IL SETTIMO PLENILUNIO – Capitolo 18

Altri due artisti hanno aderito al progetto per la realizzazione della "gallery novel" IL SETTIMO PLENILUNIO.

Con loro il numero degli illustratori sale a 18, che con noi tre autori, porta il volume a riunire 21 persone in un progetto che vede, forse per la prima volta, un romanzo scritto a sei mani, venir illustrato e interpretato da così tanti disegnatori, pittori, illustratori e fotografi.

I due nuovi artisti sono Fabio Balboni e Daniela Divani, che hanno aderito subito con numerose immagini.

Ecco quindi  il disegno realizzato da Fabio Balboni per questo capitolo 18.

 

Il capitolo 17 è stato l’ultimo che potrete leggere per intero on-line. Per gli altri vi dobbiamo chiedere di aspettare la pubblicazione del volume.

Vi lascio qui le righe del capitolo che hanno "ispirato" quest’immagine:

Il portone s’aprì cigolando, lasciando uscire all’esterno una cascata di luce.

De mastris apre la porta della sua villa. Illustrazione di Fabio Balboni per Il Settimo Plenilunio.

Dentro si vedevano enormi lampadari di cristallo carichi di luci, tutte accese. L’ingresso era in marmo ed un paio di grosse statue troneggiavano accanto alla porta. Raffiguravano due figure umane, ma avevano entrambe qualcosa d’insolito e inquietante.

Quella alla destra dei visitatori raffigurava una donna nuda, giovane e bella, ritratta nell’atto di fuggire, anche se il suo volto, rivolto all’indietro, verso Chew, non esprimeva semplicemente paura ma anche una sorta di desiderio, che si sarebbe forse potuto definire morboso. Chew notò che la donna, per qualche motivo incomprensibile, teneva una mano appoggiata sul collo.
La seconda statua, alla loro sinistra raffigurava invece un uomo di mezza età, elegantemente vestito, con abiti antichi. Apparentemente non aveva nulla a che fare con l’altra statua, eppure il suo sguardo era infisso negli occhi della ragazza e il suo corpo, pur non correndo, esprimeva come una pulsione a slanciarsi in direzione della donna. Il suo sorriso sembrava quasi un ghigno.
In mezzo a quelle due statue, ritto sul pavimento decorato con disegni in marmo vermiglio, s’ergeva un uomo, anch’egli elegante, sebbene di un’eleganza un po’ più moderna. Era una persona che aveva tutta l’aria di chi sia abituato non solo a comandare ma anche ad essere ubbidito. Stupiva quasi che, in un luogo tanto fastoso, fosse lui ad aprire la porta con le sue stesse mani, invece di dare ordine a qualche cameriere o maggiordomo.
________________
________________
Ed ecco ora, un’immagine realizzata da Daniela Divani, che rappresenta il bacio tra Chew e Esha, di cui avete già letto nei precedenti capitoli.

Il bacio tra Chew e Esha. Illustrazione di Daniela DIvano per Il Settimo Plenilunio

Tutti e due ci hanno mandato anche altre immagini, che potete trovare su PLENILUNIO7, ma vorrei farvi ora vedere due diverse interpretazioni di Esha vista da Fabio e Daniela.

La prima immagine è Esha vista da Fabio Balboni e la seconda è sempre la licantropa Esharhamat, ma vista da Daniela Divano:

Esharhamat interpretata da Fabio Balboni per Il Settimo Plenilunio

Esharhamat interpretata da Daniela Divano per Il Settimo Plenilunio.

 Bravi, vero?

Per chi ancora non lo sapesse "Il Settimo Plenilunio" è il titolo della "gallery novel" che ho scritto assieme a Simonetta Bumbi, con la collaborazione di Sergio Calamandrei.

Abbiamo pubblicato on-line su www.liberodiscrivere.it i primi diciasette capitoli del romanzo. Del diciottesimo, vi lasciamo solo le righe di sopra e l’incipit che potete leggere sotto. Per leggerlo tutto, dovrete aspettare la pubblicazione del volume.

Abbiamo ormai molto più di cento immagini, tutte bellissime e degne di essere pubblicate e che potete vedere dal link PLENILUNIO7. Per la versione cartacea alcune, però, le abbiamo scartate, a malincuore, e altre dovremo scartarle forse con ancora maggior dispiacere qunado arriveremo al momento della pubblicazione. Molto dipenderà dall’editore e da quante immagini ci consentirà di mantenere, ma certo questi diciotto artisti saranno tutti presenti e non è detto che non ci possa ancora essere posto per qualcun altro.

Se vi va di partecipare, aspettiamo la vostra interpretazione GRAFICA della storia. Per la pubblicazione ancora ci vorrà un po’ di tempo, ma affrettatevi, perché davvero c’è rimasto pochissimo posto.

Mandateci i vostri disegni scrivendo a menzin@virgilio.it

Come forse già sapete (se ci avete seguito sin qua), infatti, l’idea è di raccogliere in un libro il romanzo e i disegni di tutti questi illustratori.

Per ora hanno aderito al progetto (in ordine di arrivo) Niccolò PizzornoSilvia Perosino, Massimo BernaAngelo Condello, Laura Fazio, Fraitz, Arturo di Grazia, Marco Ferrara, Lexi, Pino Santoro, Alessandro GiovagnoliGuido De Marchi, Alessandro FantiniGiuseppe Iannolo, Elena Masia, Luca Oleastri, Fabio Balboni e Daniela Divanodiciotto illustratori!

Le immagini raccolte sono, come detto, già tante. Ora comincia la "caccia ad un editore" interessato a questo libro davvero speciale, che potrà essere anche il catalogo di una o più mostre da farsi con i bellissimi quadri, disegni e fotografie che ci avete inviato.

Questo è l’inizio del diciottesimo capitolo

IL CASTELLO

Una nebbiolina umida si levava dai campi. “Dobbiamo essere vicini a qualche fiume” pensò distrattamente Chew, mentre con la coda dell’occhio continuava ad ispezionare la sua collega.Quella donna l’inquietava. Si era da poco messo con una ragazza e non avrebbe voluto invischiarsi in altre storie, nonostante quello che avevano fatto poco prima. Non era affatto quella la sua intenzione, se avevano fatto del sesso era stato… un caso, non c’era vera volontà da parte sua, pensava, eppure… Eppure i suoi occhi correvano sempre furtivi verso di lei, verso le gambe sottili, verso quel sorriso enigmatico, verso quei capelli ardenti.

Chi era veramente questa Esharhamat? C’era qualcosa di anomalo in lei, eppure di stranamente familiare.

Leggi anche gli altri capitoli:

I disegni ricevuti sinora sono tutti su PLENILUNIO7.

Vorrei però farvi ancora vedere un’ipotesi di copertina che ci ha mandato Angelo Condello (si vedono Esha e Sonia). Che ne dite?

Ipotesi di copertina per Il Settimo Plenilunio realizzata da Angelo Condello

Inutile dire che anche gli altri artisti continuano a mandarci immagini. Ecco, ad esempio, un nuovo contributo per il finale di Arturo Di Grazia:

Lo sconro di De Mastris con un licantropo. Illustrazione di Arturo Di Grazia per Il Settimo Plenilunio

Cliccando qui potete vedere tutti i post sul Settimo Plenilunio.

 Grazie a Daniela per aver parlato di questo progetto qui.

Annunci

3 responses to this post.

  1. Posted by divadani on 14 maggio 2009 at 16:00

    grazie per essere passato da “me”,
    bella l’idea per la copertina, mi piacciono sopratutto i due occhi.

    Rispondi

  2. Posted by mvpetrella on 17 maggio 2009 at 14:59

    diciamo che per me il problema non sono stati i libri di Dan Brown, che mi sono piaciuti molto…quanto la trasposizione cinematografica! 😛 mi ero immaginata tutto troppo diversamente e inoltre secondo me il film “non funziona” senza che il libro vada a colmare le sue lacune…

    Rispondi

  3. Posted by kikmaster on 19 agosto 2009 at 10:39

    mamma mia, Carlo. Sono fantastici ‘sti disegni. Scusa, è da tanto che non passo per di qua. Ultimamente sono stato un po’ fuori… (in tutti i sensi!). Mi sono accorto della discussione su aNobii solo adesso. Cmq mi prenoto per il volume edito. 16 o 19 euro non ha importanza, ma ribadisco (come già fatto su anobii) che voglio l’autografo degli autori… eh, eh! ;P

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: