Prendilo e… leggilo

Prendimi e uccidimi di Rossella DrudiUltimamente sto leggendo spesso libri di autori c.d. “esordienti” e devo dire che questo provoca in me un doppio piacere: quello di leggere buoni libri e quello di scoprire nuovi autori.

Certo tra le pubblicazioni degli editori minori capita di trovare anche titoli scadenti, ma lo stesso capita anche per gli editori maggiori e persino per alcuni autori affermati.

Credo che gli utenti delle rete dovrebbero cercare di fare di più per aiutare questi “autori minori” ad emergere.

In questi giorni ho avuto la fortuna di leggere, uno dietro l’altro due ottimi romanzi, sebbene assai diversi tra loro. Entrambi potrebbero essere dei bestseller, se solo disponessero di promozione e distribuzione adeguati. Del primo, “La morale di Pietra”di Monica Caira Monticelli ho già parlato. Vorrei ora dire del secondo.

Si tratta di “PRENDIMI E UCCIDIMI” di un’autrice al suo primo romanzo, anche se proprio non si può dire sia una “esordiente” avendo alle spalle vent’anni di lavoro come sceneggiatrice di successo. Si tratta di Rossella Drudi. L’editore è Graus.

La sua esperienza di sceneggiatrice si sente benissimo anche in questo libro, che ha il ritmo ed il respiro di un buon film. L’autrice ha sicuramente saputo tradurre molto bene questa sua esperienza di scrittura in una forma diversa.

Si tratta di un thriller con tutti i crismi. Narra di un serial killer, ci sono dei poliziotti che indagano e c’è una valida ricostruzione psicologica dei personaggi ed in particolare dell’assassino, senza cadere negli eccessi dell’approfondimento delle turbe psichiche.

La tensione e la suspance sono ben gestite e la storia ti “prende e…” trascina.

C’è un numero elevato di personaggi, che possono essere sempre difficili da gestire, ma le loro apparizioni sono ben dosate e sono sufficientemente ben caratterizzati, così da non confondere il lettore, come potrebbe avvenire in tali casi.

In conclusione, si tratta di una storia avvincente e ben scritta, senza sbafature o inutili divagazioni, come siamo abituati a leggere dai grandi autori di thriller americani.

Da non perdere.

 

Le pagine sono 187. Il prezzo di copertina è € 13,50.

 

Ecco alcune sceneggiature di Rossella Drudi

 

         

 

 

 

       

E qui c’è un’intervista:

   

36025459

INTERVIS TA PRENDIMI E UCCIDIMI 2° PARTE

10:45
seguito dalla prima parte dell’intervista
28292964

presentazione prendimi e uccidimi intervista rossella drudi 1^ parte

10:35
intervista e presentazione di rosselal drudi in via veneto alla libreria arion il 17 dicembre 2007 per l’uscita del suo primo libro, un … [altro]

   

La recensione si può leggere anche qui.

Annunci

31 responses to this post.

  1. Posted by ceglieterrestre on 9 luglio 2008 at 14:15

    Bellissimo, già fatto.Un caro saluto franca

    Rispondi

  2. Posted by rosdrudidurella on 9 luglio 2008 at 19:34

    Grazie Carlo,
    mi hai fatto una splendida sorpresa, devo dire che mi sono pure emozionata leggendola e poi hai messo anche alcune locandine dei tanti film che ho scritto e le interviste al libro, che dire ….. GRAZIE! A breve tra un viaggio lavorativo e l’altro scriverò la tua. Un bacione
    Rossella

    Rispondi

  3. Posted by impbianco on 9 luglio 2008 at 19:59

    Ammazza quanti film ha scritto ^^ non ne ho visto manco uno XD mi segno il libro ^^

    X-Bye

    Rispondi

  4. Posted by ceglieterrestre on 10 luglio 2008 at 19:04

    aCiao Crlo, non ci conosciamo, ti ho rapito sullo schermo.Un caro saluto. franca ti linko, per tornare da te.Buona serata franca

    Rispondi

  5. Posted by ceglieterrestre on 10 luglio 2008 at 19:14

    Giusto un gran bel libro.franca

    Rispondi

  6. Posted by comicfun on 10 luglio 2008 at 19:56

    ha scritto un sceneggiatura per un film di lucio fulci merita tutta la mia stima ! peccato non aver letto il libro.

    Rispondi

  7. Posted by androstattoo on 10 luglio 2008 at 22:00

    Grazie per i complimenti! Ricambio per il tuo blog interessantissimo!!!!

    Rispondi

  8. Posted by ceglieterrestre on 11 luglio 2008 at 16:08

    Ciao Carlo mi sono dimenticata di scriverti, che il mio Angelo si chiama ‘Nithael’.
    Ogni sera Nithael, il mio angelo, mi legge qualche pagina del libro “Il cacciatore di aquiloni’. Ieri sera, dopo una decina di pagine, mi sono persa per le strade di Kabul, correvo…correvo, scalza, insieme a Amir e Hassan, io bambina, insieme a loro con il mio aquilone colorato. Le montagne erano ancora ricoperte di neve, la terra a valle, era di un color mattone, illuminata da un sole primaverile, le gemme iniziavano a aprire i loro petali. Il mio aquilone di color porpora si è impigliato e gli altri volteggiavano liberi, confondendosi nel cielo, di un celeste turchino. Cari amici, aiutiamo i bambini di Kabul, hanno bisogno del nostro aiuto, non lasciamoli soli, loro non hanno colpa se la guerra li ha resi orfani e poveri. Questo era un post precedente, oggi sul cielo di Ceglie voleranno aquiloni colorati. I grandi non dovrebbero dimenticare che i bambini sono solo dei bambini, e questo molto spesso i grandi lo dimenticano. Domani, i bambini violentati, sfruttati, manipolati, saranno uomini cattivi a loro volta. Se desideriamo un mondo migliore, siamo per loro un buon esempio.
    L’aquilone

    Prigioniera di un sogno
    vorrei volteggiare
    nell’azzurro cielo
    come un delicato aquilone
    per sfiorare tetti
    alberi verdi
    impigliata ad un filo spinato
    mi sono con forza dimenata
    in un uccello
    mi sono tramutata
    libera per sempre
    per volare via
    portando con me il ricordo
    di un aquilone colorato.

    Un filo di lana giallo, color del sole, da noi a kabul. Franca Bassi

    Rispondi

  9. Posted by GardeniaByron on 11 luglio 2008 at 17:48

    cacchio queste cose mi fanno venire voglia di continuare a scrivere.

    Rispondi

  10. Posted by Menzinger on 11 luglio 2008 at 23:15

    @ceglieterrestre: Gran bel libro Il cacciatore di aquiloni. Hai ragione a proposito dei bambini afgani (purtroppo non sono i soli a soffrire).
    I tuoi versi mi hanno ricordato una mia vecchia poesia:

    L’AQUILONE DEL DIO BAMBINO

    Goccia di luce nel sole
    Goccia di colore nel vento
    Guizzo di vita nell’aria
    La nostra esistenza
    È un aquilone legato ad un filo
    Un bambino lo guarda e lo vuole
    Ai suoi occhi è incanto
    La sua mano il moto varia
    Il suo braccio al volo dà consistenza
    La sua corsa ne sostiene il profilo
    Poi il bambino si stufa
    Un nuovo gioco ricerca
    La sua rotta si sbafa
    Si perde, si inarca
    L’aquilone volteggia
    Pochi istanti nel vuoto
    Il vento più non l’appoggia
    Precipita nell’ignoto
    Si perde tra rami lontani
    Si perde dove non arrivan le mani.

    23.4.2001

    Rispondi

  11. Posted by Kolos on 12 luglio 2008 at 00:04

    Grazie per il tuo commento sugli autori emergenti. Ad un anno esatto dalla pubblicazione del mio libercolo, devo ammettere che quello che mi è mancato di più è stato un buon editing. Mi sto rimettendo al lavoro, magari le cose miglioreranno…

    Rispondi

  12. Posted by antares666 on 12 luglio 2008 at 08:39

    Girando in rete ho trovato un blog ucronico molto ben strutturato:
    http://aargranada.blogspot.com.
    Un caro saluto!

    Rispondi

  13. Posted by GardeniaByron on 12 luglio 2008 at 11:19

    eeeeebbè, a 17 anni un ragazzno chiamato Arthur scriveva il suo capolavoro (Rimbaud mi fa venire l’ansia da prestazione O_O)…

    Rispondi

  14. Posted by Menzinger on 13 luglio 2008 at 22:46

    @Kolos: un buon editing può davvero fare la differenza!

    Rispondi

  15. Posted by Menzinger on 13 luglio 2008 at 22:56

    @Antares666: sono stato a vedere il blog. Vedo che si tratta di un’analisi ucronica della storia ma senza sviluppi narrativi. Interessante, comunque. Grazie della segnalazione.

    @GardeniaByron: certo anche Mozart a 5 anni aveva già composto! Ma la maturità come scrittori si raggiunge di solito ben oltre i vent’anni. A volte anche oltre i 50. Se ti scoraggi tu, cosa dovrei fare io?
    Come vedi, anche da questo post, ci sono esordienti assai bravi che pubblicano per la prima volta dopo i quarant’anni!

    Rispondi

  16. Posted by teoricamente on 14 luglio 2008 at 20:01

    ciao. Concordo sui nuovi autori. Monica è stata bravissima. Questa qui è un pezzo da 90! Seguirò il tuo consiglio.

    Rispondi

  17. Posted by anneheche on 14 luglio 2008 at 20:35

    Questa è una iniziativa importante. Solo il web può aiutare gli scrittori che non godono di grande promozione.
    Ad esempio, io ho venduto quasi solo tramite la rete.

    Rispondi

  18. Posted by Menzinger on 14 luglio 2008 at 21:40

    Sì, Anneche, la rete è il nostro spazio. Anch’io vendo soprattutto nel web. Dovremmo fare in modo di far crescere la sua forza.

    Rispondi

  19. Posted by rosdrudidurella on 28 luglio 2008 at 14:31

    Per Carlo e gli altri,
    la rete è un “diffusore” incredibile di talenti fuori dal giro dei soliti noti super sponsorizzati nei media che contano sia in tv che nei settimanali. Il problema è legato all’investimento della casa editrice importante, che si ha la fortuna di avere alle spalle, il poter superare tutte le “mafie” che sto imparando a conoscere, legate alla distribuzione nelle librerie, anche quando si ha la fortuna di avere una casa editrice forte alle spalle (esempio la feltrinelli all’aeroporto di fiumicino o la diffusione negli autogrill, nemmeno la feltrinelli stessa o chi per lei è libera di metterceli).
    Certo non è il mio caso, Graus è un editore piccolissimo, ma serio. Ho provato ad aiutarlo autopromuovendomi in rete, prendendo l’iniziativa in tutto, (sono una grandissima rompiscatole) chiamando direttamente librerie, regione per regione, oltre ai distributori regionali, sguinzagliando tutti gli amici di blog e non, sparsi nelle diverse città italiane, per sapere dove c’era il libro ecc. Ecco, in questo modo qualcosina l’ho ottenuta e ne ho scoperte tante altre da poter mettere su un manualetto per scrittori esordienti che non vogliono farsi raggirare. Credo fortissimamente nella rete e a tal proposito vorrei proprorvi di formare una “catena” di categoria o movimento, per diffonderci l’un l’altra attraverso le rispettive piattaforme virtuali, autorecensendoci con un appuntamento settimanale. Cosa ne pensi/pensate?
    Chiunque sia interessato può scrivermi sul blog.
    Caro Carlo, a breve avrai la tua recensione, dimmi cosa ne pensi di questa proposta.
    Si tratterebbe di allargare ad ampio raggio d’azione, quanto tu hai già fatto, assieme ai i tuoi amici scrittori.
    Ho sentito il bisogno di scrivere questo commento perchè nonostante io non sia una sconosciuta, ho trovato tantissime difficoltà per ogni cosa in un campo assolutamente nuovo per me, dove non sapevo come muovermi e dove non conoscevo nessuno. Vengo dal cinema, ma come sceneggiatrice e quindi, senza aver fatto scandali di sorta e non essendo una attrice, ne una comica o tantomeno un personaggio televisivo sia nelle vesti della presentatrice che in quelle dell’opinionista o giornalista, la strada per me era sbarrata, come per tutti gli altri.
    Però rompendo a destra e a manca alla fine un piccolissimo spiraglio lo sto ottenendo e a settembre dovrei avere finalmente delle recensioni, dopo quasi un anno dall’uscita. (oggi la prima sul Tempo) Ma la rete, almeno fino ad ora è libertà assoluta, diamoci da fare prima che provino a regolamentarla (ci stanno provando di nuovo con la scusa dei video su yutube e relativa causa)
    Un abbraccione,
    Rossella.

    Rispondi

  20. Posted by Menzinger on 28 luglio 2008 at 21:28

    Ovviamente Rossella, sono d’accordo con te ed è quello che sto già cercando di fare: far conoscere gli altri “piccoli” autori come me, che non hanno spazi nella distribuzione ufficiale. Se hai idee per allargare la cosa, ben vengano.

    Rispondi

  21. Posted by rosdrudidurella on 28 luglio 2008 at 22:26

    Si Carlo,
    è proprio di questo ch evolevo parlarti, sono tanti talenti in giro, sto leggendo libri veramente ottimi che meritano di essere veicolati in modo diverso, sempre per quanto possa contare il mio giudizio. OCmunque si vorrei formare questa catena dei centoletterautori da non confondere con i 100autori per il cinema. Ora il nome è provvisorio ma, rende l’idea. Ne parlerò con Vito per perfezionarlo dopo le ferie che bloccano da sempre l’italia,ma non per me. Questo lavoro non conosce il mondo delle ferie e il resto. Credo che mettendo insieme le rispettive conoscenze nell’ambito dell’editoria e del suo seguito, oltre ad autopromuoverci e difenderci, possiamo andare ben oltre.. Per ora ti saluto, comunque sono sempre qui anche ad agosto, vedo fuori solo i fine settimana.
    Un abbraccio,
    Rossella.
    NB:
    il mio non è altruismo buonista, ma voglia di giustizia e indipendenza in un sistema marcio per talenti da scoprire oltre alle proprie e rispettive ambizioni.

    Rispondi

  22. Posted by iNessuno on 2 agosto 2008 at 09:40

    Il tuo spazio virtuale offre sempre degli ottimi input

    Rispondi

  23. Posted by rosdrudidurella on 2 ottobre 2008 at 16:01

    ANSIA ASSASSINA DI CARLO MEZINGER[..] Ansia Assassina, il buon romanzo di Carlo Menzinger di Preussenthal si legge alla velocità della luce grazie allo scandire e al susseguirsi di tante piccole storie complete e non episodiche con un inizio e una fine. Se volessi descriverlo c [..]

    Rispondi

  24. Posted by ElisabettaM on 3 febbraio 2009 at 19:59

    Scrittori Emergenti[..] Prendo da Carlo questa lista di scrittori esordienti. Fatela passare in giro!!!!!!!!!!! Si dice sempre che gli scrittori “minori” non hanno alcun supporto distributivo e promozionale e quindi nessuna speranza di emergere e farsi conoscere. [..]

    Rispondi

  25. Posted by monicaira on 3 febbraio 2009 at 22:36

    http://stavo[..] HO COPIATO! Essì! Ho copiato l’idea e la lista che segue dal blog di Carlo Menzinger, ottimo scrittore ucronico (per chi non sapesse di cosa si tratta, consiglio vivamente di visitare il blog di Carlo – http://www.menzinger.splinder.com – e di leggere [..]

    Rispondi

  26. Posted by kikmaster on 4 febbraio 2009 at 17:13

    facciamo conoscere questi autori[..] Si dice sempre che gli scrittori “minori” non hanno alcun supporto distributivo e promozionale e quindi nessuna speranza di emergere e farsi conoscere. Qualcuno dice che internet possa aiutare. Ci sono catene di messaggi che si diffondo all [..]

    Rispondi

  27. Posted by Menzinger on 8 maggio 2009 at 18:57

    I MAGNIFICI SETTE[..] Mi capita spesso di leggere libri scritti da autori poco noti, di cui i media non parlano e di scoprire che hanno scritto romanzi belli e interessanti. Sono certo che questo non è capitato solo a me. Vorrei che chiunque avesse letto qualche a [..]

    Rispondi

  28. Posted by Menzinger on 8 maggio 2009 at 19:01

    I MAGNIFICI SETTE[..] Mi capita spesso di leggere libri scritti da autori poco noti, di cui i media non parlano e di scoprire che hanno scritto romanzi belli e interessanti. Sono certo che questo non è capitato solo a me. Vorrei che chiunque avesse letto qualche aut [..]

    Rispondi

  29. Posted by ElisabettaM on 6 novembre 2009 at 14:46

    Facciamo conoscere questi autori[..] Riprendo da Carlo Menzinger, instancabile promoter di noi scrittori che abbiamo messo a disposizione le nostre opere in lettura gratuita su aNobii, la "classifica" di gradimento che sta tenendo aggiornata. Carlo, sei bravissimo, a te i miei [..]

    Rispondi

  30. Posted by Menzinger on 10 novembre 2009 at 01:06

    http://blogg[..] Dal Blog "La legenda di Carlo Menzinger": _________________________________ Il 2 febbraio avevo scritto un post intitolato FACCIAMO CONOSCERE QUESTI AUTORI. che cominciava così: "Si dice sempre che gli scrittori “minori&rdq [..]

    Rispondi

  31. Posted by Menzinger on 10 novembre 2009 at 01:06

    http://blogg[..] Dal Blog "La legenda di Carlo Menzinger": _________________________________ Il 2 febbraio avevo scritto un post intitolato FACCIAMO CONOSCERE QUESTI AUTORI. che cominciava così: "Si dice sempre che gli scrittori “minori&rdq [..]

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: