Un libro senza maiuscole

Scrive di sé Simonetta Bumbi nella sua biografia in fondo al volume “iostoconletartarughe” (Edizioni Smasher):
iostoconletartarughe di Simonetta Bumbi“non ama le maiuscole, fanno la differenza fra tutto, specialmente tra le persone, ma le usa quando scrive di Lui, e di pochissime altre cose (diciamo che si violenta per farlo), per rispetto, poi verso chi, ancora non lo ha capito, forse la grammatica, anche se è romana de core e de fatti.”
Per leggere questo volume occorre dunque innanzitutto svuotare il cervello dalle convenzioni grammaticali e sapere che si sta per aprire uno scrigno che cela un’anima che si offre nuda alla vista dei lettori, priva persino di ogni orpello grammaticale, siano questi le maiuscole o anche le virgole e i punti, che Simonetta, pardon simonetta, distribuisce come un contadino che semini un campo.
Per dare un’idea del suo concetto di punteggiatura, riporterò un altro brano, in cui lei stessa ci parla del suo rapporto con la virgola (di cui avevo scritto qui):
“(…) mi va, bene tutto.
Ecco, per esempio, ho scritto: mi va bene tutto, però ci ho messo una virgola, dopo il mi va, ed è questo, che fa la differenza. io ce l’ho messa, ma mica perché avevo intenzione di evidenziare qualcosa, no, l’ho fatto, così, d’istinto. È dopo, che rifletto, e sorrido.”
 
Qualcuno potrebbe pensare che Simonetta (scusami, simy, la Esharhamat, la protagonista de Il Settimo Plenilunio, vista da Fabio Balbonimaiuscola, ma proprio non riesco a farne a meno!) non sappia usare la punteggiatura, ma non è così e io posso dirlo, perché abbiamo scritto assieme oltre alla storia in versi “Cybernetic Love”, pubblicata nel volume “Parole nel web" (Edizioni Liberodiscrivere), anche il romanzo “Il Settimo Plenilunio” e di virgole e punti abbiamo discusso a lungo. Allora, qualcun’altro dirà, lo fa “per posa”. Io non credo che neanche questa sia la risposta, perché Simonetta è veramente naturale e spontanea e se scrive così è perché le importa di dire le cose ma non come vengano dette.
Si può allora immaginare che questo volume sia piatto e scialbo, ma ci si sbaglierebbe di nuovo, perché oltre alla ricchezza di sentimenti, che sono la sua vera anima, questo libro non è privo di immagini suggestive, di accostamenti arditi e fantasiosi (eppure che sono – o appaiono – spontanei).
Penso a frasi come “ho un rospo in gola e non basterà baciarlo per trasformarlo in un principe azzurro” o “le porte non hanno più l’impianto pneumatico che funzioni (… omissis…) all’improvviso mi manca l’aria, ma non sono pneumatica: è solo un attacco di panico” o “sorrido, a quell’eppure che mi pigia, e lascio che i miei fianchi, siano uva”.
E non mancano momenti delicati come “il contrasto che si crea con l’interno del mio corpo, è piacevole, è come il filo d’erba ricoperto di brina, se lo tocchi si spezza, inturgidito dal gelo, ma se lo lasci al destino, il primo raggio di sole compirà il suo quotidiano miracolo. e sarà più forte e verde di prima”.
Ovviamente la punteggiatura è proprio così!
Ma cos’è questo libro? Non è né un romanzo, né una raccolta di racconti, né una silloge di poesie. È, invece, qualcosa di nuovo e moderno: un diario. Nuovo? Cosa ci sarà di moderno in un diario?
C’è di nuovo che nasce da un blog. Per i pochi che ancora non lo sanno il blog, almeno nella sua concezione originaria, dovrebbe essere un “diario su internet”. Simonetta Bumbi ha dunque scritto il suo diario, le sue riflessioni, i suoi dolori, le sue rabbie, i suoi vuoti e la sua vita sulle pagine di http://iostoconletartarughe.splinder.com e poi, un giorno, ha trovato un editore che queste pagine on-line ha deciso di stamparle su carta, facendone il diario della sua battaglia con la vita. Un libro intenso, in cui osserviamo una donna donarsi con la sua consueta generosità ai lettori che vogliano scoprirla.
Annunci

7 responses to this post.

  1. Posted by Miele2 on 25 ottobre 2009 at 11:31

    ciao carissimo,
    io sono stata bacchettata su Facebook proprio per la punteggiatura,quindi chi meglio di me può comprendere la tua amica?Un caro abbraccio

    Rispondi

  2. Posted by rosdrudidurella on 26 ottobre 2009 at 09:16

    Ne so qualcosa anch’io, nel forum dei 100autori, all’inizio nella fretta di risposta, non vedevo nemmeno cosa scrivevo e tu te lo dovresti ricordare. Quindi, insofferente alle critiche puntigliose e bacchettone di alcuni "professorini" , risposi che le virgole mi davano fastidio e le spargevo come semi nel campo arato.

    Ciao Carlo, rispondo qui al tuo commento da me. Anch’io la penso così, infatti , nonostante la simpatia e il carisma della persona in questione, al momento non ha ancora fatto nulla, mentre Gino Strada sono anni che si batte rischiando la vita e senza clamori. Ti posto il link dove votare per il prossimo nobel, se vuoi puoi metterlo anche nel tuo blog. Ciao,
    buon inizio settimana, Rossella

    http://apps.facebook.com/causes/171034?m=103f46b4

    Rispondi

  3. Posted by simonettabumbi on 26 ottobre 2009 at 20:07

    …!

    Rispondi

  4. Posted by Elisabhett on 26 ottobre 2009 at 22:29

    grazie ho visto il link…ma se dovrei chiedere aiuto per la copertina cosa dovrei fare??

    Rispondi

  5. Posted by Elisabhett on 29 ottobre 2009 at 05:52

    passa da me ………………….e grazieeeeee

    Rispondi

  6. Posted by anneheche on 29 ottobre 2009 at 16:31

    Un lavoro ottimo.
    Complimenti!

    Rispondi

  7. […] 240 – Ucronia – Tiziano Sclavi, Franco Saudelli 23) Gli occhi di Salgari – Paolo Ciampi 24) Iostoconletartarughe – Simonetta Bumbi 25) Hyperversum – Cecilia Randall 26) La fine dell’eternità – Isaac Asimov 27) Ho visto […]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: