LE GRANDE IMPRESA DEL PICCOLO MACEDONE

Valerio Massimo Manfredi - Alexandros

Valerio Massimo Manfredi – Alexandros

Chi altro, negli ultimi millenni, ha realizzato un’impresa simile a quella di Alessandro il Macedone?

Pochi sono gli esempi di imperi costruiti da un solo uomo (inteso come guida del processo, perché ovviamente aveva molti altri a seguirlo e aiutarlo, che non vanno dimenticati). Forse l’opera di uomini come Giulio Cesare, Carlo Magno, Federico Barbarossa, Napoleone e (dobbiamo mettere anche lui?) Hitler non ha raggiunto la grandezza della conquista di Alessandro Magno. Se non altro per l’epoca in cui si svolse, per la sproporzione di forze tra il piccolo e barbaro regno macedone e il grande, potente, organizzato impero persiano, per la giovane età del condottiero, per il breve tempo trascorso tra l’inizio dell’impresa e la sua fine.

Alessandro Magno

Alessandro Magno

C’è da dire che quasi sempre queste imprese “lampo” faticano a consolidarsi. Tra gli esempi citati, solo quello di Cesare ha portato al nascere e al perpetrarsi di un lungo impero. Era però solo un grande balzo in avanti di un processo secolare da tempo in atto.

Anche nel caso di Alessandro, la sua prematurissima scomparsa ha portato alla rapida disgregazione della sua opera. C’è grande spazio nella sua storia per possibili ucronie: cosa sarebbe successo se non si fosse ammalato? Che cosa sarebbe successo se si fosse fermato a metà della conquista, accettando di sposare la figlia del Gran Re di Persia e diventandone, magari, l’erede?

Non è questo però che interessa a Valerio Massimo Manfredi nello scrivere la trilogia “Alexandros”. Quello che l’autore italiano vuole offrirci è una storia la più possibile rispondente alle fonti classiche (per lo più greche).

Il figlio del sogno”, “Le sabbie di Amon” e “Il confine del mondo”, pur essendo le tre parti di un romanzo, hanno quasi il sapore didattico di un buon documentario. Nella mia ignoranza, Alessandro mi appare esattamente come lo ricordavo dagli studi scolastici. Nulla mi pare sia aggiunto da Manfredi, neanche il tentativo di utilizzare fonti controverse.

Valerio Massimo Manfredi

Valerio Massimo Manfredi

La sua penna scorre invece veloce e felice, ritraendo il grande Alessandro e gli entusiastici ragazzi della sua torma, i suoi generali, e sue donne (nel ritrarle, qualcosa di più crea Manfredi, a causa della debolezza delle fonti), i suoi avversari e le sue titaniche imprese, rendendoci un eroe molto vivo e umano. Non si nascondono neppure gli amori omosessuali.

Una lettura gradevole che consiglio a chiunque voglia conoscere meglio questo personaggio, ma non abbia voglia di cimentarsi con qualche saggio storico.

Un autore che penso leggerò ancora.

 

Firenze, 23/08/2011

Annunci

2 responses to this post.

  1. […] di livello paragonabile: Valerio Massimo Manfredi. Lo avevo già apprezzato per la trilogia “Alexandros” e, indirettamente, per il film “L’ultima legione”, tratto da uno dei suoi romanzi. Ho ora […]

    Rispondi

  2. […] già ho avuto modo di notare leggendo la trilogia su “Alexandros” o “Lo scudo di Talos”, Manfredi è un autore che ben conosce i fatti narrati, che scrive con […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: