Leggo mentre guido

Leggo IBSDue o tre settimane fa mi sono deciso ad acquistare un lettore di e-book. Per la cronaca ho scelto “IBS Leggo”, il modello distribuito da InternetBookShop. Era un po’ di mesi che pensavo di dover trovare un supporto per la lettura di testi elettronici e l’uscita dell’I-pad mi aveva molto stimolato in tal senso. Il prodotto della Apple però offriva troppi gadget rispetto alle mie esigenze. Ero infatti convinto che un simile strumento mi sarebbe servito solo per la lettura. Avevo però (ed ho ancora) un buon centinaio di libri su carta che ancora mi riprometto di leggere. Mi pareva dunque prematuro un simile acquisto. Contavo di smaltire prima la pila cartacea. Con il passare del tempo, pur senza volerlo, mi sono ritrovato ad avere anche una ventina di e-book. La lettura al computer non era l’ideale e ne ho letto in tal modo uno solo. Il loro crescere di numero mi ha così indotto a riflettere ancora sul prodotto. Escluso il mondo troppo raffinato dei tablet, mi sono allora concentrato sui più concreti e pratici e-reader (o ebook–reader).
Qualcuno li rifiuta con l’idea che la carta sia un’altra cosa, ma questo concetto romantico non mi ha mai turbato troppo. “IBS Leggo” non è certo il massimo della tecnologia. Ha uno schermo in bianco e nero (ma la tecnologia e-ink in effetti non affatica la vista più di un libro cartaceo), non dispone ancora del software per le note e le sottolineature (spero arrivi presto, perché è importante) e non aveva un dizionario (che ho installato da me in modo facilissimo). Ha però una caratteristica che conoscevo ma che al momento dell’acquisto avevo del tutto sottovalutato, non pensando l’avrei mai usata: la voce sintetica. IBS Leggo è infatti in grado di leggere ogni tipo di file (non solo i formati specifici come l’epub, ma anche i doc, i pdf e i txt)  e per leggere intendo come potrebbe fare una Vietato leggeremamma con il bambino, con una vocina sintetica che ricorda i più comuni navigatori satellitari. Anche qui ci sarebbe da lavorare sul software, perché ogni tanto ci scappa qualche accento del tutto sbagliato anche sulle parole più comuni (tipo “albéri” e “lampàda”) e le parole in altre lingue vengono lette alla “italiana”. Questo piccolo gadget però mi ha totalmente conquistato. Come lettore cerco di sfruttare tutti i momenti possibili della giornata e per vari anni ho letto nei mezzi pubblici, soprattutto corriere e autobus, in cui ho trascorso varie ore. Da circa un anno non avevo quasi più quest’opportunità dovendomi muovere ora in auto. La voce sintetica d’un tratto mi ha regalato quaranta minuti giornalieri di lettura in più!  Accendo il lettore e questo comincia a leggere per me mentre guido, senza ovviamente doverlo guardare. Dato che riconosce anche i testi word, posso farmi leggere anche relazioni o altri elaborati scritti per lavoro. Con un auricolare posso fare lo stesso camminando per strada.
Già questo è per me sufficiente a indurmi a mutare radicalmente i miei orientamenti nel tipo di leggere al volosupporto per i libri. Se poi si aggiunge la possibilità di aumentare la dimensione dei caratteri, per chi come me che, causa l’avanzare dell’età, deve ora usare due diversi tipi di occhiali a seconda che legga o cammini, significa poter continuare a leggere anche senza indossare gli occhiali corretti!
E che dire poi della possibilità di immagazzinare fino a 15.000 libri (1.500 senza la scheda micro SD) in un supporto con le dimensioni di un tascabile? Ne ho già sperimentato i vantaggi in un viaggio in treno: finito un libro ho potuto scegliere sul momento quale altro iniziare, senza dovermi appesantire portandomi dietro due volumi.
Quanto poi alla lettura di certi romanzi immensi che non si sa come reggere o che appesantiscono la borsa? Nessun problema: il supporto non cambia dimensioni con il crescere del numero delle pagine.
Temevo che scaricare i libri fosse operazione lunga, ma un romanzo si scarica nel tempo in cui  si fa il download di una singola canzone.
Immagino poi come potrà cambiare in meglio la vita per gli studenti delle scuole: un singolo e-reader in borsa invece di sette libroni e due vocabolari! In più potranno portarsi anche l’enciclopedia, senza nessun problema per la schiena.
Insomma, il mondo della lettura sta cambiando radicalmente, anzi è già cambiato del tutto. Tornare a leggere libri su carta per me è ora quasi difficile come tornare a guidare un auto con il cambio manuale, dopo averne guidata una con cambio automatico. E sono più di quaranta anni che leggo, figuriamoci chi impara ora a farlo. Le nuove generazioni non toccheranno carta e schiferano i vecchi libri come oggi, nell’era del 3D e degli effetti speciali, schifano i vecchi film in bianco e nero!
Si aprono nuove prospettive anche per gli autori, ma di questo parleremo un’altra volta.
 
 

Annunci

7 responses to this post.

  1. Posted by dreca on 1 ottobre 2011 at 19:50

    anch'io ho fatto la tua stessa scelta…unica cosa non sono riuscita ad installare un vocabolario…l'unico sito che ho trovato era tutto in russo, non è che potresti dirmi dove l'hai trovato e come si fa?

    Rispondi

  2. Posted by Menzinger on 2 ottobre 2011 at 08:49

    Il sistema per installarlo l'ho trovato qui http://ilgiardinodestate.splinder.com/post/25293911/leggo-ibs-e-dizionari 

    In sostanza si dice:

    Primo passo:scaricare i vocabolari. L'estensione corretta è.dic
    Secondo passo: i vocabolari vanno inseriti all'interno della directory system/dictionaries e il gioco è fatto.
    Ecco i link dove trovare i vocabolari:
    Vocabolario di italiano:http://www.mediafire.com/?3fkqiecdnsnu349
    Dizionario inglese-italiano:http://www.mediafire.com/?b49z5pcqwi2i5qa
    Oxford avanced learned dictionary:http://www.mediafire.com/?f85mdfyrv6y2khb
    Tutte queste soluzioni sfiziose ed interessanti le ho lette in questo sito:
    http://francovite.com/2011/03/09/leggo-ibs-una-recensione/
    sbirciando nella discussione che avviene a seguito della recensione.
    Il dizionario inglese-italiano e il vocabolario di italiano li ho scaricati da questo sito:
    http://www.mobileread.com/forums/showthread.php?p=1452130
    e postati su mediafire per una maggiore comodità.
    L'Oxford avanced learned dictionary,invece,l'ho scaricato da questo sito russo,sempre consigliato nella discussione citata precedentemente:
    http://bookfast.org/pocketbook/dictionaries/oxford-advanced-learners-dictionary
     

    Rispondi

  3. Posted by Wolfghost on 12 ottobre 2011 at 09:49

    Recentemente, dovendo un paio di volte al mese fare lunghe ed estenuanti viaggi in macchina con mia moglie, abbiamo provato un paio di audiolibri. Carini… ma non c'e' granche' di disponibile. Questa idea di cui parli invece potrebbe essere carina, ma la lettura "digitale" mi lascia un po' perplesso… La reggi per due ore? Ho l'impressione che un tale ascolto stanchi alla lunga…

    Rispondi

  4. Posted by anonimo on 15 ottobre 2011 at 11:37

    Ach'io possiedo un Ibs leggo, tra i primi ad averlo ricevuto. 
    Il problema principale sta, scandalosamente, nei “minus” che ha la versione italiana, realizzata per IBS,  rispetto al prodotto ucraino, distribuito in tutto il resto del mondo.
    E’ atteso da tempo un aggiornamento, promesso, del software che consente di gestire le annotazioni (presente da tempo nelle versioni distribuite negli altri Paesi). I clienti già in possesso come me del prodotto attendono con trepidazione anche il dizionario. Ho provato con il "fai da te", come suggerito qui, ma il software che fa gestire il dizionario non funziona.

    Perché il prodotto IBS deve avere caratteristiche peggiori di quelle garantite dal suo produttore in altri paesi?
    I clienti, nell’attesa possono solo leggersi la versione digitale di
    “Aspettando Godot”  e coltivare l’arte della pazienza. Arte che li vede
    assolutamente esperti:  ricordo che è un prodotto prenotato a novembre per Natale e arrivato in marzo.
    La risposta di IBS è cortese, ma rinvia “sine die” la consegna dell’
    aggiornamento software.
    Non sono inoltre per nulla convinto che andarsi a prendere autonomamente il software distribuito negli altri paesi, senza ricevere la versione IBS, possa funzionare: c'è chi si è trovato il pennino non più utilizzabile o chi non si connette più al sito IBS.

    Una soluzione? Sto pensando di vendere su Ebay questo esemplare e salire sul primo volo per Kiev a comprarmi l’originale…
    Ciao a tutti

    Rispondi

  5. Posted by Menzinger on 15 ottobre 2011 at 12:26

    A me i tre vocabolari autoinstallati funzionano benissimo. Per le note mi arrangio con il programmino "scribble" della sessione "Svago". Nel complesso ne sono soddisfatto.

    Uso la modalità voce per "40 minuti al giorno. Non ho mai provato per due ore. Non vedo il problema, a parte forse i consumi, che sono bassissimi in lettura ma immagino aumentino molto con la voce sintetica. Non ho mai provato a capire quanto dura la batteria, perché comunque, ogni due o tre sere lo metto in carica, anche se non è scarico. Però direi che due ore le regge bene. Se le regge l'ascoltatore, credo sia una questione personale. C'è chi legge otto ore di fila e chi dopo 8 minuti è stanco e stufo!

    Rispondi

  6. […] mondo dell’editoria è cambiato moltissimo in questi ultimi anni grazie all’avvento degli e-book, del print-on-demand, dei siti di auto-pubblicazione, dei siti di scrittura e lettura […]

    Rispondi

  7. […] ancora un e-reader). Trascorse poi un anno, fino al settembre 2011, prima che mi decidessi ad acquistare il primo e-reader, di cui apprezzai da subito la possibilità di leggere in T.T.S. Nel 2012 gli e-book erano 43 su 64 […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: