TUTTO È KINGHIANO

Stephen King - Tutto è fatidico

Stephen King – Tutto è fatidico

King non delude neppure quando scrive racconti. Ho scoperto abbastanza di recente Stephen King, di cui in passato avevo letto solo il minore “Cell”, leggendo il grande “It”, il sottovalutato “La Bambina che amava Tom Gordon”, il notevole “22/11/’63” e l’interessante “L’Ultimo Cavaliere” (no, non parla di Berlusconi!).

In genere, preferisco i romanzi, perché i racconti trovo abbiano un po’ il respiro corto, ma Stephen King riesce a fartelo mancare anche in poche pagine!

Tutto è fatidico”, a quanto pare, dovrebbe essere la sua quarta raccolta di racconti (pubblicata nel 2002). Ne contiene 14. Tutti degni di lettura, il che in un’antologia davvero non è poco.

Il racconto introduttivo “Autopsia 4”, con il tizio ancora vivo, su cui medici distratti eseguono un’autopsia, è già una chicca.

“Il Virus della Strada va a Nord” è una variante originale de “Il Ritratto di Dorian Gray”.

“Riding the Bullet” è un grande incubo. “La moneta portafortuna” reinventa il sogno più comune di tutti noi. “L’uomo vestito di nero” è il vero uomo nero degli incubi infantili. “Le Piccole Sorelle di Eluria” si rifà, autonomamente, al ciclo della Torre Nera (quello che inizia con “L’Ultimo Cavaliere”) e mi ha messo una gran voglia di continuare a leggere gli altri romanzi.

Tutto è fatidico” (la storia che dà il nome all’antologia) ci racconta di un supereroe davvero particolare (cattivo ma non del tutto), che ritroveremo nella serie della Torre Nera.

Allucinante è la stanza “1408”. Sembrano sempre falsi i deja-vu di “Quella sensazione che si può dire soltanto in francese”.

Stephen King

Stephen King

Un vero film horror è “Pranzo al Gotham Cafè”. Se i figli a volte mandano in crisi i matrimoni e gli animali domestici a volte sono come dei bambini, non ci si stupisce se le cose degenerano in “La Teoria degli Animali di L.T.”.

Insomma, se uno sa scrivere davvero, riesce a non sbagliare una pagina, anche quando scrive testi corti, sebbene il suo stile si adatti meglio ai romanzi, se non ai cicli.

 

Leggi anche:

–          – Il Western fantasy di King – L’ultimo Cavaliere (La Torre Nera) – Stephen King

–          – La bambina che sconfisse la natura – La bambina che amava Tom Gordon – Stephen King

–          – King for President of Ucronia – 22/11/’63 – Stephen King

–          – IT: un mostro lovecraftiano emerso da arcani abissi spazio-temporali – IT – Stephen King

 

Firenze, 08/01/2013

Annunci

14 responses to this post.

  1. Posted by Graziano on 17 giugno 2013 at 06:57

    […] D’altra parte, Douglas E. Winter, un amico di King e tra i più seri interpreti della sua opera, lo ha scritto e riscritto più volte: lo scrittore è un grande, incommensurabile creatore di racconti. Uno scrittore che nell’inizio “C’era una volta…” riconosce la più semplice e necessaria delle frasi, diretta e non riassumibile. “Storytelling words. Stephen King words.”[…] da “Incubi brevi (ma non troppo) di Graziano Braschi e Cristina Proto http://goo.gl/icsvf

    Rispondi

  2. […] alla camera d’albergo maledetta del racconto “1408” di Stephen King (nella raccolta “Tutto è Fatidico”) e, forse, a “La Casa Stregata” di H.P. Lovecraft che ho iniziato a leggere mentre […]

    Rispondi

  3. Anch’ io ho scoperto King grazie a Cell. Poi ho proseguito leggendo nell’ ordine Joyland, Christine la macchina infernale e 22/11/63 (quest’ ultimo non l’ ho ancora finito).
    Dopo il romanzo su Kennedy ho in programma di leggere The Dome, per poi accantonare King e concentrarmi su altri autori.
    Nel mezzo tra Cell e Joyland ho letto anche alcuni dei racconti contenuti in Tutto é fatidico. Il mio preferito é Riding the Bullet, mentre tra i romanzi quello che ho amato di più é senza dubbio Christine la macchina infernale.

    Rispondi

  4. P.S.: Visto che abbiamo dei gusti letterari in comune, spero che questo mio post ti dia degli spunti per le tue letture future: http://wwayne.wordpress.com/2013/04/27/la-fine-di-un-era/. : )

    Rispondi

  5. […] di non essere morto (chissà se King, scrivendo Autopsia 4 – racconto presente nella raccolta “Tutto è fatidico” – aveva presente questo […]

    Rispondi

  6. […] Tutto è Fatidico – Stephen King […]

    Rispondi

  7. […] Tutto è fatidico – Stephen King (e-book – iniziato nel […]

    Rispondi

  8. […] – Tutto è kinghiano – Tutto è fatidico – Stephen King […]

    Rispondi

  9. Io, invece, di King adoro soprattutto le raccolte di racconti. E questo è stato semplicemente delizioso.

    Russ

    Rispondi

  10. […] – Tutto è kinghiano – Tutto è fatidico – Stephen King […]

    Rispondi

  11. […] – Tutto è kinghiano – Tutto è fatidico – Stephen King […]

    Rispondi

  12. […] vita di provincia americana, in thriller psicologici come “Mr Mercedes”, con i racconti di “Tutto è fatidico”, in uno dei quali compare anche Roland di Gilead in un momento antecedente la saga de “La […]

    Rispondi

  13. […] un racconti della raccolta “Tutto è fatidico” compare […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: