FANTA-UCRONIA UMORISTICO SURREALE

Risultati immagini per Somtow Papinian Sucharitkul,

Somtow Papinian Sucharitkul,

Ho scoperto solo dopo aver finito di leggere “Aquiliade” che S. P. Somtow, all’anagrafe Somtow Papinian Sucharitkul, in thailandese สมเถา สุจริตกุ (Bangkok, 30 dicembre 1952), è uno scrittore e compositore thailandese, imparentato con la dinasita Chakri attualmente regnante in Thailandia. È direttore artistico dell’Opera di Bangkok. Scrive in lingua inglese romanzi di fantascienza, fantasy e orrore. Nel leggere il suo romanzo mi ero chiesto di che nazionalità potesse essere ma non avevo immaginato potesse essere thailandese. Credo sia la prima volta che leggo qualcosa di un autore di questo Paese (dove tra l’altro mi trovavo proprio il mese scorso).

Aquiliade” (1983) mi è stato segnalato come romanzo ucronico, è, in effetti, parte come tale. Come per “Romanintas” della McDougall, “Roma Eterna” di Silveberg”, “Imperium Solis” di Farneti, oggetto dell’ucronia è l’impero romano. Il volume ha persino un precedente di epoca romana, il “Libro Nono ab urbe condita” di Tito Livio (59 a.c. – 17 d.c.), che nei capitoli 17/18/19 ipotizza lo scontro tra Romani e Alessandro Magno e rappresenta forse la più antica ucronia mai scritta.

Qui si descrive Roma ai tempi di Domiziano (51-96 d.c.), salvo una breve introduzione ai tempi di Nerone (37-68 d.c.). La Roma che vediamo è già molto cambiata rispetto alla realtà storica. Sembra quasi di essere in un romanzo stempunk, visto che ci sono in giro alcune, seppur poche macchine a vapore, grazie alle quali l’impero è ancora più forte che nella realtà. Così potente che ha raggiunto l’America e ne ha colonizzato il lato orientale. Rimane ancora da esplorare l’occidente, cosa che fa il protagonista, che viene inviato lì dall’imperatore a conquistare nuove terre e, soprattutto, a cercare la Cina, per conquistarla, accerchiandola, dato che anche i romani, come Colombo, sottovalutano le dimensioni della Terra e pensano che l’America sia parte dell’Asia.

Risultati immagini per Somtow Papinian Sucharitkul AquiliadeAccanto al procuratore romano Tito Papiniano, ha un ruolo di rilievo un capo indiano, Aquila, che, divenuto senatore, torna in America per accompagnare Tito nella sua impresa.

Man mano che si va avanti con la lettura, la situazione si va facendo sempre più irreale. L’autore si diverte ad anticipare varie cose. I personaggi leggono così “romanzi di scienza fantastica”, tra i quali si riconoscono nomi ben noti della fantascienza, come Asimov. Gli Olmechi si spostano in dirigibile. Tito scopre l’Oceano Pacifico e gli dà il proprio nome, ma, come per altre situazioni nel romanzo, questo finisce per essere chiamato proprio Oceanus Pacificus. Nel loro viaggio trovano persino dei resti di dinosauri e poi addirittura un brontosauro ancora in vita. Poi compaiono persino dei dischi volanti e  strani esseri ci fanno capire che è successo qualche pasticcio a livello spazio-temporale che loro stanno cercando di risolvere. C’è in giro una sorta di “malfatttore” che ingarbuglia il tempo, mescolando quelli che io chiamo “universi divergenti”. Si scopre poi che è una sorta di maiale verde. Vediamo allora una ricostruzione del Colosseo nella giungla con dentro il citato brontosauro e altre cose sempre più assurde.

Il romanzo, insomma, scivola in fretta dall’ucronia alla fantascienza alla fantascienza umoristica che fa pensare a opere come “Guida galattica per autostoppisti” di Douglas Adams, risultando nel complesso piuttosto surreale.

 

Risultati immagini per indiani apache

 

 

 

Annunci

2 responses to this post.

  1. Spettacolare.
    Aquiliade e poi Il Ritorno di Aquila sono due perle.
    L’autore padroneggia molto bene la storia e ha brillanti invenzioni linguistiche come il ferrequus per il treno e per i luoghi come “Flumen Pulveris” (Sand Creek).

    Infine il maiale verde (il colore è dovuto allo sfasamento doppler provocato dai viaggi a velocità ultra-luce) che si firma VPR (non ricordo bene) Viridis Porcus Rex mi ha stroncato.

    Ah mi sa che non era scienza fantastica, ma Scientia Ficta. In ogni caso uno spasso.

    Bell’articolo, mi hai fatto ricordare due bellissimi romanzi.

    Rispondi

  2. […] Somtow Papinian Sucharitkul – Aquiliade (ebook) – ucronia – thailandese; […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: