DYLAN DOG n. 240 – UCRONIA – Settembre 2006

Dian Dog - UcroniaCerto dire che il n.240 di Dilan DOG, intitolato "UCRONIA" sia davvero un'ucronia non è facile. Diciamo che alcuni degli eventi (un po' caotici) che si verificano, vengono spiegati ucronicamente… o quasi.
L'idea è che, come insegna l'allostoria, se un evento si verifica oppure no, dal suo verificarsi o meno nascano diversi universi, con diversi futuri. C'è qui un professore tedesco (che si incontra anche altre volte nelle storie di Dog nate dalla penna di Tiziano Sclavi) che spiega a modo suo la teoria, dicendo che futuri diversi possono coesistere nello stesso mondo. Ci possono essere cioè nello stesso momento in un scatola il gatto vivo e lo stesso gatto morto.
E così vediamo una Londra dominata niente meno che dai Comunazisti, frutto della vittoria di Hitler e della sua alleanza con Stalin.
E ci sono personaggi che appaiono in un tempo per poi scomparire e riapparire in un'altra epoca.
Direi che l'ucronia è altra cosa.
Qui siamo più dalle parti dell'incubo, come è giusto sia con Dylan Dog.

Vari numeri di Dylan Dog si possono scaricare qui.
Qui, invece, si parla del nuovo film su Dylan Dog in uscita a ottobre 2010, di cui potete vedere il trailer qui.

Leggi anche:

    § Una rivista sull’Ucronia
    § Giovanna e l'angelo

    § Ucronie per il terzo millennio
    § Ucronie sul fascismo
    § Ucronie sul nazismo – Fatherland
    § Ucronie sul nazismo – La svastica sul sole
    § Roma eterna
    § L’ucronia sul Vangelo di Saramago
    § L’ucronia sul Vangelo di Kazanzakis
    § L’ucronia di Borges
    § Ucronie preistoriche
    § Uno Sherk quasi ucronico

Annunci

13 responses to this post.

  1. Posted by matteoxx on 11 settembre 2010 at 14:11

    Grazie per aver segnalato il link!

    Rispondi

  2. Posted by passeggio on 13 settembre 2010 at 19:36

    Ti ho invitato a leggere la nostra intervista perché so che il libro di Cafaggi ti è piaciuto; ne avevamo anche parlato insieme, ricordi?Grazie per essere passato.P.S. le prossime due settimane posterò la mia recensione al suo libro e la seconda parte della nostra intervista. Posso invitarti nuovamente?Ora veniamo al tuo post, visto che faccio visita a casa tua e giustamente vengo a leggere… :-)Ho letto pochissimo di Dylan Dog. Quando l'ho fatto, l'ho fatto con molto piacere e sono stato piacevolmente accompagnato dalle vicende… :-)Quindi non posso esprimermi, ma se alcuni dei giudizi che ho letto in passato mi hanno convinto nel pensare che abbiamo delle visioni simili sui libri… allora mi fido di quel che dici!

    Rispondi

  3. Posted by rosdrudidurella on 13 settembre 2010 at 19:39

    Ciao Carlo,sono perfettamente d'accordo lo era e lo è, ucronico.Sono appena rientrata da un festival dove ho parlato di te.. E' un festival letterario molto particolare e carino, per autori esordienti e non. Si chiama i sapori del giallo e si svolge da sette anni a Langhirano a pochi chilometri da Parma. La cosa simpatica è, che l'organizzatore ed ideatore del festival è il sindacato della polizia, con a capo un simpaticissimo Luigi. Partecipano, infatti, oltre agli scrittori affermati, anche molti poliziotti. Si è parlato dell'importanza della rete per promuovere i libri. E' venuto fuori il discorso su Anobii ed ho raccontato quanto fai con scambio libro, con tanto di recensione da un autore all'altro sui propri blog, delle iniziative di scrittura a quattro o più mani ed altro. Molti conoscevano l'iniziativa, mentre altri no. Ma il sito di Anobii lo conoscono tutti, leggono le recensioni e s'informano con interesse. Alla fine un giovane editore di Langhirano, Paolo Galloni, che ha fatto da moderatore in alcune presentazioni del festival, mi ha dato il suo libro dicendomi che vuole entrare anche lui a far parte del club. La sua casa editrice però, pubblica solo saggi storici.Ti mando il link della rassegna, magari per il prossimo anno puoi andarci con l'ucronia gialla o con quello che vuoi.Ciao Rossella.http://www.mammaeditori.it/pages/ISaporiDelGiallo.htm 

    Rispondi

  4. Posted by colf on 1 ottobre 2010 at 21:06

    interessante, e sì, hai ragione,  detto bene nel commento sul mio blog.In effetti c'è una curiosa connessione tra il mio post ed il tuo post. quì..Inoltre volevo aggiungere, riguardo quanto sono riuscita a  leggere quà,che è impressionante quanto passato e futuro o luoghi ed occasioni diversesi possano riscontrare in similitudini.Grazie per essere passato a trovarmi .

    Rispondi

  5. […] 21) Dylan Dog n. 250 – Ascensore per l’inferno – Bruno Brindisi, Tiziano Sclavi 22) Dylan Dog n. 240 – Ucronia – Tiziano Sclavi, Franco Saudelli 23) Gli occhi di Salgari – Paolo Ciampi 24) Iostoconletartarughe – Simonetta Bumbi […]

    Rispondi

  6. […] i fumetti e i cartoni animati hanno affrontato il genere, per esempio, Dylan Dog con il suo “Ucronia” o “Shrek forever […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: