlo Menzinger (Porto Seguro Editore 2018)
Karma avverso di E. Mecati – A. Seganti (Ed. Tabula Fati 2018)
Stormachine di Franci Conforti (Ed. Delos Digital 2018)

VINCITORE
Stormachine di Franci Conforti (Ed. Delos Digital 2018)

Per la categoria Saggio di Fantascienza

LA GIURIA
Presidente: Matteo Vegetti.
Giurati: M. Alberghini, C. Onniboni, L. SorgeFantarock di M.Gazzola-E.Assante

OPERE FINALISTE (In stretto ordine alfabetico)
Fantarock di M. Gazzola – E. Assante (Ed. Arcana 2018)
Il futuro è adesso di Carmine Treanni (Ed. Homo Scrivens 2018)
Il sognatore divergente di Massimo Acciai (Ed. Porto Seguro 2018)
La Fantascienza su Internet di G. Mongini e M. Menci (Edizioni Della Vigna 2017)
L’altro e l’assente di Maria Elena Cialente (Ed. Solfanelli 2017)

VINCITORE
Fantarock di M. Gazzola – E. Assante (Ed. Arcana 2018)

Per la categoria Antologia di Fantascienza

LA GIURIA
Presidente: Matteo Vegetti.
Giurati: D. Longoni, A. Cersosimo, L. PietrafesaDi stelle e di misteri di Mino Milani

OPERE FINALISTE (In stretto ordine alfabetico)
Di stelle e di misteri di Mino Milani (Cocktail n.16, Edizioni Della Vigna 2018)
La compagnia dei viaggiatori del tempo di Massimo Acciai (ABEditore 2017)
Sensorium di Sandro Battisti (Ed. Delos Digital 2018)

VINCITORE
Di stelle e di misteri di Mino Milani (Cocktail n.16, Edizioni Della Vigna 2018)

Per la categoria Racconto di Fantascienza

LA GIURIA
Presidente: Matteo Vegetti.
Giurati: G. Barberi, M. J. Bruno, F. Radogna

OPERE FINALISTE (In stretto ordine alfabetico) Decrescendo di Enrico Lotti
Decrescendo di Enrico Lotti (Quasar n.3, Edizioni Della Vigna 2017)
Il Determinatore di Maddalena Antonini (D. C. n° 2, Ed. Tabula fati 2018)
Invertito di Lukha B. Kremo (Ed. Delos Book 2018)
I polmoni del nuovo mondo di Massimiliano Giri (Urania n°1660, Ed. Mondandori, 2018)
Lieta fine di M. Di Giaimo e G. Bono (Costituzioni Future, Edizioni Della Vigna 2018)

VINCITORE
Decrescendo di Enrico Lotti (Quasar n.3, Edizioni Della Vigna 2017)

 

Moltissimi gli autori presenti. Vivace, piacevole e ben organizzato l’evento.

Complimenti al presidente Donato Altomare e a chi ha collaborato.

Annarita Guarnieri, Marco Solfanelli, Adriana Comaschi, Enrico Zini, Maddalena Antonini, Carlo Menzinger, Alessio Seganti, Emiliano Mecati

L'astronauta Umberto Guidoni e il Presidente di World SF Italia Donato Altomare

L’astronauta Umberto Guidoni e il Presidente di World SF Italia Donato Altomare

Carlo Menzinger e Umberto Guidoni

L'astronauta Umberto Guidoni, gli autori Lukha Kremo e Carlo Menzinger

L’astronauta Umberto Guidoni, gli autori Lukha Kremo e Carlo Menzinger

 

Gli autori ucronici Carlo Menzonger e Pierfrancesco Prosperi

Gli autori ucronici Carlo Menzonger e Pierfrancesco Prosperi

il Presidente Donato Altomare e Franci Conforti, vincitrice della sessione romanzi

Il Presidente Donato Altomare e Franci Conforti, vincitrice della sessione romanzi

 

61067819_2545463468798533_4052931277391659008_o

I finalisti della sessione romanzo con il Presidente

IL SETTIMO PLENILUNIO – Capitolo 3

Continuano ad arrivare le immagini per illustrare la Gallery Novel "Il Settimo Plenilunio e molte altre ci sono state promesse.

Il volume prende corpo e ci stavamo chiedendo cosa farne dei proventi. CI piacerebbe, infatti, devolvere gli utili a qualche associazione di beneficienza. Visto l’argomento Sergio ha suggerito, un po’ per scherzo, credo, di devolverli all’Avis! Mi parrebbe una buona idea. Che ne pensate?

Chiunque volesse farci avere i suoi disegni per partecipare alla realizzazione di questo volume illustrato, può contattarmi o qui o scrivendomi su menzin@virgilio.it.

Il terzo capitolo de "Il Settimo plenilunio" è già su http://www.liberodiscrivere.it.

Finora abbiamo fatto conoscenza con la rossa Esharhamat, la ritardataria del primo capitolo, e con la mora Sonia, la poliziotta del secondo episodio. Ora è la volta del ricco e burbero Piero De Mastris. A breve conosceremo anche il quarto protagonista e, quindi, la storia si metterà in moto.

Ecco come inizia il terzo capitolo:

CALL CENTER

– Buongiorno, sono Stefano, in cosa posso esserle utile?
– Senta Stefano, oltre che un nome, Lei ha anche un cognome?
– Certamente.
– E allora me lo dica, perché è la quattordicesima chiamata che faccio al vostro call center e ogni volta mi raccontano una cosa diversa. Voglio sapere con chi sto parlando. Non tollero questo mezzo anonimato dilagante di gente che si presenta solo con il nome.
– Come vuole, non ci sono problemi.
– Problemi ci sono, sennò non chiamerei.
– Mi dica, allora, di cosa si tratta…
– No, mi dica prima LEI il suo cognome…

(CONTINUA)

ARRIVANO I DISEGNI

Leggi anche:

Ecco due immmagini di Piero De Mastris visto da Niccolò Pizzorno, anche la lupa di sopra è opera sua.

Piero De Mastris visto da Niccolò Pizzorno

De Mastris al call center visto da Pizzorno

I DISEGNI SONO TUTTI SU PLENILUNIO7

aNobii: Una pacchia per i topi di biblioteca

Ho scoperto da circa una settimana il sito www.anobii.com e per me è stato come per un topo scoprire un caseificio immenso! Ci sono 4 milioni di libri! Dico: 4.000.000 (anche qualcuno di più, a dire il vero)! Una pacchia per i topi di biblioteca!

Ma non solo. E’ un sito molto ben strutturato. Ci si iscrive e si comincia a costruire la propria Libreria. Farlo è facilissimo: basta andare nelle librerie già fatte e cercare i libri che si sono letti e quelli che si vorrebbe leggere e infilarli con un semplice click nella lista relativa.

A quel punto c’è un software che ti dice se ci sono altri utenti con Librerie simili. Le vai a vedere e quasi sempre trovi altri libri che hai letto e la tua Libreria cresce rapidamente.

Dopo di che si può inserire libri più rari, che ognuno ha a casa. Per farlo può bastare il codice ISBN, che sta scritto dietro di ciascuno. Se il libro non è catalogato, si può ugualmente inserire riportando a mano titolo, autore, editore…

Quindi si possono commentare i libri che abbiamo letto e lasciare feeedback ai commenti altrui.

Infine, c’è la possiblità di creare dei Gruppi. Sono Gruppi di lettori con gusti simili. Mi sono subito iscritto ad alcuni e poi ne ho creato uno mio, ovviamente sulle Ucronie. Si chiama proprio così Ucronie. Se cliccate sulla parla Ucronie potete entrarci.

Chi vuole può iscriversi e inserire i propri libri. Ho aperto il Gruppo tre giorni fa e già ci sono 95 iscritti e ognuno ha portato vari romanzi. All’interno dei Gruppi si può creare un Forum. Ho così già avviato tre Discussioni:

  • Un Forum sulle Ucronie;
  • Quali sono i principali romanzi ucronici;
  • Come catalogare le ucronie.

Si trovano tutti nella sessione Discussioni.

Il software poi, vedendo quali libri ci sono nella Collezione del Gruppo, automaticamene crea delle liste di lettori con libri simili da invitare. Con un click li inviti tutti. Se vogliono, quando ricevono l’invito, si iscrivono.

E ci si può anche scambiare o vendere i libri!

E’ tutto estremamente facile e molto vivace. Non saprei quanti utenti ci siano ma mi paiono moltissimi.

La mia Libreria ha l’indirizzo http://www.anobii.com/people/menzinger/. E’ ancora in costruzione ma ci sono già molti libri.

Vi aspetto lì… e ovviamente iscrivetevi al Gruppo Ucronie.

FIAE

Mi sono iscritto al FIAE, il Forum Indipendente Autori Esordienti. C’è anche un blog. L’accesso al Forum è riservato agli iscritti, ma ci sono delle parti pubbliche. Il blog può essere letto da tutti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: