Armentano, Arco e Zanetti

IL PAESE DELLE DONNE

Con “Libero ArbitrioCaterina Armentano ci parla di donne, amiche, vicine, parenti, che convivono o s’incrociano in uno spazio e un tempo ristretti, che ha i contorni della Calabria, ma potrebbe essere anche altrove nella provincia italiana. È un mondo fatto di donne, in cui gli uomini ci sono, ma sono comparse, perché sembra valere e contare di più quest’amicizia/ inimicizia che avvicina e allontana ogni donna all’altra e in cui gli uomini sono, al più, le scuse per questi moti femminili.

Nelle prime pagine si ha quasi l’impressione di perdersi in un variegato universo gimnoforme, ma poi due figure emergono nitide, la voce narrante di Rebecca ed Ester, la sua miglior amica, di cui Rebecca ci parla.

Le vite vissute da queste calabresi sono esistenze difficili, non per motivi ambientali specifici, quali la povertà o la criminalità del sud, ma perché la nostra quotidianità è sempre complessa e piena di sorprese non sempre gradite.

La vita di Ester e Rebecca lo è forse più delle altre. I loro crucci sono familiari. La loro pena nasce da delle mancanze. Carenze di mariti o compagni, che e se vanno. Carenze di figli, che non arrivano.

Caterina Armentano

Caterina Armentano

La più debole è Ester e Rebecca la sostiene. La gratitudine di Ester arriva discontinua, più assente che presente. La sua debolezza la rende incapace anche di questo. La sua debolezza la travolgerà.

Questo in sintesi è il romanzo “Libero Arbitrio”, il primo che leggo della brava Caterina Armentano, che si dimostra una narratrice piacevole, precisa, organizzata e che ha prodotto un libro con un piccolo editore, 0111 Edizioni, ma avrebbe potuto benissimo essere pubblicata da case maggiori, se solo queste avessero più risorse per fare n po’ di serio scouting su autori minori e per promuoverli come meritano.

Firenze, 01/11/2012

AVVENTURE ALL’OMBRA DEL MONTE ROSA

Lorenzo Arco - Monterosa Blues

Lorenzo Arco – Monterosa Blues

Perché le avventure di ragazzi continuano a piacermi, anche se ho quasi cinquant’anni?

Certo, non è che ogni volta che leggo un romanzo che ne parla, lo metta subito in top-ten, però ci sono alcune storie di questo tipo che riescono ancora a stimolarmi. Penso, per esempio, a “It” di Stephen King o al nostrano “L’ultima estate che giocammo ai pirati” di Alessandro Soprani o magari persino a “Harry Potter” della Rowling.

Con “Monterosa Blues”, Lorenzo Arco ci porta da quelle parti. Ci fa tornare ragazzi, ci fa vedere le cose con quello sguardo magico che solo i giovanissimi hanno.

La storia si svolge ai piedi del Monte Rosa, che ogni tanto occhieggia dall’alto la scena. Ci mostra l’incontro del giovane protagonista con la banda dei Diodi, un gruppetto di ragazzini dodicenni così svegli però che chiamarli banda è un po’ sminuirli, perché sono colti (quasi nel modo innaturale della bambina de L’eleganza del Riccio della Barbery), come non sono più gli adolescenti di oggi, capaci di costruire i più strani marchingegni, sempre pronti a risolvere misteri e a cacciarsi nei guai. Del resto loro si definiscono una libera associazione di scienziati. Veri “ragazzi universali” che si interessano di tutto, dalla musica, all’archeologia, all’astronomia. Forse un po’ troppo bravi e precisi, ma va bene lo stesso.

Lorenzo Arco

Lorenzo Arco

Certo, ogni tanto, l’autore si fa prendere un po’ la mano e quando li manda a combattere addirittura con dei reduci nazisti il racconto prende un po’ troppo i toni da cartone animato, con i tedeschi a far da macchiette, ma per il resto si apprezzano le teleferiche caserecce, l’interpretazione di strane mappe, le scalate, le esplorazioni subacquee, le cerbottane, le torce speciali.

Insomma, una lettura forse più adatta a un dodicenne che a un adulto, ma comunque piacevole.

Leggendo la biografia, scopro che l’autore, è un musicista che viene dal mondo dello spettacolo (Maurizio Costanzo Show, Zelig Circus, Colorado Café e molto altro).

Firenze, 05/11/2012

UN URBAN FANTASY ITALIANO

Occhi Grigi - Irene Zanetti

Occhi Grigi – Irene Zanetti

Occhi Grigi”, il romanzo autoprodotto da Irene Zanetti con Lulu credo si possa definire “urban fantasy”.

La storia di alcuni ragazzi dotati di particolari poteri telepatici (quando questi si attivano, i loro occhi diventano grigi o rossi), infatti, potrebbe anche essere definita paranormale o fantascientifica, ma la contrapposizione tra i buoni dagli occhi grigi e i cattivi dagli occhi rossi fa troppo pensare al classico manicheismo del fantasy. Certo qui non ci sono elfi, gnomi e draghi, dato che l’ambientazione è moderna e “realistica”, ma lo spirito che si respira è lo stesso.

Le avventure peraltro sono di sicuro assai meno mirabolanti di quelle dei principali fantasy e ogni tanto il ritmo narrativo rallenta e indugia in descrizioni e dettagli. La presenza di protagonisti giovani vuole dare una certa vivacità alla narrazione.

Irene Zanetti

Irene Zanetti

I problemi dell’autopubblicazione mi sono ben noti e creando il gruppo anobiiano “Web-editing” (per la revisione reciproca di testi) ho cercato di ovviarvi. Credo che anche questo volume, se fosse passato per una rilettura attenta, se ne sarebbe potuto giovare, riordinando almeno la punteggiatura ed eliminando qualche inutile refuso.Irene Zanetti

Se non altro, avendo autopubblicato, immagino che l’autrice avrà potuto mantenere i propri diritti e penso che non le sarà difficile realizzare presto una nuova edizione più limata. Del resto neppure i piccoli editori fanno (di norma) editing, ma, rivolgendosi a loro, poi fare una seconda edizione può essere più problematico.

Firenze, 26/11/2012

Advertisements

2 responses to this post.

  1. […] 58)  Monterosa Blues – Lorenzo Arco – Edizioni Interlinea (cartaceo) […]

    Rispondi

  2. […] aver letto il piacevole romanzo di vita calabrese “Libero arbitrio” scritto da Caterina Armentano, ho voluto provare la lettura di una sua nuova […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: