LA MALATTIA DELLA CREATIVITÁ

Ian McEwan - L'Inventore di Sogni

Ian McEwan – L’Inventore di Sogni

Che cosa può pensare un genitore o un insegnante di un bambino che si distrae continuamente, racconta storie assurde e sogna di vivere nel corpo del suo gatto o del suo cuginetto neonato?

Che questo possa portarli a considerarlo poco normale o addirittura “problematico” Ian McEwan ce lo dice e su questo si potrebbe dire e scrivere molto, ma l’autore de “L’Inventore dei Sogni” si ferma lì.

Chi è davvero normale? Chi vede solo il mondo reale o chi è capace di inventare continuamente nuovi mondi? La creatività è una malattia? Insomma, il classico dilemma su quale sia il limite tra follia e genio.

Ian McEwan

Ian McEwan

McEwan non cerca queste risposte. Quello che gli interessa non è descriverci le difficoltà di ambientazione sociale di un simile bambino, ma mostrarci come vede il mondo. Da dunque voce al piccolo Peter e ci fa vedere i suoi sogni, creando un libricino (l’ho letto in ebook, ma ho anche un edizione Einaudi dedicata a ragazzi dagli 11 anni, con tanto di illustrazioni) veloce e godibile anche dai lettori più giovani.

Forse l’idea della reincarnazione è un po’ troppo sfruttata in questi racconti, comparendo ben tre volte in soli otto racconti, ma tolto ciò rimane una lettura leggera da consigliare a grandi e piccini.

 

Firenze, 12/7/2012

Advertisements

One response to this post.

  1. […] L’Inventore di Sogni – Ian McEwan […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: