A proposito dei miei libri

Vorrei ringraziare altri due lettori per avermi dedicato delle recensioni, la prima riguarda il romanzo "IL COLOMBO DIVERGENTE", la seconda l’antologia da me curata "UCRONIE PER IL TERZO MILLENNIO".

La recensione del mio romanzo ucronico è di Niccolò Abbate ed è la seguente:

Ho letto un romanzo ucronico: Il Colombo divergente di Carlo Menzinger

IL COLOMBO DIVERGENTE - Prima EdizioneAlcuni mesi fa scrissi alcuni racconti ucronici come divertimento.
Mi commentò Carlo Menziger un cultore ed uno studioso dei meccanismi della scrittura ucronica.
Molto meglio di me lo descrive il suo editore LDS in questa esaustiva scheda.
Da cosa nasce cosa ed è nata un’amicizia virtuale.
E così  io gli ho inviato la Tana del Salmone ed ho ricevuto il Colombo Divergente.
L’ho letto, mi ha molto interessato  e mi piace sottolineare gli aspetti significativi dell’opera.
Per chi è interessato e vuole approfondire lo rinvio alla  presentazione dell’opera  sul  sito dell’editore.
Un mio caro amico  giornalista,  ottimo critico letterario,  afferma che una buona  recensione  deve  essere  sintetica (se no chi  legge  si annoia  e  se la prende con il libro recensito), deve  incuriosire (così chi la legge   il libro lo compra) ed infine deve   contenere  solo impressioni di lettura come un qualcosa di  soggettivo e non una sentenza inappellabile (il critico non è un giudice che assolve o condanna ed il lettore il libro lo vuole scoprire e valutare personalmente).
Mi attengo a queste pillole di saggezza ed  in breve  queste sono le mie impressioni di lettura.
Ho apprezzato molto l’attenzione da attento studioso dei particolari storici che sono alla base del romanzo.
Ma mi piace sottolineare : 
a)La modalità narrativa, l’autore che "dialoga" anzi ragiona con il singolo personaggio del blocco narrativo, insomma non la terza persona oggettiva o la prima persona della soggettiva, ma un insolito e raffinato tu che l’autore usa con grande maestria e raffinatissima proprietà
b)Il mutamento del punto di vista a seconda del personaggio con il quale l’autore  dialoga e ragiona. E questo consente uno sviluppo dell’intreccio,  qualche volta complesso, ma sempre appropriato e controllato.
c)La raffinatezza del lessico che passa dalla descrizione attenta a voli lirici che non appesantisce ma avvince chi legge.

Non è una facile lettura sia ben chiaro, ma merita  lo sforzo  della lettura.
La lettura è anche conquista. 

______________________________________________________
Questa recensione si può leggere anche qui.
______________________________________________________
La recensione dell’antologia è stata fatta da Enrico Matteazzi ed è questa:
Menzinger, gli Ucronici
e il "sogno della Storia"

UCRONIE

Pe alcuni questo non è un vero e proprio genere; altri non l’anno neanche mai sentito nominare; i più hanno difficoltà a carpire il significato della parola. Ma che cos’è questa benedetta "Ucronia"?

E chi meglio degli scrittori ucronici può rispondere a questa domanda! Se parole come "allostoria" o "storia divergente" vi incuriosiscono, forse dovreste fare come me e leggere l’antologia di racconti: "Ucronie Per Il Terzo Millennio: allostoria dell’umanità da Adamo a Berlusconi" (Edizioni Liberodiscrivere).

Questa raccolta di racconti la potete portare sotto l’ombrellone: si legge velocemente e molto volentieri: ogni racconto è appassionante, coinvolgente e lungo al punto giusto. Il mio consiglio? Leggete una di queste storie la sera prima di dormire. Ne vale la pena!

Una raccolta fuori dalla storia curata (… ma non guarita!) facendo attenzione alla divergenza storica, dove cioè il nostro mondo avrebbe potuto prendere un’altra direzione. Ad ogni allostoria segue un paragrafo intitolato: "storia e divergenza", che elimina ogni confusione dovesse sorgere in merito all’effettiva piega che la storia ha preso.

Il mio racconto preferito resta "La macchina del tempo", ovviamente (vedi post del 4 giugno 2008), anche se il più geniale, nato, tra l’altro, un po’ per caso, è "Genesi" di Carlo Menzinger, il quale giunge all’estremo ucronico chiedendosi: e se Dio avesse titubato durante la creazione del mondo…?

Secondo me l’Ucronia è un vero e proprio genere che meriterebbe di essere riconosciuto e nobilitato, ma che per ora, almeno per la grande distribuzione, rincorre la Fantascienza. Bellissima comunque la definizione del curatore, che nell’introduzione scrive: "l’ucronia è il sogno della storia. E’ la storia sognata da ciascuno di noi".  Teniamola buona come definizione.

Vi ricordo che altri libri li potete trovare nella mia libreria e alcune recensioni sono anche nel mio sito. (da questo link, cliccate sui nomi degli autori di Ucronie per spulciare la loro libreria!)

Ciao, alla prossima lettura!

______________________________________________________
Questa recensione si può leggere anche qui.
______________________________________________________
ANCORA GRAZIE!

<!–

–>

Annunci

10 responses to this post.

  1. Posted by kikmaster on 26 giugno 2008 at 11:55

    Di niente! E’ sempre bello recensire dei libri interessanti come Ucronie e sopprattutto originali! Complimenti ancora a tutti gli autori. Continuate così mi raccomando! Purtroppo a Genova non posso venire, ma se passate dalle parti di Vicenza, Padova o Treviso, fatemi uno squillo che vengo volentieri! ;D Un saluto festoso a tutti!

    Enrico

    Rispondi

  2. Posted by coridefe on 26 giugno 2008 at 23:04

    Ti lascio un saluto!
    Io ho appena finito di leggere un libro giallo (in francese, non per fare lo sborone, ma per rinfrescare un po’ la memoria 😉 )

    Rispondi

  3. Posted by Menzinger on 27 giugno 2008 at 08:01

    Merita sempre leggere i libri in originale (se ci si riesce), sia per rinfrescare la memoria, sia per “sentire” meglio il tocco dell’autore.

    Rispondi

  4. Posted by antares666 on 27 giugno 2008 at 08:25

    Presto seguirà anche la mia recensione del tuo capolavoro. Per quanto riguarda gli autori delle immagini, le difficoltà sono spesso di ordine pratico. La maggior parte delle immagini si trovano in rete e sono già passate attraverso numerosi download, cosicché si ignora l’autore. L’hotlinking espone all’instabilità dei server, per questo preferisco stoccarle in un image hosting. Detto questo, non spaccio le immagini per mie creazioni se non lo sono (come si vede dal disclaimer), e neppure ne traggo un lucro. Viceversa se qualche deragliato avesse tempo da perdere e mettesse il suo copyright su una mia foto messa in rete e fatta da me, potrebbe impedirmene l’uso anche se – santo Dio – si tratta la mia faccia.
    Un caro saluto

    Rispondi

  5. Posted by comicfun on 27 giugno 2008 at 12:08

    organizzate una serata ucronica a genova?

    Rispondi

  6. Posted by Menzinger on 27 giugno 2008 at 13:50

    Il 4 ottobre saremo presso L’Area di Liberodiscrivere per la terza serata ucronica con molti autori dell’antologia. Siete tutti invitati e spero di vederti, Comicfun, in prima fila!
    @Antares666: riguardo le immagini sul tuo blog non mi ponevo certo un pb di copyright ma semplicemente mi farebbe piacere conosce il nome degli autori delle belle illustrazioni che trovo sempre… magari qualcuno potrebbe essere invitato a particecipare alla ns. Gallery Novel! 😉

    Rispondi

  7. Posted by antares666 on 28 giugno 2008 at 09:35

    Ti segnalerò prontamente i nomi degli artisti che conosco, purtroppo sono solo una piccola percentuale del totale…
    Buon fine settimana

    Rispondi

  8. Posted by Miele2 on 28 giugno 2008 at 18:00

    ho troppo caldo per leggere dei libri ,ma lo farò presto ,intanto mi sembra più il momento del gelato

    Rispondi

  9. Posted by zorrokamikaze on 30 giugno 2008 at 10:57

    Sai qual è l’unica cosa che non mi convince? La copertina. E’ fatta malissimo, mi fa storcere il muso. Non conosco la storia, e sembra appetitosa, ma la copertina è brutta proprio, non convince. Opinione mia.

    Un saluto!

    Rispondi

  10. Posted by Menzinger on 30 giugno 2008 at 14:38

    Quale delle tre copertine che riporto nel post non ti piace? Nessuna delle tre?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: