Leggere in catena

Su aNobii, nel Gruppo Due Chiacchiere con gli autori è possibile prendere in prestito dei libri direttamente dagli autori. Sono presenti, infatti, numerose catene di letture in cui ogni lettore, dopo aver letto e commentato un libro lo passa al lettore successivo.

C’è poi una lista di lettura particolare, la CATENA MULTIPLA, nella quale i lettori sono anche autori. Ciascuno propone il proprio libro agli altri e mentre il secondo lettore legge il libro del primo autore in catena, questo legge quello dell’ultimo, il terzo legge quello del secondo e così via.

In una di queste catene ho letto due libri: “I Figli del Serpente” e “Amore nel Sangue“.

I FIGLI  DI DAN BROWN

I figli del Serpente – G. L. BaroneLeggere “I Figli del Serpente” di Giuseppe Barone (Edizioni A.Car. – 2010) è stata una bella e piacevole sorpresa. Devo dire che la frase scritta in prima di copertina mi aveva un po’ maldisposto verso la lettura. Accanto all’ombra di un beduino armato di mitra, si legge infatti “Il terrorismo islamico è una pestilenza su scala mondiale, fino a dove siamo disposti a spingerci per annientarlo?” e già mi veniva da immaginarmi una moderna crociata di cristiani pronti ad annientare islamici in una rinnovata pulizia etnica di hitleriana memoria, con il compiacimento dell’autore. Il libro è, per fortuna, cosa diversa e non si respira aria di razzismo. Caso mai i veri estremisti qui sono proprio i cattolici!

I figli del Serpente - G. L. Barone

I Figli del Serpente - G.L. Barone

I personaggi sono delineati bene, senza eccessi, senza ricercare superflui approfondimenti psicologici, ma limitandosi a ciò che è funzionale alla storia. Forse c’è qualche spiegazione di troppo, a volte sottolineata dallo stesso autore (a che serve descrivere il funzionamento di un agenda elettronica o come si nomina un amministratore delegato?), ma la lettura scorre molto bene e coinvolge, senza inceppamenti o appesantimenti.

Insomma, un altro autore ancora poco noto, ma che meriterebbe altri spazi e che, considerata anche la giovane età, quale si intuisce dalla foto sul risvolto di copertina, avrà modo di crescere e stupirci ancora.

Firenze, 01 Novembre 2011

AMAR MAFIA

Amore nel sangue - Fabiana Andreozzi, Vanessa Vescera

Amore nel sangue - Fabiana Andreozzi, Vanessa Vescera

Se fossi abituato a scegliere le mie letture dal titolo o dalla copertina, non penso che avrei mai letto “Amore nel sangue” di Fabiana Andreozzi e Vanessa Vescara (note anche come Licio e Vany su anobii), 0111 Edizioni. Guardando il libro mi viene, infatti, da pensare a un romanzo rosa appena tinto di rosso dal sangue di qualche delitto. Il sospetto potrebbe anche essere quello di trovarsi davanti a un amore vampiresco alla Twilight, ma non è così.

In effetti, c’è davvero una storia d’amore. C’è una bella ragazza dalle origini misteriose e ci sono due cugini che se la contendono.

Quello che c’è in più in questo libro è l’ambientazione nella Palermo del 1989, quella delle stragi in cui perirono i magistrati Falcone e Borsellino. Non si fanno i loro nomi, ma si parla della morte di un giudice che molto ricorda la loro.

Amore nel sangue” è dunque una storia di mafia, di famiglie d’onore, di odii e vendette. Tutto ciò dà un diverso spessore ai tormenti amorosi di una protagonista che altrimenti sarebbe parsa troppo giovane, con i suoi diciotto anni, per poter avere una storia davvero tormentata tra il suo promesso sposo Ciccio e il suo amante Angelo.

Cu fu?

Ecco allora le lotte tra famiglie e all’interno della famiglia stessa per mantenere o acquistare potere.

Certo, poco si dice dei reali interessi economici della mafia, della sua influenza sulla politica, del controllo del territorio, ma le dinamiche dei rapporti di parentela sembrano realistiche.

Alle autrici forse interessa di più mostrare la difficoltà a uscire dal giro della gente d’onore, dai ruoli decisi dai clan, dalla gabbia di un potere violento.

Avendo più volte sperimentato la scrittura a più mani, ne conosco le difficoltà, ma bisogna dire che leggendo mai mi sono trovato a pensare che un brano o un altro fossero di un’autrice piuttosto che dell’altra, segno che le due penne hanno ben amalgamato i rispettivi inchiostri.

Una nota, infine, sull’editore: sembra che finalmente la 0111 Edizioni abbia imparato a rilegare i libri! In passato avevo letto volumi pubblicati da loro che si spaginavano dopo pochi minuti di lettura. “Amore nel sangue” sembra invece ben rilegato, la carta ha un buono spessore e l’impaginazione è corretta.

Firenze, 27/01/2012

Falcone e Borsellino

Falcone e Borsellino

Annunci

3 responses to this post.

  1. Due belle recensioni di autori sconosciuti o quasi.
    Un saluto

    Rispondi

  2. […] I figli del serpente – Giuseppe Barone […]

    Rispondi

  3. […] 1)      Amore nel Sangue – Vanessa Vescera, Fabiana Andreozzi – Edizioni Zeroundici (cartaceo) […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: