E TRE!

Il simbolo perduto - Dan BrownE tre! Riecco il professor Langdon, l’investigatore del simbolo, che torna a colpire nella terra ai confini della realtà in cui si muovono il simbolismo e i movimenti religiosi. Dopo essersi occupato con precisione e realismo del mondo dell’Opus Dei (Il Codice da Vinci) e in quello degli Illuminati (Angeli e Demoni), affronta ora con “Il simbolo perduto” un’altra associazione di potere d’ispirazione religiosa, la Massoneria, aiutandoci a conoscerla meglio.

Dopo averci portato a Parigi (Il Codice da Vinci) e Roma (Angeli e Demoni), siamo ora nientemeno che a Washigton, descritta come se fosse la città più bella del mondo, con la cupola della Casa Bianca che pare meglio della Cappella Sistina! Dopo aver affrontato il potere della Chiesa, del Priorato di Sion e del CERN, ora abbiamo addirittura a che fare con quello di un segretissimo e potentissimo ufficio della CIA.

Accanto a Robert Langdon non manca mai una bella ragazza, dopo Sophie Neveu e Vittoria Vetra è ora la volta di Catherine Salomon.

Anche questa volta abbiamo enigmi che celano altri enigmi in una caccia al tesoro che ci Dan Brown - caricaturatrasforma in turisti di una bella città, con una guida d’eccezione qul’è Dan Brown, pronta a svelarcene i misteri più arcani.

Anche questa volta le rocambolesche avventure del professore servono a cercare di evitare una crisi internazionale.
Dan Brown ha scritto altri due romanzi senza Robert Langdon come protagonista e con una diversa struttura, che sono due ottimi libri (Crypto e La verità del ghiaccio) ma certo la ricchezza di riferimenti storici di questo ciclo, che negli altri due libri manca, è tale da renderlo sempre più interessante e appassionante, anche Il Campidoglio di Washingtonse la struttura narrativa appare ormai un po’ abusata dall’autore. Di questo, però, forse me ne accorgo di più io, da autore, che non altri lettori. Del resto ci sono lettori che si leggono decine di romanzi gialli con la medesima strutura ripeturta all’infinito. Personalmente preferisco un autore che si rinnovi. A quando un Dan Brown fantascientifico o fantasy?
Il simbolo perduto” rimane comunque un romanzo affascinanante e coinvolgente, i riferimenti culturali rimangono piacevoli e interessanti, anche se, a quanto pare, non sempre molto precisi, dato che, ad esempio, a quanto pare nell’edizione inglese di “Angeli e demoni” le frasi in italiano sono quanto mai maccheroniche, se non grottesche e anche la geografia di Roma appare approssimativa. Nella traduzione italiana si nota meno.

Annunci

6 responses to this post.

  1. Posted by kikmaster on 2 maggio 2010 at 17:52

    Ciao Carlo! Ho visto che hanno pubblicato la mia mini-recensione del Settimo Plenilunio su IBS.it… prova a vedere!

    Rispondi

  2. Posted by Menzinger on 2 maggio 2010 at 20:47

    Grazie Enrico per il bellissimo comento.Ciao

    Rispondi

  3. […] Françoise Dolto 59) Thomas Jay – Alessandra Libutti 60) Barcellona – Le guide Mondadori 61) Il simbolo perduto – Dan Brown 62) Ufollia – Giuseppe Marrone 63) USA – Le guide Mondadori 64) La filosofia di Lost – […]

    Rispondi

  4. […] furti, spionaggio in ambiente religioso e con un bello sfondo “culturale”, in tipico stile Dan Brown, che non cade mai in inutile nozionismo. In effetti, appena si riesce ad abituarsi ai continui […]

    Rispondi

  5. […] (con in più un’ambientazione in luoghi a me ben noti che mi incuriosiva). La lettura de “Il simbolo perduto” mi ha dato una sensazione di inutilità, ripetendosi esattamente gli stessi schemi. Al punto che […]

    Rispondi

  6. […] Corrado Augias allo storico Mauro Pesce a ridosso del successo planetario del primo romanzo di Dan Brown “Il codice da Vinci”, più volte citato nel volume (interrogandosi sul perché del successo di […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: