Per Asimov l’Infinito vale più dell’Eternità

Isaac Asimov - La Fine dell'Eternità

Isaac Asimov – La Fine dell’Eternità

Leggere “La fine dell’Eternità” di Isaac Asimov, mi incuriosiva per due motivi, il primo perché Asimov, quando avevo attorno ai quattordici anni era decisamente il mio autore preferito, il secondo perché in questo romanzo, che all’epoca mi era sfuggito, tratta il tema delle alterazioni temporali, di cui mi sto interessando in questo periodo. Tra poche settimane, infatti, pubblicherò il romanzo “Jacopo Flammer e il Popolo delle Amigdale“, che presenta una visione del tempo non lineare, un po’ come in questo romanzo.

Isaac Asimov

Isaac Asimov

Devo dire che anche ora, a trent’anni di distanza dalla mia adolescenza, ho trovato quest’autore geniale e affascinante.
Quanto alla sua visione del Tempo e delle sue alterazioni, mi pare una delle più moderne in cui sia incappato, sebbene risalga a mezzo secolo fa.
L’autore immagina un mondo in cui siano possibili i viaggi nel tempo (ma solo dal 27° secolo in poi, perché non si può tornare indietro a momenti antecedenti alla scoperta di questa tecnica).
Una casta di uomini, gli Eterni, controlla la Storia dell’umanità, inserendo continui mutamenti, in modo da rendere la vita, in ogni epoca, la migliore possibile.
La modernità di questa visione dell’autore, sta nel aver concepito che per ogni Realtà, ne possano esistere infinite altre alternative, derivanti dagli infiniti mutamenti che possono essere provocati dagli Eterni con i loro viaggi nel tempo.
Un’altra trovata suggestiva di Asimov è aver immaginato che in un mondo così “perfetto”, l’uomo non senta il bisogno di viaggiare nello spazio e, sebbene talora ci provi, sempre vi rinuncia.
InfinitoÈ questo il vero difetto del mondo degli Eterni. Arriverà infatti un momento in cui gli uomini non potranno più fare a meno di lasciare la Terra verso altri mondi, ma ormai sarà troppo tardi!
Il Viaggio nel Tempo è dunque il limite al Viaggio nello Spazio, che rappresenta il vero Destino e la vera Salvezza per l’uomo. Del resto Asimov c’ha abituato a imperi sconfinati che si estendono per intere galassie, non stupisce che veda il futuro dell’umanità proprio nella conquista dello Spazio.
L’Infinito vale più dell’Eternità, che è solo illusione.
Ovviamente questi concetti sono descritti tramite la storia di personaggi dalle caratteristiche multiformi e una trama articolata, che contribuiscono a rendere la lettura piacevole oltre che estremamente interessante.

Infinito

Advertisements

11 responses to this post.

  1. Posted by happysummer on 26 settembre 2010 at 19:37

    Di Asimov ho letto solo "Io,robot" che a suo tempo mi affascinò. Certamente è un genio della fantascienza.

    Rispondi

  2. […] Paolo Ciampi 24) Iostoconletartarughe – Simonetta Bumbi 25) Hyperversum – Cecilia Randall 26) La fine dell’eternità – Isaac Asimov 27) Ho visto l’amore vicino da poterlo toccare – […]

    Rispondi

  3. […] *La fine dell’eternità (The End of Eternity, 1955), Urania n.119, 1956 *Tutti i miei robot (Io robot, Il secondo libro dei robot e racconti vari) (The Complete Robot, 1982), per I Massimi della Fantascienza n.9, Mondadori, 1985 *Nemesis (Nemesis, 1989), Mondadori, 1990 […]

    Rispondi

  4. […] mi è capitato di leggere piuttosto di recente “La Fine dell’Eternità”, che, secondo alcuni, sebbene fuori ciclo, aprirebbe la serie. Dato che gli eventi narrati si […]

    Rispondi

  5. […] aver letto i romanzi “fuori ciclo” di Isaac Asimov “La Fine dell’Eternità”, “Tutti i miei Robot” (che racchiude “Io Robot”, “Il Secondo Libro dei Robot” e […]

    Rispondi

  6. […] (Robot, Impero e Fondazione). Dopo aver letto i primi testi fuori ciclo, ma che a questi preparano (La fine dell’eternità, Tutti i miei robot, Nemesis), ho iniziato il Ciclo dei Robot, leggendo Abissi d’Acciaio, il […]

    Rispondi

  7. […] *La fine dell’eternità (The End of Eternity, 1955), Urania n.119, 1956 *Tutti i miei robot (Io robot, Il secondo libro dei robot e racconti vari) (The Complete Robot, 1982), per I Massimi della Fantascienza n.9, Mondadori, 1985 *Nemesis (Nemesis, 1989), Mondadori, 1990 […]

    Rispondi

  8. […] 4-      La fine dell’eternità – Isaac Asimov […]

    Rispondi

  9. […] a rileggere tutti i romanzi e i racconti che lo compongono, quando nel settembre del 2010 lessi “La fine dell’eternità” o quando, nel novembre del 2012, decisi di proseguire nella lettura in ordine cronologico di […]

    Rispondi

  10. […] queste pagine, Asimov cita anche un altro romanzo “fuori ciclo”, “La fine dell’eternità”, spiegando la caratteristica più insolita della sua Galassia: l’assenza di alieni evoluti, se […]

    Rispondi

  11. […] Asimov ne “La fine dell’eternità” arriva a immaginare di poterlo manipolare e cambiare la storia e basa l’intero ciclo della […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: